Followers

11/10/13

E ora parliamo di musica per sordi...

Parliamo di musica, di suoni, di voci, di melodie: di tutto quel mondo che a me, essendo sordomuto (o diversamente udente, se preferite) dalla nascita, è sconosciuto e molto difficile da capire.
Cosa significa essere sordomuti?
Significa non avvertire nessun tipo di suono, se non delle vibrazioni che non sono suoni: quello che per voi è a,b,c, do, re, mi, fa per me sono solo delle vibrazioni che avverto attraverso il corpo oppure sono delle scritte che devo decodificare con la mente (quasi fossi un computer) cercando faticosamente di dargli quel senso che per chi ha il dono di sentire è scontato.
Può capirmi bene chi purtroppo è nato con delle menomazioni sensoriali o le acquisite nel corso della vita: una volta perso uno di questi “doni” è impossibile tornare come i “normali”.

Perché oggi parlo di musica?
Perché ho letto sul blog della mia amica Nella un post che riguarda un certo Peter Gabriel, so che mio padre lo ascolta perché sono più o meno dell’età triassica tutti e due ma per me che sono appena un sedicenne posso dire che è un figuro che non conosco o mi lapidate?
Nella mi ha risposto informati sul figuro.
Nella mia, con tutto il bene che ti voglio, ma per me una biografia equivale a un articolo di giornale: è solo un testo informativo.
Non sto parlando di un artista visivo che posso comprendere alla perfezione (ad esempio Picasso o Leonardo, opere che invece un cieco non sarebbe in grado di capire del tutto, mentre comprenderebbe alla perfezione un brano musicale).

Io sono diverso: per capire la musica ho bisogno di un testo, di un’analisi, di capire cos’è per voi quella musica, cosa vi trasmette, perché vi piace.
Sarebbe stato più semplice capire se avessi avuto i testi di questo Peter Gabriel con magari una bella esegesi del testo vicina.
Perché lo scrivo?
Perché a parte pochissimi, il più delle volte voi amici blogger che mi conoscete i testi non li mettete mai, date per scontato che io senta.
E non è così, purtroppo: il mio mondo è fatto di silenzio, tanto silenzio, un silenzio pesante che dura da quando sono nato.
L’avevo descritto in un vecchio post: è un enorme spazio bianco privo di confini.
Perciò vi prego, non limitatevi a dirmi informati, leggi la biografia di tizio: fatemi capire chi è questo cantante o cos’è quella canzone, spiegatemi tutto per bene.
Io lo faccio quando scrivo i miei post, non è sempre facile ma mi impegno perché so che non tutti magari conoscono l’argomento di cui parlo.
Potreste venirmi incontro anche voi per favore?

Grazie e scusatemi per questo piccolo sfogo.



45 commenti:

Melinda Santilli ha detto...

Ciao Xav, non sai come ti capisco in questo tuo piccolo sfogo.
Come sai, anche io ho perso uno di questi "doni" dopo la mia malattia, perciò mi incazzo tantissimo quando chi mi sta intorno non mi viene incontro cercando di capire i disagi che si provano e gli sforzi che si fanno per essere come tutti gli altri.
Sai, quando ero bambina ho rischiato di diventare sorda, per questo non do per scontato il dono dell'udito e quindi cerco di spiegare tutto parola per parola (un pò come faccio con i brani di De Andrè).
Tu sfogati ogni volta che hai bisogno, senza problemi e speriamo che piano piano qualcosa migliori: non ti assicuro però che accada, io sto ancora aspettando.
Bacioni!!!

Lumi ha detto...

In effetti su internet diamo per scontato che gli utenti siano "abili" in tutto. Per capire meglio, è come il codice braille sulle confezioni dei medicinali?
Io ho sempre inserito i testi delle canzoni, vorrà dire che continuerò :) grazie Xavier per questa piccola precisazione, un abbraccio!

Grazia ha detto...

