Followers

08/10/13

Le Chat rapito e tornato!!!!

Ciao, ciao e ciao a tutti, non sono sparito!
I miei genitori sanno quanto io ami Parigi e ami anche Firenze, perciò mi hanno “rapito” e portato proprio a Firenze dove al bellissimo museo di Villa Bardini c’è la mostra Il Rinascimento da Firenze a Parigi, andata e ritorno.



Cos’è?
E’ una raccolta di opere del nostro Rinascimento (Botticelli, Paolo Uccello, Andrea Mantegna…) che di solito si trovano al museo Jacquemart-Andrè di Parigi ma che per l’occasione sono state riunite con altre opere del Rinascimento collezionate da Bardini durante gli scavi di fine Ottocento, quando Firenze era ancora la capitale d’Italia (secondo me potevano anche lasciare Firenze al posto di Roma, ma va beh…).
Purtroppo non si possono fare foto della mostra, quindi le immagini delle opere non sono mie.





Ma prima di parlare di Villa Bardini vorrei raccontarvi un’altra storia.
Venerdì, arrivati a Firenze, la città era bloccata: da via Nazionale al centro non passava nessuno.
Motivo?
Manifestazione studentesca.
Benissimo, mi sono detto, finalmente i ragazzi si sono svegliati: il sistema scolastico italiano fa schifo, ad ogni nuova riforma viene sempre penalizzato, era ora!
Mia mamma da insegnante sgamata mi dice tranquillo, non protesteranno per niente di serio.
Io non sono convinto e voglio dimostrarle che non è come dice lei; così lasciamo papà fermo in macchina e raggiungiamo il corteo. Mamma fa qualche domanda agli studenti che le indicano uno dei tanti volantini appesi ai muri che spiegavano le ragioni di questa protesta.
Cazzo aveva ragione mia mamma, nell’ordine protestavano per:
-niente telecamere a scuola
-niente voto in condotta
-niente registro elettronico
-no al divieto di fumo
-no ai cani antidroga.
Ma gli studenti italiani sono deficienti?!
Se a Parigi provano a fare una protesta del genere non solo i professori prendono gli studenti a calci in culo, ma poi si mettono in fila genitori, gendarmerie, ministro dell’Istruzione e per concludere anche Hollande.
Ma protestate per qualcosa di più serio, avete i banchi del tempo di Verga, computer che prendono fuoco tanto sono vecchi (se ce li avete), nessun insegnante di sostegno, professori (la maggior parte) fermi ai tempi dei dinosauri con programmi ancora più vecchi e voi protestate per queste quattro “puttanate” che in realtà sono regole che dovevano esistere da sempre.
E che cazzo, allora gli studenti italiani se la meritano questa scuola che fa schifo!




Ma torniamo al vero motivo della mia scomparsa dal blog.
Villa Bardini si trova Oltrarno, dopo il famoso Ponte alle Grazie.
Per arrivarci bisogna arrivare a Porta San Giorgio, girare a destra e prepararsi spiritualmente e fisicamente ad affrontare un’irta salita ammazzapiedi.
Non scherzo, è veramente ripida e lunga: tra l’altro al termine della salita non c’è subito la villa, ma inizia una serie di inquietanti cartelli con scritto mancano tot metri a Villa Bardini.
Dimenticavo, in teoria dovrebbe esserci un grande cartello che indica l’accesso alla villa: non è così, il cartello è un cartellino, ino, ino appeso a un muro molto alto con sopra scritto giardino Bardini.
La villa però è davvero bella, immersa fra il giardino Bardini e il giardino dei Boboli, vale la pena visitarla.


Unica nota negativa di questi giorni è stata Penelope: questa perturbazione ha sconvolto un po’ Firenze, l’Arno è salito, il traffico era molto congestionato perché ovviamente quando piove tutti devono girare in auto...

Ma con un po’ di pazienza siamo riusciti lo stesso a visitare la città e queste che vedrete sono le mie fotografie: purtroppo avevo dimenticato a casa il treppiedi (per forza, se mamma e papà non ti avvisano della sorpresa non ti viene in mente di prendere su il treppiedi. Io di solito, per passione, infilo sempre la macchina fotografica nello zaino di scuola, ma non il treppiedi!) e quindi qualche scatto è un po’ mosso ma sono gli inconvenienti delle sorprese!






