Followers

03/01/14

Sento puzza di m...

Questa frase, si dice, sia stata pronunciata l’anno scorso o nel 1997 (dipende, ci sono versioni discordanti sull’accaduto, sembra un po’ la storia della fine del mondo che tanto prima o poi arriverà quindi basta posticipare la data di volta in volta), si dice che sia stata chiarita, smentita, che sia tutto un fraintendimento.
Fatto sta che la frase c’è, nero su bianco e che verba volant ma cazzata manent.
La frase incriminata è gli handicappati sono figli di coloro che non sono arrivati puri al matrimonio, a pronunciarla parrebbe (diciamo così perché ormai ci sono tantissime versioni dell’accaduto, tra un po’ l’ha pronunciata ET durante il discorso di insediamento alla Casa Bianca!) sia stato il vescovo dell’Opus Dei Javier Echevarria Rodriguez (e che cacchio, costui porta la versione spagnola del mio nome…).


(Homus Stronzus)

Che a dirla sia stata Echevarria o ET poco mi importa, il problema è che una frase del genere è stata pronunciata e se tuttora se ne parla nel web significa che ha lasciato il segno.



Io sono gay, e già di fronte a testoline “pensanti” come Echevarria parto male perché sono un abominio: a tal pro vorrei ricordare che se persone come Echevarria mangiano crostacei nonostante il passo del Levitico lo vieti, non vedo perché io non posso essere gay.
(a tal proposito ringrazio in mio tecnico audio/video MesserMalanova per aver postato questo video, so che qualcuno potrebbe trovarlo offensivo, ma quando ci vuole ci vuole) 



Ma oltre questo, sono handicappato, invalido, diversamente parlante/udente, diversamente abile, insomma chiamatemi come volete ma sono una delle persone che Echevarria ha citato nella sua mirabolante massima.
Perciò, se ragiono secondo la sua eccelsa mente, siccome i miei genitori biologici non sono arrivati puri al matrimonio (e questo è vero) allora io sono impuro e perciò invalido.
Premetto che anche i genitori di tanti altri ragazzi non sono arrivati puri al matrimonio, eppure la stragrande maggioranza (per fortuna) di questi ragazzi non sono invalidi.
Perciò l’equazione funziona? Sti cazzi, assolutamente no!

Ed è inutile che Echevarria se ne esce fuori con frasi alla Silvio come non volevo dire esattamente quello che ho detto, avete capito male se poi il succo del discorso è Gesù/Dio/chi vi viene in mente ama tutti ma siccome ama di più chi non tromba, dunque lo punisce dandogli figli invalidi.
Punto primo: a questo punto preferisco che nessuna entità sovrannaturale, che sia Dio o un poltergeist qualsiasi non importa, mi ami, se non mi inserisce nella sua lista di amici su fb è meglio.
Punto secondo: ma se le persone invalide sono frutto della non purezza e della libera fornicazione, gli stronzi come Echevarria di cosa sono frutto?



Per cercare una risposta a questo quesito di carattere filosofico e scientifico, ho fatto un po’ di ricerche (tanto non dovendo andare a scuola avevo tutto il tempo che volevo) valutando diverse ipotesi:
-incrocio uomo alieno: improbabile, se gli alieni ci vedono così come siamo scappano, sono troppo intelligenti per noi;
-incrocio uomo ameba: stessa cosa, l’ameba non la da, la/lo tiene solo per sé reputando giustamente che i risultati della moderna evoluzione sono uno schifo su tutta la linea;
-incrocio uomo e donna intelligenti: non nascerebbe uno stronzo, quindi l’equazione salta a prescindere;
-fecondazione in laboratorio o clonazione: e qui potrebbero sorgere dei problemi. Dal momento che i donatori sono anonimi, si potrebbe correre il rischio di imbattersi in un Echevarria che potrebbe dar vita a una generazione di homus stronzus. Per fortuna non siamo capaci di clonare uomini, ipotesi fallita.
-incrocio uomo e donna puri e bigotti: ed eccola qui, la soluzione, la madre di tutte le risposte, la x che cercavo!

Per forza che l’unica variabile rimane uomo e donna puri e bigotti, perché se i ragazzi invalidi sono frutto del peccato, allora quelli stronzi devono essere frutto solo dell’autentica purezza e dell’amore divino che rafforza lo spirito e altre cazzate sui generis.
Echevarria, ti faccio una domanda alla quale so che non risponderai ma chissenefrega io te la pongo lo stesso: perché critichi i genitori “impuri” e non accarezzi con un randello le schiene dei preti pedofili?
Perché non li illumini d’immenso con un bel falò che fa tanto revival dei roghi medievali?
Echevarria, che cazzo dici? Ma ti è partito l’unico neurone che avevi in testa oppure è quello che hai in comodato d’uso con tutti gli altri stronzi della terra come te?
Esplicati, chiarisciti, perché non si capisce tanta stronzaggine in un’unica persone che porta la tonaca e che dovrebbe parlare dell’amore di Dio!
Se fossi in Dio manderei qua suo figlio a randellarti, altrochè!
Echevarria, impara da Francesco: fatti illuminare da lui, spara meno cazzate, sii più umile e se ti riesce mangia meno gamberi e tenta di essere intelligente.
Sai perché ti dico tutto questo?
Perché ci tengo che la tua anima pura vada in paradiso (ammesso che esista) una volta che tu sei morto, giusto per farti parlare con tutti i ragazzi invalidi e i loro genitori “impuri”.
Magari impari qualcosa.

