Followers

03/03/16

La sindrome di God!!!


La sindrome di God colpisce ancora.
E colpisce Alfano che al posto di stare in una bella stanza con tante sbarre, più che meritata in anni di delinquenza “legalizzata”, adesso sbraita anche sull’utero in affitto.

“No alle adozioni gay e una legge per rendere la pratica dell’utero in affitto un reato universale (punibile in Italia anche se commesso all’estero. Ribadiamo il nostro no. Siamo al lavoro su due disegni di legge: il primo sull’utero in affitto come reato universale (punibile in Italia anche se commesso all’estero). Il secondo sulle misure di sostegno fiscale alla famiglia e di aiuto alla natalità. Un Paese che non fa figli è un Paese senza futuro.”

Alfano si sente God.
Dopo Berlusconi e tanti altri “diversamente intelligenti” adesso ci si mette pure lui.
Non pago di avere incassato un grande sì che di fatto ha vietato a tutti gli omosessuali italiani di godere degli stessi diritti che spettano invece agli eterosessuali, adesso spara a zero anche sulla pratica dell’utero in affitto.

Ma cos’è questa pratica di cui si parla e sparla senza cognizione di causa? (basta sentire sua imbecillità Lorenzin perché sia chiaro che la maggior parte degli italioti non sa un cazzo su questa storia).
Ecco qui:

SURROGAZIONE TRADIZIONALE: il seme del padre viene utilizzato per fecondare tramite una inseminazione la madre surrogata. Il bambino viene cioè concepito con il seme del padre e gli ovociti della madre surrogata, che è quindi anche la madre biologica/genetica del bambino oltre che la sua madre gestazionale.
Proprio per questo motivo la surrogazione tradizionale è ritenuta oggi una procedura problematica ed è anzi espressamente vietata in molti Paesi.

SURROGAZIONE GESTAZIONALE: vengono trasferiti nell’utero della madre surrogata embrioni formati con il seme del padre ricevente (o di un donatore, se il padre ricevente è sterile) e con gli ovociti della madre ricevente (o di una donatrice, se la madre ricevente è sterile). In questo caso, quindi, la madre surrogata presta solo il proprio utero (ed è detta perciò madre gestazionale) ma non i propri ovociti.
La surrogazione gestazionale è complessa e costosa, ma ha il vantaggio di evitare le complicazioni psicologiche e legali della surrogazione tradizionale, e per questo è la forma di surrogazione praticata più diffusamente.
La maternità surrogata presenta molte difficoltà di ordine psicologico, etico, sociale, legale ed economico. Tuttavia nel caso delle donne con ovaie perfettamente funzionanti ma prive di un utero funzionante (o che per altri motivi clinici non possono sostenere una gravidanza) è l’unico modo per avere un figlio naturale biologicamente omologo, in tutto e per tutto frutto dell’unione tra sé e il proprio compagno.
Inoltre rappresenta l’unica forma di genitorialità praticabile per le coppie in cui, per esempio, la donna è portatrice di un handicap che impedisce sia la gravidanza sia l’adozione.

Tutto chiaro?
Bene.
Adesso vi dico la mia opinione. Io personalmente sono a favore dell’adozione perché di bambini soli che hanno bisogno di amore e di una famiglia (single, gay o etero per me è lo stesso, basta che il bambino sia amato) ce ne sono fin troppi.
Ma, ripeto, è la mia opinione personale.

Detto questo, il punto è lo stesso dei diritti civili non ottenuti con il ddl Cirinnà.
Le ideologie personali devono essere messe da parte quando si opera in politica o in altri ambiti delicati come la legge o la sanità.
Il punto è uno solo: se qualcosa non lede i diritti di nessuno, non c’è motivo per cui uno stato si arroghi il diritto di vietarla.

Che piaccia o meno, l’utero in affitto non lede i diritti di nessuno: è una scelta consapevole fatta da persone adulte, non c’è coercizione.
Perché dunque vietarla?
E soprattutto, ma che cazzo vuole ancora Alfano?
Andiamo, riconoscere l’utero in affitto come crimine universale è un’altra discriminazione bella e buona.
Bisogna lasciare ai cittadini libera scelta: avere figli, non averli e scegliere pure come averli.

Questa politica del rosicare via i diritti delle persone non va bene, porta solo a un regime di odio e discriminazione che non fa altro che esasperare gli animi stanchi delle persone.
Sono passi indietro, non passi avanti. E andando avanti di questo passo ci si sveglierà sul serio in un regime dittatoriale stile Orwell dove lo stato può anche decidere se, come e quando ammazzarti e nessuno può fermarlo.

