Followers

19/02/16

Au revoir mon ami!


Un cuore rotto… ecco cosa mi hai lasciato.
Si può vivere con cuore rotto?
Tu mi hai insegnato la pazienza, mi hai insegnato la bellezza della quotidianità, mi hai insegnato ad apprezzare il ritmo lento delle ore, mi hai insegnato a guardare il mondo con altri occhi…
Sei entrato nella mia vita per caso, mio fratello ti aveva trovato in un cassonetto… che gente c’è al mondo? Non capirò mai queste BESTIE!
Sei stato il suo ultimo regalo.
Eri sporco, magro magro… quasi rinsecchito, i tuoi occhi bellissimi erano pieni di paura, chissà quanto male ti avevano fatto.
Quel giorno ho giurato a me stesso che avrei trovato il modo di cancellare quel dolore.
Avevi le zampe posteriori atrofizzate e non potevi camminare, così ti abbiamo dato due “nuove zampe” un piccolo carrellino con ruote per aiutarti a camminare.
Ti ho visto rinascere giorno dopo giorno, sei sempre stato con me nei momenti più bui e in quelli felici, che belli erano i miei risvegli con te che strofinavi il naso umido sul mio viso e mi guardavi con amore e ogni minuto era una festa.
Tra noi la comunicazione non è mai stata un problema, tu riuscivi a capire e decifrare il mio mondo fatto di silenzio.
Ho avuto e ho tanti animali nell’altra casa, quella che sui monti in Italia, ma tu sei sempre stato il mio preferito… non dovrei dirlo ma è la verità, tu e io eravamo il mondo e ci bastavamo, non c’era spazio per altro.
Avevi anche un bel caratterino, testardo più di me, schizzinoso col cibo, decidevi tu quando dovevamo uscire e mangiare… eri tu che portavi a spasso me e non il contrario.
Era bello studiare con te vicino, ti mettevo sul mio letto sotto la tua coperta preferita, poggiavi la testa sul mio cuscino e ti addormentavi sereno, sicuro che nessuno ti avrebbe fatto del male, io restavo a guardarti poi ti abbracciavo e respiravo il tuo odore, sapevi di biscotti al burro, sapevi di buono.
Piccolo mio avevi un talento speciale nell’individuare le persone che non facevano per noi e lo dimostravi apertamente mostrando i denti e frapponendoti tra me e loro pronto a difendermi, tu eri le mie orecchie e la mia voce.
Quando nella nostra vita (nostra perché vivevamo in simbiosi) è entrato Etienne lo hai amato subito, lui era quello giusto, di lui potevi fidarti e potevo fidarmi anch’io.
Amico mio mi hai dato molto di più di quello che ti ho dato io e oggi anche il cielo piange le sue lacrime mischiandosi con le mie.
Tante persone non hanno la fortuna di conoscere l’amore puro e disinteressato che un animale può dare… peccato non sanno cosa si perdono.
Mio piccolo Muffin mi hai reso migliore, ora non avrai più bisogno di quel carrellino, adesso potrai correre libero e felice.
Mi mancherai, au revoir mon ami!

8 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Mi dispiace Xavier per la perdita del tuo amico a 4 zampe.
Un abbraccio.

Macsi ha detto...

Che immensa tenerezza.

Vincenzo Iacoponi ha detto...

È il secondo caso di cane con ruote posteriori non motrici di cui vengo a conoscenza, amico mio. L'altro era -sì era, purtroppo se ne è andato anche lui- il miglior amico di una signora che conosciamo nel paese di mia moglie, vicino Udine. Si era adattato benissimo alla sua condizione e viveva in simbiosi con la sua amica. Quando è morto -di notte, alla chetichella per non disturbare, ci ha raccontato lei- per quella signora si è aperta una voragine sotto i piedi. Deve essere molto difficile separarsi da una creatura simile.

cristiana2011 ha detto...

Come ti capisco Xavier!
So anche cos'è la simbiosi fra due amici come uomo e animale, un'esperienza bellissima che consiglio a tutti.
Mi dispiace tanto e ti abbraccio.
Cristiana

Maura ha detto...

Tu sei stato tanto fortunato ad aver conosciuto questo angelo..ma Muffin lo è stato altrettanto, se non di più...
Sono accanto al tuo cuore ferito, non ti dico altro..mi scendono le lacrime..

Elsa March ha detto...

Ciao Muffin, piccolo grande eroe.
Corri felice nel grande parco degli animali celesti e se trovi la mia dolce Pilù, che fu la mia prima gattina, dalle una leccata da parte mia.
Con amore, Elsa e tutta la sua tribù.

ps: e un immenso abbraccio a te, bimbo.

Xavier Queer ha detto...

Grazie a tutti!

Guerisoli Paola ha detto...

Non rattristarti Xavier ...lui è accanto a te.E lo sarà per sempre.Muffin è nella rugiada del mattino,nelle ore del tuo sonno a vegliare i tuoi sogni è a proteggere il tuo cuore.L'amore che sanno dare non ha i confini di questo mondo,cambia forma ma resta nel nostro cuore più forte di prima.