Termino il post con una frase di Giobbe Covatta e una mia, ispirata sempre da Giobbe:
Questo libro è dedicato a Don Ginepro, il prete di quand’ero bambino, che per evitare che ci toccassimo, ci toccava lui. Bontà divina.
(Giobbe Covatta)

Caro Gesù Bambino, ti ringrazio per aver esaudito i miei desideri dell’anno scorso: ti avevo chiesto di eliminare gli stronzi dal mondo, ma non ho ancora capito come mai il mondo è sempre pieno di merda.
(Xavier)



16 commenti:

Gianna Ferri ha detto...

Dopo aver letto il tuo post, resto sgomenta, per l'imbecillità di certi uomini...

Ti abbraccio, Xavier.

RainMan ha detto...

Ciao Xavier, prima di tutto buon anno e ti rinnoviamo ancora gli auguri per la bellissima Noah, l'è una bimba davvero bellina! Ma guarda te bischerino, sei diventato zio!
Ora hai delle resposabilità oggettive!

Ma parliamo di altri bischeri, anzi di merdaioli: non sono sconcertato, ormai questa fase è superata.
Dico, scrivono libri come "10 motivi per diventare cristiani" (si trova in libreria, ahimè) mentre io scriverei "1 miliardo di ottimi motivi per restare atei" e al primo posto metterei che se rimani ateo per lo meno non sei costretto ad ascoltare stronzate di persone come Echevarria.
Che poi peraltro si è autoinsultato, perchè essendo un coglione privo di cervello, è più invalido di tutte le persone che purtroppo la vita ha reso diversamente abili.

Un abbraccio da parte mia e di Lago

MikiMoz ha detto...

Scusa Xavi, ma che minchia di fotte di dare retta a frasi così stupide che nessuna persona normale prenderebbe mai in considerazione?
Io stesso non avevo mai sentito questa cosa, né nel 1997 né oggi...
Che te ne frega... ci sono un sacco di handicappati nati da coppie arrivate purissime al matrimonio, coppie cattolicissime... Il vero handicappato mentale è chi ha detto quella frase, che offende i credenti stessi...

Pizzicotto a te :)

Moz-

Melinda Santilli ha detto...

Xavier, sapevo di questa notizia e come te sono incazzata, offesa, sconcertata...come sai io sono cresciuta in un ambiente fortemente cattolico (che poi ho saggiamente provveduto a ripudiare in seguito a vicende che tu conosci bene) e mi sono sempre chiesta: ma se la chiesa è lo strumento di Dio, è questo il conforto che da a chi soffre?
Cosa offre la chiesa? Omofobia, pedofilia, razzismo, incomprensione, indifferenza, disprezzo verso i deboli... che dire, hanno capito tutto del messaggio del loro Dio!
Un bacione

Chat Noir ha detto...

Ciao Moz, cosa mi frega di Echevarria? Potrei dire niente perchè sono ateo, ma non posso restare indifferente perchè l'indifferenza porta all'ignoranza e l'ignoranza porta alla dittuatura di persone come Echevarria e tanti altri.
Una frase del genere prima di tutto dovrebbe indignare chi si professa credente perchè viene pronunciata da uno che dice di essere ministro di Dio (e se fossi in Dio lo fulminerei), poi dovrebbe indignare tutte le persone che non sono "normali" (e qui bisogna stabilire, a monte tutti i vari nomi che la società inventa per farci sentire meglio, cos'è il concetto di normalità).
Io nasco da genitori biologici che non sono stati stinchi di santo, ma certo non posso dargli la croce addosso per essere nato sordomuto, posso dargliela per altre ragioni ma non per questo.
Tra i miei amici mi vengono in mente Betty e suo marito: il loro figlio ha problemi di salute ma non è mica colpa loro.
Melinda ha problemi, Audrey ha problemi ma non è colpa dei loro genitori.
Quindi sì, mi incazzo perchè già queste famiglie devono affrontare un calvario imposto dalla società che non accetta i "diversamente abili" o come cazzo volete chiamarci, in più devono anche sentirsi dire che è colpa loro...
Mi sembra troppo.
Quindi indignamoci e facciamolo pubblicamente, perchè certe cose non possono essere ignorate.
Miao!