Intanto, però, sono soddisfatto di una notizia che arriva da Roma:
il Tribunale per i minorenni di Roma ha riconosciuto l’ adozione "incrociata" a una coppia di donne. È il primo caso in Italia, secondo quanto rendono noto Famiglie Arcobaleno e Rete Lenford. Le bambine, di 4 e 8 anni, sono nate una da una donna e l’altra dalla sua compagna grazie all’ inseminazione praticata in Danimarca.
Il tribunale ha riconosciuto il diritto delle due donne ad adottare la figlia dell’altra, facendo riferimento alle cosiddette "adozioni in casi particolari".
Le bambine avranno lo stesso doppio cognome ma per la legge non saranno sorelle.
Il Tribunale per i minorenni di Roma ha accolto i due ricorsi proposti dall’avvocata Francesca Quarato, socia di Rete Lenford e componente del gruppo legale di Famiglie Arcobaleno. Esprime soddisfazione Francesca Quarato che afferma: "Questo nuovo ulteriore provvedimento, che resta nella scia delle già note sentenze, ha una peculiarità rispetto alle precedenti: le minori in favore delle quali è stata riconosciuta l’ adozione sono, infatti, nate ciascuna da una delle due donne della coppia. In questo modo ognuna ha un genitore biologico ed un genitore sociale, entrambi con piena e pari capacità e responsabilità genitoriale.

Secondo voi cosa ha detto Alfano in merito a questa decisione?
Ovviamente ha aperto quella fogna che ha al posto della bocca per lamentarsi.
E qui la mia domanda: ma che cazzo vuoi, imbecille?
Prima dici che la decisione in merito ai figli di coppie gay deve spettare ai giudici (la cara vecchia mossa di Pilato, “laviamocene le mani”) e quando un giudice decide a favore di una coppia omosessuale ti lamenti?

Alfano, facci un favore insieme a Renzi, alla Boldrini, alla Lorenzin e a tutti gli altri deficienti che occupano a spese dei cittadini italiani le poltrone di Parlamento e Senato: restituite i soldi rubati e andate dove meritate.

A fare in culo.

5 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Con la legalizzazione del matrimonio gay sono crollate in Francia le adozioni
Mi sembra che gli ALFANI pullulino in questo mondo di merda.
Cristiana

Xavier Queer ha detto...

Ciao Cristiana, lascia perdere gli Alfani che quelli crescono dappertutto come le muffe e ancora non c'è un prodotto buono per debellarli...
Allora, conosco il rapporto AIBI (associazione apertamente omofoba e anche cattolica, peraltro) cui ti stai riferendo ma penso che la notizia sia stata equivocata.
Dal 2013, quando è stato approvato il Marriage pur tous, paesi come Russia, Congo, Ucraina (e tanti altri) hanno riservato alla Francia la stessa sorte di Spagna, USA e Canada ovvero hanno annullato il patto sulle adozioni internazionali perché non vogliono che le coppie LGBT adottino i loro bambini.
Non è assolutamente vero che le coppie francesi, etero o gay, non adottano più. Semplicemente adottano a livello nazionale (o fanno la stepchild adoption) perchè è la sola strada rimasta per potere avere un figlio e salvare un bambino dalla triste realtà degli orfanotrofi.
Ribadisco quindi che le adozioni internazionali in Francia sono calate a favore delle adozioni nazionali ma non per colpa dei francesi e soprattutto non per colpa dei francesi omosessuali.
Attenzione a notizie come questa perchè sono fuorvianti.
Ciao!

Vincenzo Iacoponi ha detto...

Perché continui a prendertela con Imbecillino Al Fano? Perché benedettiddio? Ma se vai in un cesso pubblico, fai pipì, tiri lo sciacquone e non viene acqua o peggio ne viene troppa e t'inzaccheri i pantaloni tu te la pigli col pisciatoio e non con chi dovrebbe sistemarlo e non lo fa? Allora non è con Imbecillino Al Fano che te la devi prendere ma con quel sarcofago ammuffito di Matta Rella che non si è ancora capito che cazzo ci stia a fare e che non indice FINALMENTE nuove elezioni perché il popolo sovrano, come da Costituzione di cui lui dovrebbe essere il garante, sia in grado di scegliersi il nuovo Governo, abolendo una volta per tutte la farsa del governicchio di questo aspirante Mussolini, stronzo col fischio e col botto.

La legge Universale per punire in Italia reati commessi all'estero?
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Dalle Alpi alle piramidi
Dal Manzanarre al Reno
Noi ti glorificheremo
pezzo di merda supremo
Angelino Alfano
grandissimo stronzone!

Mariella ha detto...

Anche se non commento sempre, lo sai che ti leggo.
Cosa potrei aggiungere alle tue parole?
Concordo su tutto.
Il problema è, che io il bicchiere continuo a vederlo mezzo vuoto.
Non sopporto il doverci accontentare.
Non sopporto che mi si dica che dobbiamo sorridere perché è gia una vittoria.
Non sopporto che me lo dicano amici omosessuali.
Non sopporto il silenzio colpevole di tutti quelli che "meno male non ci tocca".
Non sopporto il dover aspettare i magistrati e le sentenze per supplire alle mancanze di un governo.
Non sopporto la mia faccia tutte le volte che mi tocca spiegare la differenza da stepchild option e utero in affitto.
Non sopporto la palese ignoranza delle persone. Che non si informano e non hanno nessuna voglia di capire meglio.
Non sopporto nemmeno me, che non riesco a fare nulla perché i miei diritti di etero possano diventare gli stessi per tutti.
Alfano invece, lo lascerei morire da qualche parte nella terra dei fuochi.

cristiana2011 ha detto...

Grazie Xavier, cercherò di informarmi meglio.
Cristiana