Followers

14/12/14

Metamorfosi

Mentre cresco,
dalle mie radici
acquisisco  distanza
dal me pensatore.

Se avessi nuovi specchi
romperei quelli vecchi
e in ogni scheggia
vedrei i riflessi
di mille come me
dentro altri mille me stessi.

Sono carne, sono sangue,
sono sonno rubato alla notte,
una roccia erosa dal vento.

Sabbia di deserto
sono luce e sono buio,
sono il domani
del giorno diventato ieri,
sono il bianco e sono il nero,
l’ombra del mio cammino.

Sono forza e stupore,
un cacciatore di stelle.
E sia metamorfosi:
domani volerò
attraversando il cielo,
farò centro nel mondo
e mi plasmerò.

(Xavier 2014)


7 commenti:

pinkg ha detto...

Immagini piene quelle che i tuoi versi proiettano nella mente.
Bellissima!
Un caro saluto ;-)

°°valeria°° ha detto...

che bello questo , quanto sono belle le tue riflessioni
buon fine settimana VAleria

franco battaglia ha detto...

"centro nel mondo" mi piace.. e guai a rapirmi i sogni.. ;)

Melinda Santilli ha detto...

Ciao piccolo, quello che stai attraversando è un periodo molto delicato e complesso e trovo che questa poesia sia perfetta per descrivere la metamorfosi che stai vivendo.
Tieni duro e vedrai che se tutto va come deve andare, presto sarai una bella farfalla (guarita dalla stronza Leu) e volerai felice.
Baciotti

MikiMoz ha detto...

Ogni cambiamento è sempre giusto, perché permette di evolverci! ;)

Moz-

Pino ha detto...

Non so Xavier...mi mette tristezza questa tua poesia! Una profonda tristezza.
Ti prego di indicarmi se sfumature positive devo leggervi invece, perché ne sarei felice immensamente ...se mi fossero sfuggite!

L'augurio è che la metamorfosi sia ...SPLENDIDA!

Un abbraccio sincero e affettuoso.
Ciao.

Claudia ha detto...

Ciao Xavier!
Io ti ammiro..tantissimo,lo dico con tutto il cuore
Abbraccio mega