Chat Noir ha detto...

Queste persone non riescono a vedere la trave che hanno nei loro occchi e anche in un posto più in ombra!
Bacius

Chat Noir ha detto...

Chiamarli uomini è davvero troppo... Certo che l'imbecillità cresce in maniera esponenziale quando chi parla non collega il cervello alla bocca!
Un abbraccio :)

Chat Noir ha detto...

Putroppo voi udenti le stronzate siete costretti vostro malgrado ad ascoltarle, io sono più fortunato perchè non udendo posso se voglio evitare di leggerle!
Un abbraccio alla mia coppia preferita :)

MikiMoz ha detto...

Innanzitutto io non vi chiamo diversamente abili perché mi sa tanto di termine creato ad hoc per essere politicamente corretti ed io sono tutto fuorché politicamente corretto, ma almeno -spero- non ipocrita.
Quanto a quello che hai detto, sì, ovvio che comprendo le tue ragioni, ma secondo me quella infelice e assurda frase sarà stata condannata anche dalla gente interna al suo movimento, per quanto è idiota ed offensiva verso l'intelligenza di credenti e non.

Moz-

Chat Noir ha detto...

Mai detto che sei ipocrita, "come cazzo ci chiamate" era rivolto alla società in generale, non posso fare nomi e cognomi di chi non conosce l'ipocrisia e non ci tratta da "diversi".
Purtroppo Echevarria non è stato "condannato" dal suo movimento, anzi ha ottenuto molti consensi... evidendemente l'idiozia riscuote molto credito!
Xavier

adriana ha detto...

Non credo che imbecillità sia il termine giusto in quanto è ben più terribile che una persona (?) che si definisce religioso possa arrivare a dire cose del genere.
Cosa significa essere puri? A me non tocca più tanto....ma forse è colpa mia se i miei figli sono ambedue miopi..perchè non sono stata pura pima del matrimonio....scherzo ma non tanto. la cosa grave è che non è detta per ignoranza, ma per convinzione...il discorso sarebbe lungo.
Emblematico il video.
Ancora tanti auguri per l'anno tutto nuovo che sta iniziando.
Un abbraccio

Betty ha detto...

Ciao Xavier, io non so se quello era veramente il senso della sua frase, ho cercato in internet e non ho trovato certezza di questo, ma SE veramente l’ha pronunciata… sarei indignata eccome!
E come dici tu, se ancora se ne parla e ha sicuramente lasciato il segno in molti sarà vero...
Un pensiero malsano scaturito da persona malsana... non aggiungo nient'altro
Non ho parole quando succedono queste cose, mi viene solo il voltastomaco.
Il tuo comunque è stato un giusto sfogo.
Ciao Xavier, un abbraccio

Audrey Borderline ha detto...

Ciao Xavier,
come sempre la cattiveria regna sovrana, complimenti alla mente eccelsa che è riuscita a dire una cavolata tanto grande.
Esiste gente che nasce sana, da genitori cattolici e praticanti, e che per vari motivi, malattie e circostanze diviene diversamente abile...incidenti stradali con gente costretta sulla sedia a rotelle, una mia amica ha perso la vista per un errore medico ecc .
Nella vita non si dovrebbe mai ridere, giudicare e condannare gli altri,perchè quando meno uno se lo aspetta può trovarsi a far parte della cerchia da lui denigrata e condannata.
Ti abbraccio Xavier, non pensarci e non starci male perchè la bocca che ha pronunciato tali parole e nulla mescolato con niente

Chat Noir ha detto...

Non ci sto male Audrey, sono solo incazzato come un puma di lunedì mattina dopo una sbronza... e che certe stronzate dette da uno che si definisce ministro di Dio proprio non riesco a digerile.
Un abbraccio

Chat Noir ha detto...

La "gaffe" di Echevarria è stata subito corretta, l'alto stronzo non si riferiva ai genitori dei disabili ma ai figli delle sieropositive: "E' escluso che Echevarria parlasse di handicappati in senso proprio. Il suo era un discorso colloquiale. Ha fornito questo dato scientifico riferendosi, pero', ai bambini sieropositivi nati da madri sieropositive. Non dunque agli handicappati".
Leggi qui l'articolo.
Io sono figlio di genitori sieropositivi e sono a mia volta sieropositivo e handicappato... trai tu le giuste conseguenze e il mio alto grado di incazzatura!

Chat Noir ha detto...

Hai ragione Adriana, la frase è detta per convinzione da un ministro di Dio che evidentemente non conosce il significato della parola misericordia, ed è convinto che portare un crocifisso d'oro appeso al collo lo collochi in paradiso e che scagliare la prima pietra convinto di esere un "puro" gli regali la santità.
Un abbraccio