12 commenti:

Gianna Ferri ha detto...

Caro Xavier, la prima parte del post riguardante gli studenti mi ha fatto sorridere perchè molto esilarante.
La seconda parte, più artistica, mi ha affascinata.
Da ragazza ero stata a Firenze e la trovo fantastica per le sue opere d'arte.
Le tue foto, anche senza treppiede, sono meravigliose.

A presto, con un abbraccio.

Audrey Borderline ha detto...

che bel rapimento ;)
anch'io vorrei essere rapita per cose del genere :D
gli studenti italiani sono stupidi e per loro contano solo le cose futili,
come dice mio padre "il pesce va a male dalla testa"...
un abbraccio

Stefyp. ha detto...

Ciao Xavier, inanzitutto beh devo dire che quello che ci hai raccontato sugli studenti che protestavano mi ha lasciato di stucco..veramente sconcertante..con tutti veri e seri problemi che ha la scuola....non ho proprio parole. Tutti pronti a lamentarsi e poi quando si decide di fare una manifestazione.. si fa per futili motivi.....
Per la mostra di Firenze invece sono contenta che tu abbia avuto questa opportunità..Firenze è bellissima e suggestiva e la mostra credo che non ti abbia deluso..giusto?
Buona serata, Stefania

Betty ha detto...

Firenze è magnifica, sono felice che i tuoi genitori ti abbiano fatto questo bellissimo regalo.
Per quanto riguarda gli studenti italiani, non so cosa abbiano in testa... forse segatura?
In cosa si può sperare se la gioventù pecca di stupidità? Eppure dovrebbero essere loro, gli studenti di oggi a dover tenere le redini nel prossimo futuro.
Un grande abbraccio Xavier :-)

Melinda Santilli ha detto...

Ma dai, chissà perchè immaginavo che la protesta studentesca non fosse per qualcosa di intelligente, tua mamma è una che la sa!
La mostra mi ispira, se riesco farò una scappata a Firenze :-)
Bacioni

foreverme ha detto...

sono stata a firenze e come te la trovo splendida .....e come tutte le città purtroppo abbastanza congestionata per il traffico .....ma come dico io quasi sempre quando un posto o luogo o una cosa la si ama e si a voglia di vederla o farla anche il disagio viene messo in second'ordine...poi per il resto per il corteo studentesco......è una vergogna .....che ti debbo dire xavier questa è un pò anche la mia lotta con mio figlio della tua stessa età....chiuso nel mondo dell'apparenza e dell'egoismo che a me da un fastidio bestiale......e farlo uscire da questi schemi suoi .....è difficile perchè il branco vince su noi genitori.....(logicamente parlo per me )...buona giornata xavier.....un sorriso

Chat Noir ha detto...

Grazie Gianna :)

Chat Noir ha detto...

Gli studenti italiani vivono troppo nella bambagia...
un abbraccio :)

Chat Noir ha detto...

Io e la mia famiglia siamo degli abituè a Firenze, mostre o non mostre almeno tre/quattro volte l'anno ci torniamo. Per quanto riguarda gli studenti italiani trovo la loro stupidità sconcertante.
un abbraccio :)

Chat Noir ha detto...

Gli studenti italiani non hanno ancora capito che con in governi che si susseguono alla guida del paese con risultati disastrosi (purtroppo), il futuro è una chimera e tale rimarrà se non si impegneranno seriamente per crearselo da soli il futuro.
Per Firenze non ci sono parole adatte per descrivere la sua bellezza!
un abbraccio grande :)

Chat Noir ha detto...

Mel ti consiglio di andarci appena puoi :)
un abbraccio

Chat Noir ha detto...

Di firenze amo tutto, anche il traffico.
Per il corteo non dico che sia sbagliato protestare, lo è per cose stupide come queste, soprattutto coi problemi della scuola italiana.
Un abbraccio