Caro, carissimo Chat noir, sei stato splendido con le tue parole. Coraggioso, dolcissimo, forte e anche sicuro di te. Io leggendoti avevo capito dall'inizio ma non tutti forse hanno letto i tuoi post dai quali si intuiva e credimi tu scrivi così bene di tutto che normalmente non si capisce che ti manchi qualcosa di così importante. Ma si sa i Gatti hanno delle percezioni in più, hanno sottili e silenziosi sistemi per saggiare il mondo. Credimi, tu così andrai lontano e farai meravigliose cose. Basta che tu porga la mano per contattarti in modo tanto elegante come hai fatto qui. E poi meglio non sentire che non vedere. Credo che la gioia dei colori, la gioia che dà la natura nel suo spettacolo, l'arte nella sua magnificenza sia grandissima e molto appagante. E poi che dire....vedere il viso delle persone che ami ! Leggere e studiare tutto ciò che ti piace. La vita sarà bella anche con quello spazio bianco. Un abbraccio e un saluto da Jo il mio gatto biondo che non miagola quasi mai ma guarda tutto con uno sguardo acutissimo.

Giuls A ha detto...

Caro Xavier, non posso davvero immaginare cosa possa significare non sentire.
Nel mio piccolo da quando mi hai resa partecipe di questo lato di te mi impegno sempre a mettere il testo delle canzoni che pubblico, così da poter condividere anche con te una canzone che mi emoziona.
Un abbraccio!

Betty ha detto...

Ciao Xavier, da quando ti ho conosciuto e ho saputo che tu eri sordo, ho sempre pensato di mettere anche i testi ogni volta che mettevo dei video.
Per ora non ne ho messi molti, ma in quei pochi che ho pubblicato c'è sempre stato il testo.
Sono molto sensibile a questi problemi.
Non devi scusarti di niente, hai fatto bene a farlo presente.
Un abbraccio e buon w.e.

Gianna Ferri ha detto...

Sei un sedicenne, Xavier?

Non è possibile, hai una maturità invidiabile, una cultura infinita,doti artistiche impressionanti no, dimmi che hai sbagliato a scrivere i tuoi anni.

Abbraccio grande.

foreverme ha detto...

io parlo tramite la musica ..l'ho fatto da quando ho aperto il blog.....ora è condiviso quindi è un pò cambiato ..ma se vai nei post passati vedi questo.....era una lotta conntinua anche con gente che si fermava alla sola musica ...ma io cmq non ero nessuno per poter giudicare un cantante .....parlo solo attraverso i testi delle canzoni ....e a parte questo si la musica è fatta di suoni...di suoni che tu purtroppo non hai la fortuna di sentire ma è fatta anche( e io dico anche soprattutto) di parole di interpretazioni sia vocali ma anche espressive e queste le ascolti soprattutto col cuore .....un'abbraccio xavier ..passa un buon w.e

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Mi spiace Xaver ma per quel poco che ti conosco sei una persona eccezionale!!!

Chat Noir ha detto...

Non è proprio come il braille: leggere è una cosa, capire cosa vogliono dire i suoi quando non puoi sentirli è un'altra.
Bisogna fare come si fa con i ciechi: per loro si danno mille spiegazioni, ci sono percorsi tattili, uditivi, si spendono ore per cercare di fargli visualizzare con la mente quello che gli occhi non vedono (esempio: per far capire a un cieco cos'è un paesaggio invernale gli faccio toccare la neve, percepire il silenzio, il freddo...).
Perchè per chi è sordo non si fa?
Dovete trovare un modo: il testo in sè non basta. Descrivete tutto, anche le vostre emozioni, fate dei paragoni che riescano a far capire ciò che volete trasmettere coi suoni.

Con alcuni autori come De Andrè riesco a capire tutto proprio perchè mio fratello mi aiutava in questo modo, quindi la comunicazione non è impossibile.
Ci vuole solo un pò di buona volontà!
Un abbraccio

Chat Noir ha detto...

Ciao Mel, so benissimo quali sono i tuoi problemi e che quindi riesci a capire quello che provo e che voglio comunicare agli altri.
Non te l'ho mai detto, ma sono contento quando pubblichi i post dove spieghi le canzoni perchè sembrano le spiegazioni che mi dava mio fratello, sono esaurienti e mi aiutano a capire quello che tu provi quando senti quelle canzoni.
Per il resto nemmeno io sono tanto ottimista, sul serio non so se le cose potranno cambiare: è questa indifferenza nei nostri confronti (inteso nei confronti di chi è diversamente abile) che ci rende diversi.
Un bacio

Chat Noir ha detto...

Non sono d'accordo, se proprio si deve scegliere è meglio non aver perso nessun senso.
Ma se vogliamo fare una classificazione è peggio non sentire e non parlare che non vedere.
Per i non vedenti ci sono tantissime opportunità: percorsi scolastici (e non scuole a parte come quelle per noi sordomuti) integrati, docenti di sostegno (mia madre ha sempre dovuto fare il diavolo a quattro per garantirmi un'insegnante di sostegno), supporti...
E per i non udenti come me?
Okay, so che non è bello non poter vedere il viso di chi si ama, ma non dimenticare che il tatto per chi non vede sostituisce al 99% la percezione degli occhi aiutando la mente a visualizzare perfettamente la figura che ha di fronte e per i colori esistono percorsi sensoriali che insegnano alla mente a vedere anche i colori.
Ma per chi non sente questo non c'è: ci insegnano il LIS e tanti auguri perchè le vibrazioni non bastano e non potremo mai e poi mai riuscire a ricostruire con la mente una voce che non abbiamo mai sentito.

Un'altra cosa: io vedo quando sono per strada che voi normali fate tutto per aiutare un non vedente, siete persino più propensi a imparare il braille piuttosto che il LIS.
Ma quando io uso le mani per parlare ridete, il più delle volte vengo additato come un fenomeno da baraccone, non usate computer, cellulari o fogli di carta per comunicare con chi non sente.
Proprio non vi sforzate e non immaginate la fatica immane di costruire con la mente tutte le lettere che usate per fare una parola. Sai cosa significa avere 3/4 anni e vivere senza suoni, avere la paura di essere toccato da qualcuno perchè non sai cosa vuole, andare in ospedale e non saper esprimere cosa provi?
Non potrete mai capire finchè non sarete sordi: ti invito a leggere un post che avevo pubblicato e si chiama "Bisogna essere sordi per capire".
Un abbraccio

Chat Noir ha detto...

Infatti sono in attesa del tuo post!
Un abbraccio :)

Chat Noir ha detto...

Grazie Simona, un abbraccio.

Chat Noir ha detto...

Grazie Giuls :)
Un abbraccio

Chat Noir ha detto...

Lo so Betty e infatti sono felicissimo dei testi che pubblichi e poi so bene che sei molto sensibile a questi temi, avendo anche tu tanti "guai" con Matteo (che poi io odio dire guai o problemi, quando si vuole bene a qualcuno non ci sono nè guai nè problemi).
Un abbraccio a te, Mauro, Matteo e buon weekend!!!

Chat Noir ha detto...

Non ho sbagliato, le esperienze che la vita mi ha fatto vivere mi hanno reso molto più maturo dei miei coetanei!
Però... In realtà ho mentito, il 31 Dicembre saranno 17!
Un grande abbraccio :)

Betty ha detto...

Concordo Xavier, per me non sono problemi, sono strafelice di prendermi cura di lui, è il dono più bello che potessero farmi.
Un bacione :-)

Stefyp. ha detto...

Sei un ragazzo eccezionale, molto maturo e preparato per la tua età, le sofferenze fanno crescere più in fretta..questo posso riconoscerlo, ma ci vuole anche testa..cervello e tu ne hai! Hai tutto la mia ammirazione e la mia comprensione....
Un abbraccio, Stefania

Chat Noir ha detto...

Grazie Stefania :)

Gianna Ferri ha detto...

Allora ti faccio i miei più vivi complimenti!

Grazia ha detto...

No non posso immaginare cosa vuol dire non sentire ma so che non appartengo alla categoria delle persone che citi che non vi aiutano o peggio ridono. Sono scandalizzata che solo esistano. Spero che tu li incontri solo tra persone molto giovani che la vita non ha ancora provato o fatto soffrire. " Non sanno quello che fanno ".

