Followers

16/02/15

“Il matrimonio omosessuale è contronatura: falso!”


Queer per il sociale oggi vuole parlare di matrimoni egualitari e lo fa insieme a Nicla Vassallo.
Sapete chi è la signora Vassallo?
È una superdonna, con un cervello da fare invidia ad Aristotele!
Nata a Imperia, ha studiato a Londra ed è una filosofa esperta anche di epistemiologia, logica e metafisica e insegna presso l’università di Genova filosofia teoretica.

Nicla Vassallo ha scritto un bellissimo saggio dal titolo “Il matrimonio omosessuale è contronatura: falso!”.
Falso, si chiederà qualcuno? (ed è meglio che non se lo chieda in questo blog, aggiungo io).
Certo, falso anzi FALSISSIMO.
Come scrive la professoressa Vassallo:

Chi fa un’affermazione deve essere in grado di giustificarla, nel momento in cui il proprio interlocutore domanda “come fai a saperlo?” o, più semplicemente, “perché lo credi?”, sempreché chi afferma abbia prima presente che cosa intende affermare. Così, se qualcuno afferma “c’è una potente lobby gay, contro natura, che sovverte la normalità” e le/gli chiediamo “perché lo credi?” ci attendiamo che conosca il significato dei termini che compaiono nella sua affermazione, ovvero che sappia rispondere alla domanda “che cosa è oggettivamente ragionevole intendere con ‘contro natura’, con ‘sovvertire’ e con ‘normalità’?”

Questo semplice ragionamento andrebbe riferito a tutti coloro che si sentono deus in cathedra e pontificano sull’impossibilità che l’Italia approvi il matrimonio ugualitario.
A tal proposito la professoressa Vassallo preferisce chiamarlo matrimonio same sex in quanto questa dicitura oltre a essere più concisa “riecheggia un’internazionalità di cui il nostro paese manca”.

Che il matrimonio omosessuale sia contro natura è convinzione di troppi nel nostro paese.
Attraverso le regole del buon ragionare filosofico, Nicla Vassallo smaschera con provocazione e intelligenza il pregiudizio, il calcolo e l’ignoranza che escludono il matrimonio same-sex.
Una donna che ama una donna e un uomo che ama un uomo debbono potersi sposare, se desiderano: non vi è argomentazione valida contro, sempre che l’eterosessualità non permanga un dogma: prendiamone coscienza.
(Laterza.it)

Filosoficamente il discorso non fa una piega.
E religiosamente?
A me della religione come sapete non me ne frega un bel nulla: non sono credente né lo sarò mai e ritengo che essere ateo sia il più grande atto di intelligenza, civiltà e coraggio che l’uomo possa compiere.
Ma siccome tanti cattobigotti italioti si appellano a God per dire che il matrimonio fra persone dello stesso è contronatura allora mi appello al testo sacro dei cattobigotti, il Vangelo, per rispondere.

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 15, 9-17):
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, così anch’io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.»
Non mi sembra che sia scritto: amatevi soltanto se siete eterosessuali e perseguitate gli omosessuali perché sono contronatura.
C’è bisogno di dire altro?

Ah sì, certo che ce n’è bisogno.
Vi lascio con una bellissima risposta che ha dato proprio la professoressa Vassallo durante un’intervista:

Domanda: Il matrimonio same sex viene considerato contro natura. Il matrimonio etero no. È come dire: possono sposarsi solo il “vero uomo” e la “vera donna” e, dunque, solo se sposi una donna sei un vero uomo e solo se sposi un uomo sei una vera donna. Il vero uomo e la vera donna esistono o sono invenzioni culturali?

Risposta: Dobbiamo distinguere tra appartenenza sessuale e appartenenza di genere e capire che le categorie femmina e maschio appartengono solo alla biologia.
A livello di senso comune, però, non viene recepita la differenza tra sesso e genere e si arriva anche a ritenere che ci siano solo due sessi laddove la biologia ci dice che non è così.
C’è una costruzione culturale in base alla quale al sesso di appartenza si fa corrispondere un determinato genere. Queste caratteristiche sono dettate dalla società e dalla cultura. C’è un dualismo che viaggia nelle tante culture e per questo dovremmo chiamarle inculture.

Ci troviamo così dinanzi a tante donne fatte con lo stampino e a tanti uomini fatti con lo stampino. Si tratta di un modello vigente, uno stereotipo.

“La società di oggi preferisce vedere due uomini con le armi in mano
piuttosto che vedere due uomini che si tengono per mano”

Meditate gente, meditate…


10 commenti:

  1. Sono d'accordo con te. Anch'io penso che nell'amore il sesso biologico non conti e sinceramente trovo ridicolo che il matrimonio tra persone dello stesso sesso venga considerato contronatura. I gay non hanno fatto nulla di male a nessuno, e il matrimonio serve ad avere pari diritti per entrambi i coniugi. Sono anche a favore delle adozioni gay, tanto non mi sembra che nè gli etero nè i gay siano più bravi ad allevare i figli, possono esserci famiglie omogenitoriali fantastiche quanto famiglie etero sfasciate o viceversa, purtroppo la società questo non lo capisce. la cosa che mi fa arrabbiare è che anche tra i miei familiari c'è chi pensa che il matrimonio gay è contronatura: mi fa schifo avere gente così in famiglia. Il matrimonio serve per avere diritti paritari, e i gay non sono nè peggio nè meglio degli etero, è il carattere di una persona che conta, non il suo orientamento sessuale.
    Spero di essermi spiegata bene ;)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao petralia e benvenuta nel mio blog, ho letto con attenzione il tuo commento (ti sei spiegata benissimo), dici esattamente le stesse cose che pensano e dicono i miei lettori e che penso anch'io.
      Putroppo in Italia non si fanno passi avanti, c'è una classe politica che invece di tutelare e garantire gli stessi diritti a tutti i cittadini fomenta l'intolleranza, l'odio e la discriminazione per non parlare dell'ingerenza della Chiesa.
      Che fare? Lottare lottare lottare!
      A presto

      Elimina
  2. Vuoi che non conosca Nicla Vassallo?
    Come Lingiardi ritengo che sia una pietra miliare della comunità LGBT italiana e anche una donna davvero ammirevole (nonchè bellissima, ma questa è la mia opinione!).
    Hai presente l'omino del tuo banner?
    Ecco, io sono come lui: peace, love and vaffa a tutti quelli che pensano ancora secondo falsi stereotipi.
    Maschio o femmina riguarda solo la biologia, il resto deve uscire dai canoni e civilizzarsi.
    È pur sempre una questione di diritti che ci spettano in quanto esseri umani.
    Bacissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono un essere umano ma un Alien... Peace and Love (ma senza vaffa) anche a te :-)

      Elimina
  3. bellissimo post Xavier....già sai come la penso...credo di averlo espresso in varie occasioni...Non vi è alcuna legge divina che vieti il matrimonio tra persone dello stesso sesso...Sono solo le persone bigotte che vogliono farci credere chissà che cosa...

    un abbraccio e Viva l'amore in ogni suo colore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sa, conosco il tuo pensiero, ci vorrebbero più persone come te.
      Un abbraccio

      Elimina
    2. Ciao Sa, conosco il tuo pensiero, ci vorrebbero più persone come te.
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Xavier a volte non mi viene nemmeno da commentare oltre ciò che hai scritto. Cosa aggiungere ad un post come questo? È perfetto così com'e'!!! Un abbraccio ragazzo bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Mari ultimamente ho addosso una specie di apatia, mi sembra di lottare contro i mulini a vento... magari bastasse un post a far capire che chi è gay non è un cittadino di serie B, che non togliamo niente a nessuno, che l'omosesualità non è un virus in grado di diffondersi e di infettare tutti i perbenisti che affollano l'Italia.
      Riambio l'abbraccio donnia dai tacchi a spillo!

      Elimina
  5. Bellissimo post e condivido pienamente!
    Viva l'amore quello vero e sincero!
    Buona giornata da Beatris

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut