Followers

06/01/14

Non condannate Barbara per aver salvato una gatta!

Barbara Balanzoni, una riservista dell'esercito italiano che ha salvato una gatta dalla morte mentre prestava servizio come ufficiale medico in una base NATO in Kosovo, è accusata di insubordinazione.
L’ufficiale medico Barbara Balanzoni, che la scorsa settimana è stato rinviata a giudizio in un tribunale militare, è accusata di “disobbedienza aggravata e continuata”.
Il presunto reato sarebbe stato commesso mentre prestava servizio come ufficiale medico in una base NATO in Kosovo.
Si sostiene che, nell’aiutare una gatta che rischiava di morire, Balanzoni avrebbe ignorato un ordine ufficiale che vieta alle truppe di "portare animali selvatici, randagi o non accompagnati” nella base. E ora potrebbe dover scontare una pena minima di un anno in un carcere militare.
Balanzoni ha raccontato al Guardian che è intervenuta dopo aver ricevuto nell'infermeria militare  una chiamata che segnalava il pianto disperato di una gatta vicino alla base. L’ufficiale ha spiegato che la gatta, che è stata poi chiamata Agata, viveva proprio lì vicino, sul tetto di una capanna. "Ci sono molti gatti nella base”, ha detto.

Secondo Balanzoni, in quel momento il veterinario era in licenza in Italia. "Lungi dal disobbedire agli ordini, stavo seguendo proprio le regole militari, che affermano che in caso di assenza del veterinario è proprio il medico che deve intervenire", ha insistito .
Barbara ha trovato la gatta incinta che aveva un feto che non riusciva a espellere. Non riusciva a dare alla luce l'ultimo dei suoi gattini, che era morto, e sarebbe sicuramente morta anche lei. 
"Se la gatta fosse morta, l'intera area avrebbe dovuto essere disinfestata", ha sostenuto la militare. Anche i gattini superstiti sarebbero morti senza la loro mamma, “ e anche questo avrebbe creato un grave problema di salute pubblica”.
Il giudizio per Barbara Balanzoni avrà inizio a Roma il prossimo 7 febbraio.
Il suo caso è stato preso in carico dall'Ente Nazionale Protezione Animali, la più antica associazione per la difesa degli animali in Italia.
Chiediamo al Ministro della Difesa Mario Mauro e al Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano Claudio Graziano di impegnarsi affinché Barbara Balanzoni non venga considerata colpevole per il suo gesto d'umanità.
(Change.org)

Venghino signori venghino nel paese delle grandi contraddizioni, là dove i buffoni regnano!
Allora, vogliono condannare i Marò che sono ormai ostaggio in India, vogliono condannare questo medico che ha adempiuto al suo dovere…
Non lo so, la prossima mossa quale sarà: se un soldato salva un bambino in pericolo viene fucilato sul posto insieme al bambino per insubordinazione?
E poi c’è il Silvio di turno che come cade cade, cade sempre in piedi tanto è vero che ha chiesto l’assoluzione per le condanne che ha ricevuto e scommettiamo che riuscirà a ottenerla?
Tanto questo è il paese del Gatto e della Volpe, dove vincono sempre i disonesti: amo l’Italia ma spesso mi cadono le braccia per terra.
Firmate anche voi questa petizione, fate sentire la vostra voce!

questa è Barbara, "l'insubordinatrice",
con uno dei tanti cuccioli che ha salvato.




12 commenti:

Melinda Santilli ha detto...

Coro immediatamente a firmare e condivido la tua petizione: a parte che trovo assurde (le ho sempre trovate) queste missioni di pace che in realtà sono guerre, ma condannare un medico nell'adempimento del suo dovere è orrendo come il fatto di non liberare i Marò dall'India.
Che paese immorale che siamo...
Un abbraccio

Antonella S. ha detto...

Ciao Xavier, non conoscevo questa storia, grazie per averla segnalata, andiamo subito a firmare.
Un abbraccio.
Antonella

Audrey Borderline ha detto...

Ciao Xavier,
questo è il colmo dei colmi...mah!!!! questi sono totalmente pazzi.
Dire che non ho parole è dir poco. Questa poveretta voleva salvare una vita
e non può di certo finire in carcere per questo, è un medico ha giurato di aiutare
chi ha bisogno, se non fosse intervenuta chi l'avrebbe condannata? l'ordine dei medici
ovvio...oltre che la sua coscienza. Non può essere possibile che qualsiasi decisione
deve portare al martirio una persona perchè disubbidisce a regole stupide, lei ha fatto la cosa più giusta e io vado a firmare. Mettessero in carcere chi fa veramente del male e che cavolo!!!!
Grazie per avermi avvisata
Un abbraccio e Felice Epifania

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Senza parole!
Ti auguro una serena giornata.

MikiMoz ha detto...

Io lascerei arbitrariamente scannarsi tutti i militari del mondo senza prestar loro minimo soccorso (oramai è un lavoro vero e proprio, quindi...) e salverei altre cento volte... anche una formica :)

Moz-

essereincompresielasortedituttinoi ha detto...

Non ero a conoscenza di questo fatto, in ogni caso purtroppo non mi sorprende più nulla...
Caro Xavier spero che tu abbia passato buone feste e iniziato bene... un caro abbraccio :)

Betty ha detto...

Ma roba da matti, andiamo bene, hai proprio ragione, vi regnano i buffoni.
Ma ragionano sti buffoni? E come fanno se non hanno il cervello??
Naturalmente ho firmato.
Un abbraccio Xavier, e buona settimana

Chat Noir ha detto...

Grazie per non essere rimasti indifferenti!
Un abbraccio a tutti

karol ha detto...

ogni volta che vedo un tuo blog rimango a bocca aperta,auguri di cuore e buon 2014

Robbin ha detto...

Corro a firmare anchr io la petizione poichè approvo il gesto di Barbara e non la condanno affatto!!! Solidarietà a chi non è indifferente alle pene dei più indifesi U.U

Beatris ha detto...

Non mancherò di unirmi a tutti voi!
Un forte abbraccio e buona giornata da Beatris

Andrea ha detto...

Non ci posso credere! Quanto ancora dobbiamo sopportare queste imbecillità?