Followers

25/02/16

Oggi sono nero



 
Oggi sono nero.
Nero come le aspettative di tutti i cittadini italiani omosessuali la cui fiducia è stata tradita dopo lo stravolgimento del ddl Cirinnà.
Nero come il futuro che attende non solo i cittadini omosessuali ma anche tutti i figli di coppie omosessuali che il governo italiota ha decretato essere bambini di serie B “colpevoli” di avere due genitori dello stesso sesso e quindi non meritevoli degli stessi diritti dei figli dei genitori etero.

Posto qui sotto le bellissime e indignate parole della giornalista Rosaria Iardino e invito chiunque abbia un minimo di coscienza civile a postare la stessa immagine nera che lei ha postato sul suo profilo social e sul suo blog.
Perché non si può andare avanti così, non è giusto discriminare.

E personalmente mi sento di aggiungere che nella blogosfera la mancanza di solidarietà e di impegno civile da parte di fin troppi blogger (e ognuno in coscienza sa cosa ha fatto o non ha fatto) mi ha realmente disgustato.

“All’orizzonte è rimasto il buco nero sui diritti che è esistito per tanto tempo e le unioni civili che ci vengono oggi consegnate, sono l’oscuro surrogato, la fotocopia annerita ed inconcludente, di quello che poteva essere, che doveva essere… ma non è stato.
Invito tutti quelli a cui questo compromesso non piace a fare altrettanto: postate sulla vostra pagina Facebook, sul vostro profilo Twitter, su Instagram… Insomma ovunque sia possibile farlo e vi sia permesso, un’immagine nera! È la negazione di quell’arcobaleno che ci hanno vietato; di quel futuro a colori che sino a poco tempo fa ci illudevamo ci avrebbe presto abbacinato. Il nero, viceversa, rappresenta bene questo presente di pochezza, d’inconcludenza, di bieco compromesso che ci hanno voluto consegnare.
Il buco nero sono i lorsignori politici inadempienti. Sono quelli che si rimpallano le responsabilità. Sono i renziani che ripetono: “Bhe, non c’erano i numeri…”; sono i 5 stelle che stigmatizzano: “Noi c’eravamo! È colpa del Pd”; sono i preti conservatori e ipocriti; è l’Ncd, è Alfano che sghignazza e che ha vinto una battaglia mai combattuta, almeno con argomenti e qualità intellettuale.
Senza stepchild adoption (l’articolo 5 del testo originario della senatrice Cirinnà); con parte dell’articolo 3 profondamente ridimensionato (per non confondere col matrimonio) che dà all’unione di un uomo con un altro uomo o di una donna con un’altra donna l’aspetto del contratto di locazione in gabbia toracica l’uno dell’altro e non certo della legittimazione giuridica ed amministrativa di un rapporto d’amore, queste unioni civili sono un parto senza colore.
Restano un pallido ricordo le piazze arcobaleno di qualche settimana fa; rimangono oscurate le strisce di colore portate con orgoglio dalla maggior parte dei cantanti sul palco di Sanremo; e l’Italia intera resta, in queste ore, il bruno dagherròtipo di se stessa. Non mi piace il colore nero. Per questo voglio che sia l’immagine di quanto generato in Parlamento in queste ore.
La più grande occasione degli ultimi quarant’anni che il mio Paese aveva di costruire qualcosa di diverso, rivoluzionario e innovativo sul fronte dei diritti, sprecata! Ora l’orizzonte non è luminoso, è oscuro. Mi chiedo se sia questa la famosa “notte della Repubblica” e per la sottoscritta la risposta è assolutamente affermativa. Domando scusa alla mia compagna; chiedo scusa alle nostre figlie; chiedo scusa a tutti voi. Oggi tutto è nero!”

8 commenti:

Zio Scriba ha detto...

NERA è la vatikalia, paese omofobo e clericofascista se ce n'è uno (con l'aggravante di una disonestà diffusa, sia concreta che morale e intellettuale). Non c'era da farsi illusioni. Non c'è da farsene per il futuro. IL bello è che ho visto schierati sui giornali PER le adozioni (adozioni tout court, non solo la cosiddetta stepchild) fior di pensatori e scrittori cattolici e di destra!! Ma i politici cattolici e di destra sono tutt'altra cosa, perché soggetti a tutt'altri calcoli: loro pensano ai VOTI (cioè a potere e denaro) e i voti dei cattolici di destra illuminati e intelligenti sono poche decine, mentre quelli delle schifose ignoranti pecorscimmie omofobe sono milioni!

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Troppe ingerenze e bigottismo, ha creato una legge che serve solo a conformarsi con il richiamo dell'Unione Europea, ma alla fine sono negati troppi diritti, come quelli di essere genitore.
Saluti a presto.

S. ha detto...

dovresti essere arcobaleno, non è andata mica tanto male? non avete neanche l'obbligo di fedeltà e per le adozioni, fatta la legge trovato l'inganno
http://www.corriere.it/politica/16_febbraio_25/adozioni-gay-la-legge-consente-italia-ci-sono-gia-sentenze-4b48fab0-db30-11e5-956c-6f7e55711737.shtml
nella mia città prima di tutto ciò, De Magistris ha registrato la nascita di un bimbo di due madri nonostante il divieto di Alfano, poi il tribunale gli ha dato ragione...insomma per come la vedevo, poteva andare peggio.
Se poi me lo motivi per la questione di genitorialità a prescindere, eh no, non ci siamo, perché i figli non si comprano ne servono a suggellare l'ammmore ...o no?

