Followers

06/02/14

Splendore

"Avremo mai il coraggio di essere noi stessi?" si chiedono i protagonisti di questo romanzo.
Due ragazzi, due uomini, due destini. Uno eclettico e inquieto, l'altro sofferto e carnale. Un’identità frammentata da ricomporre, come le tessere di un mosaico lanciato nel vuoto. Un legame assoluto che s'impone, violento e creativo, insieme al sollevarsi della propria natura. 
Un filo d'acciaio teso sul precipizio di una intera esistenza. I due protagonisti si allontanano, crescono geograficamente distanti, stabiliscono nuovi legami, ma il bisogno dell'altro resiste in quel primitivo abbandono che li riporta a se stessi.
Nel luogo dove hanno imparato l'amore.
E alla fine sappiamo che ognuno di noi può essere soltanto quello che è. E che il vero splendore è la nostra singola, sofferta, diversità.
(Ibs.it)


"E davvero accadde. E fu contro natura. E davvero vorrei sapere che cos'è la natura."
Il nuovo romanzo di Margaret Mazzantini, Splendore, è una bellissima storia.
Una bellissima storia d’amore.
Una bellissima storia d’amore gay.
La voce narrante del protagonista è poetica, piena di sentimento, di emozione, di dolore, di voglia di riscatto e di desiderio di essere se stessi.
La storia di Guido e Costantino è anche un viaggio attraverso i molti mondi della letteratura, comincia da Roma e raggiunge Londra, si addentra nelle pieghe più scomode dell’amore, quell’amore omosessuale di cui il nostro paese ha ancora un malsano e ingiusto timore.

Margaret Mazzantini ha scritto secondo me il più bello dei suoi romanzi, una storia che potrebbe essere la storia di tutti gli amori ostacolati, gay, lesbo o etero che siano: un libro che rivendica il diritto di trasformare la vergogna per qualcosa che non è comunemente accettato in amore.
Perché, al contrario di come ha detto qualche critico, questo romanzo non è uno scandalo: il vero scandalo come è scritto nel libro sarebbe non aver cercato se stessi. E alla fine la morale, se esiste, è una sola: ognuno di noi può essere soltanto quello che è, perchè il vero splendore è la nostra singola, sofferta, ma bellissima diversità.


“Mi dispiace di averli lasciati, quei due” esordisce quando le diciamo che Splendore ci è piaciuto molto, anche se avremmo voluto un po’ di tempo per lasciar ‘decantare’ una lettura tanto densa, coinvolgente.“Splendore l’ho pensato, all’inizio, come alla storia di un’estate. Un’estate di bellezza.” 
Uno splendore che è sinonimo di quella giovinezza in cui ti senti onnipotente, ma anche “lo splendore di vedere negli occhi di chi ami la più bella immagine di te stesso.” 
E’ poi diventato una sorta di romanzo di formazione che segue i protagonisti dall’infanzia all’età adulta, un caleidoscopio di luoghi, eventi e personaggi con il fil rouge del sentimento che i due provano uno per l’altro.

(da un’intervista a Margaret Mazzantini, machedavvero.it)


18 commenti:

MikiMoz ha detto...

Venuto al mondo non mi ha fatto impazzire... Questo sicuramente finirà a casa mia in un modo o nell'altro e lo leggerò... Ti farò sapere, gattaccio :)

Moz-

Betty ha detto...

Dev’essere un bellissimo romanzo Xavier, dove la caratteristica principale, mi sembra d’aver capito sia una forte introspezione, e la profondità di sentimenti che avvolge questi due ragazzi.
Non è sempre facile essere se stessi, molti si nascondono, forse per timidezza, o per nascondere lati oscuri, ma io penso che essere se stessi porti alla vera libertà, soprattutto nel poter scegliere di essere ciò che vogliamo.
Mi piacciono molto le storie d’amore… bellissima recensione. Grazie!
Ciao Xavier, un bacio :-)

Melinda Santilli ha detto...

Mi devo comprare l'ebook!!!
Non vedo l'ora di leggerlo perchè la Mazzantini scrive troppo bene, i suoi libri sono un piccolo tesoro e non basta leggerli una volta per goderli appieno.
Bellissima come sempre la tua presentazione (e anche la foto di Brian e Justin!),
un bacione

Nella Crosiglia ha detto...

Trovo la Mazzantini una donna intelligente , oltrechè bella, e una scrittrice di successo, meritato!
Ho letto un paio di suoi libri e mi sono piaciuti, forse un po' meno i film tratti dai suoi lavori, ma li ho ugulamente graditi.
Leggerò sicuramente quest'ultimo...
Grazie gattino mio...
Una buona giornata, spero all'asciutto almeno per te!
Bacio grande!

Ale ha detto...

L'ho regalato per Natale ad un'amica, non conoscevo bene la storia... ma lei lo desiderava leggere. Grazie per la tua recensione. Un saluto e un buon fine settimana.

Zio Scriba ha detto...

Diciamo che i nostri grandi editori sono sempre meno bravi a propagandare i loro libri. Perché la citazione che viene sparata in tutte le lenzuolate pubblicitarie dei grandi giornali ("E davvero accadde. E fu contro natura" ecc) è di una banalità così sconcertante che, senza la tua bella recensione, mi avrebbe tenuto lontano mille miglia dal libro. In realtà mi avrebbe tenuto lontano anche l'autrice, i cui romanzi non mi sono mai piaciuti. Ma se mi dici che questo è di gran lunga il migliore dei suoi, magari proverò a metterlo in lista...

Ciao! :D

Chat Noir ha detto...

Ciao Zio, non voglio convincere nessuno, non è nelle mie corde. Io cerco di non precludermi nessuna strada in nessun campo, voglio avere una visione a 360° su tutto perchè solo così posso farmi un'opinione personale. Le pecorelle che seguono il pastore non mi piacciono!
Ciao :)

Chat Noir ha detto...

Grazie a te Ale :)

Chat Noir ha detto...

Libri e film tratti da libri non sempre riescono bene. Ognuno di noi dovrebbe avere della lettura una visione più ampia, senza fosilizzarsi.
Un abbraccio... e no non è una bella giornata!

Chat Noir ha detto...

Mel se compri l'ebook ti cancello dai blog che seguo, i liberi devono essere rigorosamente cartacei...
Un abbraccio :)

Chat Noir ha detto...

E vero Betty, essere se stessi è davvero difficile e quando lo fai c'è chi cerca di massacrarti e scredidarti (capirai tutto leggndo l'altro post).
Un abbraccio moltiplicato 3 :)
VVB

Chat Noir ha detto...

E ora veniamo a te Mozzino, ho ricevuto una mail (non faccio nomi, ci arrivi da solo) dove ho letto con un certo disappunto, dispiacere quello che hai scritto.
Siccome una stronza ha insinuato che io sia un fake tu scrivi: "devo pensare che tu e... siete fake" perchè? Spiegamelo!
Se è per le divergenze di opinione, allora dovrei pensare la stessa cosa di te, dal momento che la tua opinione su Venuto al mondo non collima con la mia... Hai perso punti!

La Betty ha detto...

Ciao Xavier,
mi è piaciuta molto questa recensione e ho intenzione di leggere il libro della Mazzantini, dev'essere una storia d'amore travolgente e ricca di emotività... m'ispira.
Ho letto il tuo post precedente e devo ammettere che non ho capito granché se non che ci sono stati degli scambi di idee su un blog che entrambi seguiamo e che personalmente stimo molto ( tutta colpa di Freud?) ma non riesco a comprendere cos'ha scatenato tutta questa tua rabbia. Forse leggendo i post più vecchi riesco a farmi un'idea di ciò che sta accadendo...
Stammi bene carissimo

Chat Noir ha detto...

Ciao la Betty, grazie per il tuo commento, mi fa molto piacere.
Il nuovo post è per alcune persone, non ho voluto fare nomi, non mi sembrava necessario.
Tutto si è scatenato attorno a un mio commento su una certa frase (a dire il vero più di una) che secondo me lancia un messaggio sbagliato... frase e non film... mi hanno lapidato. Ergo? Smetterò di commentare in maniera seria e mi limiterò ai banalissimi "che bello" "brava/o" ovvio non con tutti!
Xavier

Beatris ha detto...

Bellissima recensione, Splendore sarà il prossimo libro che leggerò!
Xavier sei una bella persona, non prendertela per i messaggi di persone che non sanno che significa il rispetto, vai avanti per la tua strada, tante persone sono dalla tua parte!
Un abbraccio e buona serata da Beatris

Fioredicollina ha detto...

Devo leggerlo assolutamente, ho tutti i precedenti libri e la tua recensione mi ha aggiornato, così lo acquistero'. Purtroppo è un periodo , anzi da mesi, che ho la mente bloccata, non riesco a leggere libri, io che li divoravo....beh....sarà appunto un periodo.
Ciao

Chat Noir ha detto...

Grazie Beatris per il commento ma soprattutto per le belle parole che hai nei miei confronti.
Cerco sempre di comportarmi in maniera educata e di rispettare tutti, ma a volte sono costretto a tirar fuori la parte peggiore di me... evidentemente c'è chi pensa che sia stupido!
Un abbraccio
Xavier

Chat Noir ha detto...

Fiore un momento di stanca capita a tutti, tu poi hai subito diversi scossoni. Non preoccuparti, lascia passare questo periodo i libri non scappano.
Un abbraccio :)