Followers

11/01/15

Parigi non è più Parigi!!!

Io ed Etienne abbiamo passato il fine settimana a Parigi, eravamo preoccupati per sua mamma che abita a pochi metri dal luogo della strage e per mia nonna Amelie.

Parigi è una città sott’assedio, si respira la paura e la tensione è alta, la polizia è ovunque e i cittadini cercano di non farsi prendere dal panico e vivere il più normalmente possibile.

La paura di nuovi attacchi non è aleatoria e potrebbe sfociare in qualcosa di peggio.
Abbiamo visto situazioni davvero assurde, turisti giapponesi che fotografavano il luogo dove è stato ucciso uno dei poliziotti morti nell’attentato…

Parigi è cambiata in poche ore, a occhio nudo non si percepisce, la città continua a pullulare di turisti ma il cuore pulsante della città è ferito profondamente, ora si guarda con occhi diversi anche il vicino di casa, quello che fino al giorno prima si salutava con cordialità.

Tra un mese dovrò tornare a Parigi, a quella che è la mia seconda casa, la città che amo tanto, che mi ha fatto scoprire l’amore e riprendere gli studi, ma non sarà la stessa cosa, in pochi attimi tutto è cambiato, noi siamo cambiati e tornare indietro non si può, bisogna fare i conti con una nuova consapevolezza, bisogna imparare a vivere nuovamente, impedire alla paura e all’odio di prendere il sopravvento, bisogna cambiare noi stessi e questa sarà la cosa più difficile da fare.

Prima di scrivere questo breve post, ho letto alcune notizie in rete, due mi hanno colpito particolarmente, la prima sono le parole del fratello dell’agente musulmano ucciso durate la strage a Charlie Hebdo, in una conferenza stampa trasmessa su i-Tèlè:

"Mio fratello era musulmano, si è fatto uccidere da dei falsi musulmani. Mi rivolgo a tutti i razzisti, islamofobi e antisemiti, non bisogna confondere gli estremisti e i musulmani". "L'Islam è una religione di pace, condivisione e amore"

La seconda riguarda il giocatore di calcio rodigino A.M.H.   che ha commentato la strage di Parigi con queste parole:

“L’eccidio di Parigi non mi piace perché è durato poco. Quello dell’11 settembre era più bello, 12 morti sono pochi, poi neanche una foto con il sangue, forse muoiono di paura”

Al primo dico che mi dispiace per suo fratello, ha ragione lui, sbagliamo a fare di tutta un’erba un fascio, suo fratello e non solo lui (Lassana Bathily che ha salvato la vita di sei persone) sono la parte migliore dell’Islam, degli eroi, e a loro deve andare il nostro rispetto e il nostro grazie, al secondo posso solo dire che l’ignoranza, la stupidità e l’odio non portano a nulla e se questo è il suo pensiero può prendere la sua famiglia e tornarsene in Marocco: l’Italia e la Francia non hanno bisogno di “persone” come lui.


22 commenti:

MikiMoz ha detto...

Oddio, davvero quel tizio ha detto quella cagata?
Nessuno gli ha detto o fatto niente? Oo

Moz-

Saesa Canta ha detto...

io sono del parere che non si possa fare di tutta un erba un fascio...cè gente che dice che dovremmo buttare fuori tutti gli extracomunitari e tante altre parole poco carine nei loro confronti...Sono davvero molto colpita di questo attacco tragico e che ha messo la parola fine a tante vite di persone che non c'entravano nulla...Non credo che in nome di un Dio , si possa davvero fare tali crudeltà....non credo proprio che il loro Dio gli dica di uccidere il prossimo...non ci posso, ne voglio credere!!


Un abbraccio Xavier, immagino la paura per chi ha i parenti lì...adesso in Francia cè questo buco nero....e mi auguro che tutto possa tornare come prima...anche se questa ferita sarà dura da rimarginare

Guard. del Faro ha detto...

Ciao Xavier, superfluo dire che quanto è successo mi ha addolorato profondamente, così come mi rincresce che l'atmosfera parigina, ovvero quella di una città pacifica, ridente, sia diventata così pesante.
Apprezzo le parole dell'agente ucciso e d'altra parte non capisco come si possa consentire che il calciatore rodigino resti in libertà, dopo che si è macchiato di dichiarazioni infami, che si configurano come APOLOGIA DI REATO!

Zio Scriba ha detto...

Concordo. Così come concordo con la Francia e la Spagna che vogliono rivedere gli accordi di Schengen sulla libera circolazione, cosa a cui guarda caso gli italioti si oppongono, non perdendo l'occasione di comportarsi come loro solito da anello ebete della catena...
Un abbraccio da un Parigino onorario!

Fiorella ha detto...

Come si puo' darti torto? La paura, di andare nei centri commerciali, cinema ecc. E' tanta, pero' penso che se facciamo vedere che abbiamo il terrore negli occhi, facciamo il loro gioco.
Stare attenti, con gli occhi ben vigili, ma con forza.
Non conosco bene il gioco del calcio, e tantomeno quel giocatore, ma una testa di cazzo come la sua pochi hanno!
E come hai scritto tu nel post che hai pubblicato, io non sono mai stata razzista, anzi, ma se pensare diversamente da loro, o non essere della loro religione, non portare il burka, beh io sono razzista!
Un grande abbraccio.

Melinda Santilli ha detto...

Ciao Xav, non sai quanto ti ho pensato mentre leggevo le notizie su Parigi e la strage che hanno operato quei fanatici teste di cazzo.
E' orribile quello che stanno facendo e spero che la Francia dia un giro di vite alla libera circolazione degli stranieri e all'immigrazione su suolo francese (cosa che dovremo fare anche qui in Italia, ma Renzi è troppo occupato a derubare il paese).
Non sai quanti commenti stupidi ho sentito, c'è persino gente che cerca di dare la colpa a Charlie Hebdo quando invece la colpa è di persone fondamentaliste che non sanno altro che spargere morte e violenza in nome di un dio che non esiste.
Da un abbraccio a Etienne, a tutta la tua famiglia e fatti sentire appena puoi!

Anna-Marina ha detto...

Il commento del calciatore lascia senza parole. Alla stupidità non c'è mai fine, così come alla cattiveria e alla crudeltà. C'è stato un movimento mondiale di massa, si spera che possa scuotere i violenti estremisti....ma ci credo poco. Il tempo sana le ferite, speriamo sia così anche questa volta e che le minacce che ancora si sentono siano solo voci intimidatorie.

Pino ha detto...

Chissà che paura per la mamma di Etienne e per la nonna Amelie che avete e hanno avuto!

Spero che Parigi non abbia perso quell'atmosfera romantica e affascinante che ricordo! E comunque che ritorni ad essere tale.
Questo è quello che succede purtroppo Xavier: ci portano ad essere guardinghi del nostro vicino di casa!
Ma dovremmo stare anche attenti e guardinghi a pirla come quel calciatore che ha fatto quel raccapricciante commento! Ma dici davvero Xavier? E' quasi incredibile ...se non ti conoscessi...

Un abbraccio di solidarietà
Ciao.

Tiziano ha detto...

Ciao Xavier purtroppo quello che ha i scritto e la dura verità ci vorrà molto tempo per tornare alla normalità, sempre se si riuscirà ad arrivare, perché questi momenti non si dimenticheranno mai,
ti auguro un buon inizio settimana
Tiziano.

maris ha detto...

Caro Xavier, mi compenetro nel tuo sentire, essendo Parigi la tua seconda casa. Che dire? Ti abbraccio forte.
E quel che hai riportato del calciatore mi lascia basita, stralunata. Ecco perchè accadono cose come quella dell'altro giorno al Charlie Hebdo: perchè ci sono "persone" come questo qua. Folli è dir poco. E' un insulto per i folli. Diciamo piuttosto mostri.

Guerisoli Paola ha detto...

Mi dispiace tanto per la tua citta'!! Mi dispiace tanto per tutti noi,che a causa di pochi menteccatti stiamo diventando persone cattive e diffidenti.Ma non bisogna fare il loro gioco, non bisogna lasciarci prendere dal panico, e' quello che vogliono!!!! Dire pero' che l'Islam sia una religione di pace e tolleranza, lo trovo una forzatura.Come d'altro canto non lo e' la nostra.Viviamo una Crociata, all'inverso....adesso siamo noi uccisi, torturati,la nostre donne violentate, le nostre case distrutte....e tutto in nome di che cosa????Di una religione!!!!
All'uomo basta poco per uccidere,basta una scusa banale,uno screzio, un parcheggio rubato, uno sguardo di troppo alla propria donna ecc...ecc... figuriamoci un credo religioso.Troppa tolleranza ha portato al lassismo del rispetto, in fondo dovevamo pensare ai fatti nostri.........americani in testa, e non pretendere di portare la liberta' a popoli da secoli gestiti da dittature e governi titalitari.Aveva ragione Oriana Fallaci, quando scriveva,di non fidarsi degli arabi.........

Xavier Queer ha detto...

L'allenatore lo ha buttato fuori dalla squadra... dovrebbero rispedirlo al suo paese a calci in culo.
Miaoo

Xavier Queer ha detto...

Ciao Sa
la storia insegna, le più grandi stragi l'uomo le ha commesse e le commetterà sempre in nome di Dio, Allah...
Un abbraccio

Xavier Queer ha detto...

Ma in Italia vanno in galera solo gli innocenti, i bastardi restano fuori col culo al caldo.

Xavier Queer ha detto...

I politici italiani sono dei trafficoni leccaculo, hanno tanti queli peli sulla loro lingua che può essere tranquillamente scambiata per un tappeto, non agiscono per il bene dell'Italia e degli italiani ma solo per il bene del loro portafoglio.
Che persone di merda sono!

Xavier Queer ha detto...

Impareremo a convivere anche con la paura, sperando che la bomba su cui siamo tutti seduti non scoppi perchè non si salverebbe nessuno.
Un abbraccio

Xavier Queer ha detto...

L'unico modo per fermarli sarebbe quello di comportarci come loro, ma non ci renderebbe migliori!

Xavier Queer ha detto...

Parigi è davvero cambiata in poche ore, adesso ci saranno più controlli sugli immigrati e una linea dura con i clandestini. I francesi hanno la memoria da elefanti, non dimenticano e non perdonano!
Un abbraccio.

Xavier Queer ha detto...

Ci vorrà del tempo per ristabilire una nuova normalità!
Buona settimana anche a te.

Xavier Queer ha detto...

Se in Italia ci fosse una classe politica con i controcoglioni, manderebbe questo pezzo di merda e la sua famiglia in Marocco a calci in culo. Putroppo per l'Italia e gli italiani l'unica classe politica è composta da buffoni, mafiosi e stonzi.
Perdona il mio linguaggio ma sono davvero arrabbiato!
Un abbraccio e baciotti ai monelli :-)

Xavier Queer ha detto...

Ma l'Islam esattamente come il Cristianesimo nasce come religione di pace, amore e tolleranza, sono gli uomini che ne cambiamo il vero significato a loro piacimento e si nascondono dietro il loro Dio per commettere ogni genere di nefandezza.
Un abbraccio a te e a Marco

Xavier Queer ha detto...

Adesso prenderanno misure davvero restrittive e applicheranno una linea davvero dura contro gli immigrati.
Ti ho scritto una mail, Etiennie ti ringrazia e ricambia l'abbraccio!
Bacio