Followers

16/03/14

E adesso?

La leucemia è una grave forma tumorale che colpisce il fluido principale del nostro corpo, il sangue, e il midollo osseo che lo produce, provocandone la distruzione.
Questo è il grande terremoto.
Che fai quando ti dicono che hai la leucemia? Mi sono chiesto giustamente ma tutte le sfighe a me?
Lo so che ci sono persone che stanno peggio, ma non è un buon metro di consolazione e poi in questi momenti di pensare agli altri non ne hai voglia, per una volta pensi solo a te stesso e ti chiedi cosa fare.
Vi giuro, la parola leucemia mi terrorizza molto di più del fatto di essere nato sieropositivo.
La leucemia è un cancro, di cancro si muore oppure ci si deve convivere con le disgraziate conseguenze del caso.
So che in alcuni casi si guarisce, ma ti trema lo stesso la terra sotto i piedi perché non sai in quale casistica il destino ti ha collocato.
Ora deciderò io marginalmente di me, sono in mano ai medici che mi hanno già preparato un bel tour de force fatto di chemioterapia e radioterapia: perderò i capelli, starò male... e anche loro sono preoccupati perché il  mio è un caso particolare.
Leucemico e sieropositivo, giusto per non farmi mancare niente.
Ho seguito il consiglio della mia psicologa, ne sto parlando liberamente, lei dice che dovrebbe farmi bene.
Non lo so se mi fa bene, adesso l’unica cosa sicura che so è che ho paura, ma andrò avanti nel modo più normale possibile: alcune volte parlerò, altre no, altre volte sarò talmente arrabbiato da mandare a fanculo tutti.

E questo è tutto.


21 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Una notizia che sicuramente non mi fa piacere leggere e provo un enorme dispiacere.
Sono convinto che lotterai anche questo male e non arrenderti mai.
Un abbraccio.

Zio Scriba ha detto...

Accidenti, amico mio. Quando prima parlavi di "automobile" intuivo che fosse solo una metafora, ma speravo si trattasse di qualcosa di molto più lieve. Vorrei donarti parole di incoraggiamento e conforto, ma in questi casi persino uno scrittore si deve arrendere davanti alla debolezza della parola scritta. Spero solo, con tutto il cuore, che sia uno di quei casi più lievi, quelli che se presi in tempo si possono combattere.
Per quel che può valere, ti sono vicino. E mi conforta sapere che non sei solo, perché hai (se ho capito bene) un ragazzo che ti ama davvero.
E se mandarmi affaculo può farti sentire anche solo impercettibilmente meglio, mandamici, con tutte le forze che hai!
Un abbraccio.

Saesa Canta ha detto...

Xavier,
ti sono vicina con il cuore e con la mente...non mi sento di aggiungere altro.
ti abbraccio stretto

Melinda Santilli ha detto...

Xavier, so molto bene l'incazzatura che stai provando e anche lo sgomento. La mia storia la conosci bene, quindi non mi dilungherò perchè adesso quello di cui hai bisogno è altro.
Non ti assicuro che sarà tutto rose e fiori, nè che sarà semplice: devi affidarti alle persone che ti amano, in loro troverai il sostegno necessario per andare avanti nei giorni bui.
E ricordati che non sei costretto a sorridere sempre, hai il santo diritto di essere triste e incazzato.
Sì è vero: perderai i capelli, le cure saranno dolorose, farai esami da bestemmiare per il male che sentirai, ci saranno giorni in cui non ti alzerai nemmeno dal letto e non vorrai vedere nessuno.
Ma non sarai mai solo, questo cacciatelo bene in testa.
Non smetterò di scriverti, quindi per qualsiasi sfogo o dubbio ricordarti che ci sono.
E un'ultima cosa, testina (come si dice da noi a Milano): diamo un bel calcione nel sedere alla morte, lottiamo con le unghie e coi denti.
Ti voglio tantissimo bene :-)

adriana ha detto...

che dire? una cosa terribile a cui non si può dare voce con le parole.
Mi dispiace davvero tanto , tanto perchè non è giusto per una persona giovane soffrire, non è giusto per nessuno , ma ancora di più per chi ha davanti la vita.
Combatti ogni giorno, ogni ora, la vita è davanti a te.
Un grande abbraccio e scusa se le parole non possono dare nulla

MikiMoz ha detto...

Già il fatto che ne parli significa che vuoi affrontare (e vincere) questa ennesima terribile prova che il destino ha avuto in serbo per te.
E' una grande cosa, hai una grande forza, e questa forza positiva sarà di grande aiuto.
Per quel che può significare, da un totale estraneo, ti mando un megaabbraccio con una spinta a reagire.

Moz-

Mia Euridice ha detto...

Prima di lasciare un commento ci ho pensato per un po'.
Come commentare?
Cosa commentare?

La paura è il minimo che tu possa provare. E non oso immaginare nulla di più. Come potrei?

Gianna Ferri ha detto...

Mio caro Xavier, avevo intuito che avevi qualche problema, ma non fino a questo punto.

Sei forte e devi combattere.

Io ti sono vicinissima e ti faccio sentire tutto il mio calore e la mia solidarietà.

Ti abbraccio fortissimo.

cristiana2011-2 ha detto...

E adesso devi tirare avanti, perchè questa è una tua caratteristica.
Sei troppo intelligente per fossilizzarti nell'idea che non ci sia nulla da fare, infatti anche tu riconosci che, oggi come oggi, la leucemia e curabile, nella stragrande maggioranza dei casi, aggiungo io.
Credo che la tua psicologa ti abbia dato un ottimo consiglio : a mio parerei il blog , oltre ad essere una sorta di diario, è un contenitore ove poter scaricare le tensioni e le paure contando sul fatto di poter trovare qualcuno, al di sopra di ogni sospetto, in grado di capirti e, perchè no, anche di aiutarti.
Cristiana

Mary Fisher ha detto...

Ciao Xavier, non pensare che non ti abbia scritto subito perchè non mi interesso a te, è solo che ho avuto da lavorare davvero molto.
Io e Scott abbiamo letto il tuo post col cuore in mano: anche noi abbiamo attraversato il calvario del cancro e sappiamo che non sarà facile, ma questo non significa gettare la spugna.
Sei un guerriero nato e non sei solo, conta sempre su chi ti vuole bene e su di noi.
Un abbraccio forte,
Mary e Scott

carlafamily ha detto...

Caro Xavier, stai parlando proprio di te?
Leggo e rileggo cercando di intendere che il post forse si riferisce ad una sensazione che hai captato ma che non ti riguarda, però non mi sembra affatto così.
Molti sono spaventati alla sola idea di parlare di questo "terremoto", e lo si può ben comprendere visto che provoca un'esplosione di paure che avvengono internamente, non è per nulla facile parlarne.
Quindi lascio il mio commento a metà, so bene cosa significhi la parola "leucemia", è una delle più grandi battaglie della vita dalle quali si può vincere.
Un caro abbraccio!

essereincompresielasortedituttinoi ha detto...

Io sono qua lo sai... e ci sarò sempre... quindi ogni qual volta avrai voglia di parlarmi sai dove trovarmi...

Ora c'è il periodo dello scazzo... ne hai passate tante... ma NON MOLLARE MAI... questa è una promessa che devi farti...e farci...
la paura è normale... ma devi continuare ad andare avanti a lottare e non mollare mai...

Il pensiero positivo aiuta... non fa miracoli... ma se aiuta perchè non provarci???

Ti abbraccio fortissimo

Xavier Queer ha detto...

Grazie a tutti per il vostro sostegno, so che dovrei rispondere a ognuno di voi cercando le parole giuste e le frasi giuste da dire, ma oggi non mi sento proprio ispirato... non saprei che dirvi, so solo che devo ancora riprendermi dalla botta.
Vi abbraccio.

Stefyp. ha detto...

Mio caro Xavier ero passata per un saluto e trovo questo post...non trovo le parole per dirti quanta tristezza mi ha lasciato...sono notizie che non vorresti mai leggere e ancor meno da un amico. So che qualunque cosa io ti possa dire non riuscirà a fugare il disorientamento che in questo momento puoi avere e non credo di poter essere in grado di sapere bene quello che si può provare in questi momenti.
Mi dispiace molto, davvero molto e posso solo dirti tieni duro, come ti hanno detto, si può guarire. Sono certa che puoi farcela, ma devi essere molto forte. Io ti sono vicina con il pensiero e ti abbraccio forte forte, Stefania

(Ti ho lasciato un altro commento, ma non so se l'ha preso. Se ne trovi due cancellane uno)

Betty ha detto...

Ciao Xavier, tutte le parole del mondo non basterebbero a colmare il baratro che ti vorrebbe annientare… ma sappi che io sono qua e ti terrò la mano giorno dopo giorno in questa dura battaglia…
Ti auguro di avere tanta forza nei momenti più bui, e tantissima rabbia da tirar fuori per sfogarti e sentirti meglio…
Lotta con tutte le tue forze… noi saremo qui a sostenerti, sarà dura, ma puoi farcela!
Ti stringo forte forte TVTB

Xavier Queer ha detto...

Ancora grazie a tutti, vi abbraccio :)
Xavier

Ale ha detto...

Condivido il pensiero di Betty, cerca di lottare, se ti viene da piangere piangi, se ti viene da urlare urla, noi siamo qui a sostenerti... FORZA.
Un abbraccio.

RobbyRoby ha detto...

ciao
sono passata ora sul tuo blog......sono rimasta di sasso, scusami ma non so cosa scriverti. Ti mando un grande abbraccio e tanti pensieri positivi e non mollare mai.

Claudia ha detto...

Ciao!
Ti voglio aggiungere nei miei amici blogger per non perderti di vista e leggere tue notizie se ti fa piacere..una persona di famiglia ha avuto il tuo stesso problema,siamo soci!
Un grande abbraccio

Ornella ha detto...

Ti ho appena conosciuto tramite il blog di Vincenzi Iacoponi e sento già per te un affetto enorme! Sai, io sono una vigliacca per quanto riguarda le malattie e che tu dica d'aver paura è il minimo sindacale! Spero di tutto cuore che con l'aiuto della tua psicologa e degli affetti più cari, tu possa affrontare con grinta questa battaglia per la vita ed uscirne vincente! Ancora un abbraccio ed un bacione, ragazzo mio!

Beatris ha detto...

Vicina col pensiero e la mia amicizia!
Non ho parole, lascio parlare il silenzio del mio cuore!
Un forte abbraccio da Beatris