Followers

17/12/14

Lettera a Babbo Natale...

Caro Babbo Natale, ti ricordi di me?

Sono Xavier e anche se non ti scrivo da un po’ di tempo non significa che mi sia dimenticato che tu esisti anche se continuano a dirmi che non è vero, ma come è possibile se ti vedo fuori da ogni centro commerciale?

Come stanno le renne? Sicuramente meglio del cavallo che un pastore deficiente del Mississippi, un tale Edward James (mi raccomando, non portargli del carbone, potresti avere dei problemi col colore della sua pelle e ti taccerebbero di razzismo mentre non potrai dire che è omofobo), ha vestito da sposa il povero equino per protestare contro i matrimoni fra omosessuali… Chissà se anche questo povero cavallo, come il toro Benji che volevano uccidere perché gay, sarà salvato dal papà dei Simpson… Fammelo sapere!


E la Befana come sta?
Sicuramente meglio di quel cretino del ministro greco che sostiene che “il matrimonio gay è contro la natura umana e la Convenzione europea dei diritti dell’uomo”.
Darwin (e inseguito, dopo infinite ricerche, lo ha ammesso persino Freud alla faccia di chi pensa il contrario) diceva che l’essere umano è pansessuale, poi sceglie lui il suo orientamento e che fra omosessualità e eterosessualità non c’è differenza, sono entrambi orientamenti giusti: forse il ministro greco non conosce Darwin.
Forse dovrebbe occuparsi della Grecia e della merda in cui si trova, piuttosto che di gay e lesbiche.
E potrebbe evitare di tirare in mezzo la Convenzione europea, che non viene mai usata quando ce n’è bisogno ma solo quando si devono sparare grandi cazzate.

Mi raccomando, non litigare mai con la Befana e se sei arrabbiato scendi in laboratorio e fabbrica qualcuna delle tue bambole di legno, non ucciderla come fanno tanti uomini che poi invocano l’infermità mentale: il femminicidio è un crimine, anche se troppe persone credono il contrario.
Si dice “non toccare una donna nemmeno con un fiore” e infatti ci sono tanti bravi stronzi che le toccano con coltelli, pistole e mazze ferrate... e per favore non regalare alla Befana “acido numero 5” per San Valentino: fidati che non è di Chanel.
E nemmeno una collana di pietre, quelle lasciale ai fondamentalisti islamici che essendo maschi e pure coglioni pensano che massacrare una donna a pietrate sia uno sport nazionale.

E per favore non prendertela con gli elfi, è brutto fare del male alle piccole creature indifese: se non mi credi, parla con tutte le vittime dei pedofili e per favore, porta a quei mostri senza cuore del carbone ardente da mettersi nelle mutande.
No, hai ragione, è un regalo troppo cattivo.
Porta loro Robertino col kit de “L’allegro eviratore”, così finalmente evitiamo la castrazione chimica e risolviamo il problema alla radice.
E non mandare gli elfi nemmeno in chiesa, ci sono troppi preti che prendono alla lettera le parole di Gesù “lasciate che i bambini vengano a me”.
Per fortuna in chiesa non ci sono mai andato, sono ateo.

Se poi ti capita, durante il viaggio, di avere sete per favore non fermarti da Starbucks, dammi retta ne va della tua incolumità fisica.
A parte che il caffè di Starbucks fa schifo ed è comprovato che da assuefazione, ci sono illuminati di God come il pastore James David Manning che pensano che i clienti gay di Starbucks trasmettano l’ebola e ci sono commesse che potrebbero insultare la tua bellissima renna Rudolph (che è risaputamente gay) come è accaduto al modello Harry Louis.
Porta a questa commessa tante scarpe col tacco a spillo, le serviranno visto che la bitch è il solo lavoro che sa fare e oltretutto da pure il resto il che significa che fa prestazioni scadenti.

Pensa anche a tutte quelle favolose multinazionali che stanno trattando il nostro bel mondo come una pattumiera: ringraziali perché è un piacere respirare le polveri sottili, farsi il bagno nel mare e incontrare pesci con cinque pinne e sette occhi, avere i muri foderati di amianto e sentire le voci che escono dai caloriferi (per fortuna io sono sordomuto).
E’ bello avere un mondo inquinato con i fiumi color merda di mucca, i cibi biologici che di biologico non hanno niente considerato che è tutto contaminato e che quelli che dicono di non usare pesticidi li usano lo stesso.

Pensa ai guerrafondai, poverini: ormai non sanno più cosa inventare per potere vendere le loro armi e scatenare guerre. Si sono persino inventati le missioni di pace.
Da loro uno scopo, mandali a giocare nei campi minati senza la mappa.

E ricordati della Fiat e della Barilla... non perché le altre aziende siano meno importanti, è che queste fanno le coglionate migliori.
Pensa alla Barilla: c’è il mugnaio che si fila la gallina, ma mister Barilla dice che essere omosessuali è sbagliato… perché? Perché secondo Barilla la famiglia ideale è quella del papà che picchia la mamma, molesta la figlia e butta il figlio gay fuori di casa. Wow, bella famiglia.
E anche la Fiat parla di famiglia, nel senso che se figli come un coniglio puoi avere uno sconto sull’auto!
A monte che la benzina costa un capitale e che la gente non sa come mettere insieme il pranzo con la cena, ma mister Fiat quando ha partorito questa idea?
Mentre firmava per lasciare a casa tanti operai con figli a carico?
E poi pensa al poco rispetto per le donne, che cazzo sono, delle incubatrici? E la fame nel mondo come la risolviamo, scopando come ricci e mettendo al mondo altri disoccupati?
Ma che cazzo scrivo, Shish detto Matteo Renzi (Firenze ringrazia per non averlo più tra i coglioni) dice che siamo fuori dalla crisi!
Ma che ti aspetti da uno che prima di fare il politico giocava alla Ruota della Fortuna? (ho dovuto farmi aiutare da nonna Bea che ti saluta, solo lei custodiva questo antico segreto, che morirà con lei fidati. Nonna Bea vuole salvare l’umanità).
A proposito di Shis, pensa che sabato 13 è andato dal Papa per avere una benedizione visto che gli italiani gli tirano troppi accidenti e ha pure fatto una figura di merda regalandogli delle bottiglie di vino… considera che Francy è astemio!

Non dimenticare un regalo speciale per tutti i politici di tutto il mondo che si arricchiscono con le guerre, con le tasse, affamando la gente, favorendo il crimine, togliendo posti di lavoro.
Da loro una bella botta in testa o prenotali per una lobotomia così ce li togliamo tutti di mezzo.
Magari la lobotomia falla fare alla Lorenzin che non è un cazzo di nessuno ma spara cazzate a profusione e poi magari cerca di capire perché una che non ha una laurea in medicina è ministro della Salute e perché un’igienista dentale sta in politica…
Ok che in politica ci stanno cani, porci e coglioni, ma ogni tanto un illuminato non guasterebbe.

Lo so Babbino caro che tu non sei il Bambinello e i miracoli ancora non li fai, ma per piacere fa il possibile (se voli tutta la notte su una slitta trainata dalle tue renne, vuol dire che qualcosa sai fare) e ricordati di dare un po’ di felicità a tutti coloro che:

-soffrono tutti i giorni ma riescono a sorridere
-si impegnano nei paesi dove c’è guerra, carestia e pestilenza
-cercano di cambiare questo mondo marcio
-si battono per i loro diritti
-sperano, sperano e non disperano

So che non sono persone "importanti" come quelle di cui abbiamo parlato fino adesso, però... e ti lascio questo però.
Con affetto

Xavier


11 commenti:

  1. Ahaha, una letterina un po' piccata, anche se condivisibilissima.
    Tranne che alcune forzature (Barilla, Fiat: ognuno si rivolge al pubblico che desidera) per il resto sono d'accordissimo con te, sperando che tutto possa andare sempre meglio.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Ciao Xav,
    ho condiviso la tua letterina in community perchè mi sembra attualissima e anche molto giusta.
    Natale non significa, come pensano molti, fare abbuffate e regali ipercostosi ma magari fermarsi un pò a vedere come non va questo mondo e pensare cosa si può fare.
    Spero il ogni caso che il vecchio Nachele si attrezzi con tante mazze da baseball da rompere sulle teste di tutta la brava gente che hai elencato e che dia un contraccettivo alla mamma degli idioti.
    Baci

    ps: se ti interessa, ti invito a unirti a questa directory (è gratuita)
    http://world-directory-sweetmelody.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Tanta verità in questa lettera.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
  4. Quanta verità nella tua lettera e quanta triste cattiveria in questo mondo!
    Giusto per sorridere un po' (detto in punta di piedi) hai mai letto la lettera alla Befana di Leopardi? Ciaooooo

    RispondiElimina
  5. caro xavier, questa tua lettera a Babbo Natale è così veritiera
    hai affrontato quelli che sono i tanti problemi che affliggono le vite
    Caro Babbo Natale non ti dimenticare le parole di Xavier, e non ti dimenticare di lui
    fagli trovare sotto l'albero un bel regalo pieno di speranza e gioia, ma nache fortuna
    fagli trovare il mio augurio di un Buon Natale fatto di valori e affetti
    ciao Babbo Natale e ciao caro Xavier VAleria

    RispondiElimina
  6. Ancora una volta mi stupisce la tua poliedricitàe dimostri di avere una mente che aspira e annusa e cataloga ed elabora tutto ciò che incontra.
    Buone Feste!
    Cristiana

    RispondiElimina
  7. Ho visto il link sul blog di Cavalere del blog.
    Mi hai veramente colppito. Ottima lettera! Piena di verità sacrosante.
    L'unico problema è che hai riempito di pproblemi il povero Babbo Natale.
    Ciao. Ti condivido Patricia

    RispondiElimina
  8. Wow! *_____* che bellissimo post! Una bellissima lettera! Chissà che Babbo Natale la legga perché merita davvero ^^ .
    Ho scoperto il tuo blog da "Web sul blog" se hai voglia passa da me!
    A presto... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
  9. Grazie per questa lettera, aggiungo anche la mia di firma!
    Hai scritto tutto quello che c'era da scrivere, quoto ogni singola frase, ne farei un manifesto da appendere per tutte le strade, al posto di quelle merdate di pubblicità che fanno distrarre al volante...
    Ti abbraccio con affetto, grazie per la condivisione recente!

    RispondiElimina
  10. Però fanno in modo che si provi a far diventare il mondo un po migliore! ...e tu caro Xavier...un pochino ci riesci.

    A presto.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ciao Caro!
    Tutto bene? sono stata parecchio assente nell'ultimo anno....
    Ma spero di ritrovare il tempo per esserci di più!
    Ti auguro Buone Feste!
    Giuls

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut