Followers

04/04/14

Fuoco sulla collina

Ieri ho sognato un giardino,
Nel sogno con me c'era un uomo
Lui mi girava le spalle
Solo perché non vedessi il suo viso.
Ti prego lasciami andare,
Ti prego chiunque tu sia
Com'è che sei così cieco
Non vedi, c'è il fuoco sulla collina.
E il fuoco proietta le ombre,
Arrivano fino ai cancelli
L'eco rimanda i rumori non senti, lassù
Si sta combattendo.
Farò la strada del fiume
In un'ora sarò su al passo
Gli altri hanno già raggiunto la cima
Vedremo il fuoco sulla collina
E forse dopo canteremo
A squarciagola canteremo
A sedici anni correre senza fiato è dolce.
Illuso, romantico e fesso - lui mi rispose -
I fuochi di cui stai parlando
Sono fari puntati sul campo
Dei trattori che stanno trebbiando.
Ieri ho sognato un giardino,
Nel sogno con me c'era un uomo
Lui mi girava le spalle
Solo perché non vedessi il suo viso...


8 commenti:

MikiMoz ha detto...

Grande Ivan, teramano come me :)
Oggi è suo figlio che porta avanti la musica del padre.

Moz-

Antonella S. ha detto...

Ciao Xavier, bellissima...non la conoscevo grazie per averla pubblicata!
Come stai?
Un bacione e un abbraccio.
Antonella

Melinda Santilli ha detto...

Bella, bellissima, un Graziani che non conoscevo e scommetto che il video te l'ha consigliato Malanova!
Un abbraccio

Xavier Queer ha detto...

Dicono che è bravo come lo era suo padre.
Xav

Xavier Queer ha detto...

Ho scoperto il testo per puro caso, lo trovo ricco di significato.
Un abbraccio

Xavier Queer ha detto...

Hai indovinato Mel :)
Un abbraccio

Claudia ha detto...

Ciao Xavier!
La sua musica particolare e senza tempo non tramonta mai! è bellissima e adoro ascoltarla..non sapevo che il figlio segue le orme del padre ora mi vado a documentare sono curiosa di scoprire...
Un abbraccio :)

vittorino albenga ha detto...

Bellissima, grazie.
Se ti va, ogni tanto dacci notizie.
Un abbraccio anche da me.