Xavier Queer ha detto...

Dovrei essere contento?
Partiamo da un argomento a te tanto caro: i diritti delle di cui tu godi pur non avendo sostenuto nessuna battaglia ma sono state le generazioni che ti hanno preceduto a farsi il mazzo, osteggiate in tutti i modi.
Grazie a loro tu puoi lavorare, votare, decidere se abortire oppure cresce un figlio senza padre. Immagina che una mattina ti alzi e un Alfano qualsiasi decide che tu in quanto donna vali meno di un "cane" che devi sottostare ad un uomo, che non hai più nessun diritto in nome una falsa morale, di un dio che non esiste come ti sentiresti?
Quello che è accaduto in parlamento sotto gli occhi di tutti gli italiani è scandaloso perchè è sta affermato che in italia i cittadini omosessuali non devono godere di alcun diritto, che decidere se poter adottare il bambino del proprio compagno/a vienelasciato in mano a dei giudici che potranno dire sì o no in base alle loro convinzioni politiche, se uno dei due partner sta male l'altro non può assisterlo, se uno dei due muore l'altro non ha diritto alla pensione di reversibilità e magari stavano insiene da oltre trent'anni.
Nessuno ha mai parlato di comprare i figli, l'utero in affitto non è una pratica che viene eseguita in Italia e è stato provato che sono le coppie eterosessuali che ricorrono a questa pratica rivolgendosi a stutture estere.
Quindi non venirmi a dire che le cose potevano andare peggio, perchè noi non abbiamo l'obbligo di fedeltà (la fedeltà è una scelta d'amore) e che avuta la grazia gabbato lo santo. L'Italia e gli italiani unti di dio devo capire che non ci possono cittadini di serie A e cittadini di serie C (quelli di serie B sono gli extracomunitari che entrano illegalmente nel paese e che godono dei vostri stessi diritti).
L'Italia è un paese incivile, dove oltre novecentomila persone vengono tenute in ostaggio dal 2% da un manipolo di politici corrotti e da cittadini troppo vigliacchi per mettere fine ad uno stato dittatoriale.
Quindi no, non mi sento arcobaleno!

Xavier Queer ha detto...

Troppo tutto, ma chi ha permesso a questa gentaglia di rappresentare il paese?

Xavier Queer ha detto...

Ma chi li vota?

S. ha detto...

abbiamo letto due testi diversi?
a proposito di diritti delle donne, se proprio ci tieni a tirarli in ballo, dove siete( intendo le associazioni vostre) quando una donna che vuole abortire, trova in un ospedale tutti obiettori di coscienza? quando c'è stato e c'è un attacco alla 190 costantemente e quando la legge 40 non consentiva l'eterologa? le donne sono sempre accanto ai vostri " a problemi" ma c'è solo una piccola differenza, veramente neanche piccola, voi avete le lobby, anche nel Vaticano, le donne NO! i diritti ed i pochi doveri li avete ottenuti, tra l'altro con una legge presentata da una donna, cosa c'è ancora da recriminare? che non tutti i policistico hanno applaudito? tutte le cose che hai scritto sono sono state superate, ricorrere ai giudici dici? ma questa è l'Italia, addirittura io sono dovuta ricorrere ad un giudice, per vedere riconosciuto il diritto di mia madre per cure dovute per lalzhaiemer in maniera gratuita ( ma con ticket) che L ' INPS, mi aveva rigettato, dunque di cosa parliamo?
ciao e stammi bene che tanto fiele fa male alla tua malattia...

Xavier Queer ha detto...


No, non abbiamo letto testi diversi, sono diverse le interpretazioni, per te le briciole sono una vittoria, per me no.
Le associazioni LGBT hanno anche parlato in materia di aborto (informati presso all'Arcilesbo se hai dubbi) e di tante altre cause etiche, invece come sempre accade in Italia, i pecoroni che non hanno alzato un dito per sostenere la comunità LGBT si sono comportati come le tre scimmiette: non vedo, non sento, non parlo.
Lobby gay? Ma quale lobby gay? Se ci fosse una vera lobby gay in Italia le cose andrebbero in modo diverso.
Non ho capito poi la tua esternazione in merito al fatto che il ddl sia stato presentato da una donna, nè il fatto che tua madre soffra di Alzheimer, ma il ddl Cirinnà non prevedeva la discussione di sanità e pensioni.
Adesso ti è chiaro che ciò che hanno negato ai tuoi concittadini gay oggi, domani potrebbero toglierlo anche a te per esempio? Hanno creato un precedente che può aprire le porte a un governo dittatoriale.
Dimmi tu di cosa parliamo? Di aria fritta?
Per me va bene, tanto non vivo io in Italia.
Tenetevi il governo di merda che avete e che evidentemente meritate.