Followers

12/03/15

L'eterno di un istante


Anima cucita
tra le pieghe della vita,
eclissi di attimi vissuti,
ossessione di notti stanche.

Vesti l’intimità di fili di seta
seduci, brama, desidera,
echi di lussureggiante passione.

Un brivido scende lungo la schiena
voluttuose spirali le tue morbide labbra,
la pelle brucia sotto i tuoi baci.

Tu opera sublime
ancora mi vesti
di rosso velluto,
la marea si alza,
fluiscono  emozioni,
lame di luce
attraversano i tuoi occhi.

A quest'amore
apparso come un sogno
dedico l'eterno di un istante,
mentre componi arabeschi
mi siedo e contemplo.


(Xavier Queer, marzo 2015)

8 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Sono quasi annichilito davanti a tanta bellezza.

Melinda Santilli ha detto...

Sono senza parole per la bellezza di questa poesia, per il modo in cui hai saputo descrivere l'amore totalizzante e l'estasi della passione.
Come stai piccolo?
Se hai tempo leggi la mia mail.
TVB

Giovy ha detto...

Bei versi, molto intensi, per non parlare della figura... azzeccatissima.
Abbraccio.

Guard. del Faro ha detto...

Scandaloso...semplicemente scandaloso!
Ma, niente-niente, fossi...omosessuale?!?
In caso affermativo, non ti frequenterò più ;-(
.
.
.
^___*

Xavier Queer ha detto...

Io omosessuale? Ma quando mai... tutte queste insinuazioni false. Io sono portatore sano di gaytudine e se non mi frequenti più è solo perchè sei troppo preso da Marilyn Mystere e questa la verità ^_*

Xavier Queer ha detto...

Grazie Giovy :-)
Ricambio l'abbraccio

Xavier Queer ha detto...

Ciao Mel, oggi va meglio stai tranquilla. Sono contento che la poesia sia stata di tuo gradimento.
Bacio

Xavier Queer ha detto...

Grazie Zio, sei davvero generoso nei miei confronti.
Un abbraccio :-)