Chat Noir ha detto...

Gli stupidi li ho incontrati e li incontro tra persone di tutte le età e il più delle volte sono persone di cui non mi sarei mai aspettato un simile comportamento e sanno bene quello che fanno!

Nella Crosiglia ha detto...

Meno male caro Xavier che Melinda mi ha informato di questo post, amico mio caro., altrimenti , mi sarei sentita accusata di cose che veramente sia per carattere sia per intenzione non avevo per nulla l'idea di fare.
Quando mi hai chiesto non conosco affatto Peter Gabriel, spiegami le canzoni, non volevo mancarti di rispetto e davanti a tutti , premetto che non cerco affatto di scusarmi , perchè qualunque cosa pensiate non mi sento di scusarmi per quello che non ho fatto. Qui c'è stato un grosso malinteso.
Dunque caro amico mio e poi proprio a te mancare di rispetto che sei una persona alla quale voglio un bene dell'anima..andiamo su!!!!
Quando ho espresso lapidariamente, è vero , "cerca qualcosa su Gabriel", è perchè prima di spiegare le canzoni, trovo importantissimo si conosca la vita, i retroscena e la maturazione di un artista. Potevo dire fallo sul mio blog, ne ho parlato tantissimo negli anni passati.Ma mi sembrava di peccare di superbia.
Per tornare al video che avevo inserito nel piccolo post " Antipasto di Peter" erano canzoni frammentarie per dare un'idea generale sullo spettacolo e dicevano poco al fine della conoscenza del personaggio.
Mi hai capito Xavier o c'è qualche cosa d'altro che devo spiegare, oltre al cadere dalle nuvole quando Melinda mi ha detto se avevamo litigato.
Posso scusare spesso la mia maniera diretta di dire le cose, che può venire male interpretatata, questo si, ma lo scaricarti o il fregarmene proprio di te poi..proprio questo non ci sta!
Spero tanto tu capirai,e se ti ho fatto male ,allora si... ti chiedo umilmente scusa, ma vorrei essere chiara nell'ntenzionalità.
Qualsiasi cosa tu mi chieda sono a tua completa disposizione con infinito piacere!
Sempre tua ...+++++

Olgica T ha detto...

Ho messo la chat come prova,ma penso che tu abbia ragione,entro una settimana la tolgo!Grazie,buona domenica Chat Noir!

Olgica T ha detto...

Quando ho letto la tua età mi sono meravigliata,perchè sei molto più maturo dei tuoi coetanei.Credo di capire i tuoi problemi,ma solo tu puoi capire esattamente cosa provi.Purtroppo nel mondo di oggi, anche se c'è una maggior sensibilità di un tempo, per chi è diversamente abile,ci sono persone che non vogliono capire i loro problemi.Sei una persona meravigliosa credimi.ti apprezzo molto.Dicono che la disabilità sia una ricchezza,ma non essendolo io,non riesco a capire quest'affermazione.Tu cosa ne pensi?Buon pomeriggio domenicale da Olga.

Beatris ha detto...

Carissimo Xavier sei un ragazzo straordinario, hai una maturità invidiabile, impressionante per davvero.
Ti conosco da poco tempo e non sapevo la tua età: sei grandioso e leggerti è come imparare da ogni tuo post, scrivi e ti poni in modo dolcissimo.
Sei diventato grande troppo in fretta, impossibile darti 16 anni!
I miei complimenti e un abbraccio!
Buona serata da Beatris

Chat Noir ha detto...

Olga per l'amor del cielo, tranquilla!
Ero solo perplesso.
Un abbraccio

Chat Noir ha detto...

La disabilità in sè non è una ricchezza, noi disabili vorremmo essere come tutti gli altri: spesso la disabilità è un peso anche sociale che i normali ci gettano addosso.
Parlo di normali perchè chi non è disabile spesso pensa di essere superiore e non si sa per quale motivo.
Diciamo che messi alle strette dalla vita facciamo virtù di quello che ci manca.
Un abbraccio

Chat Noir ha detto...

Beatris, a Dicembre saranno 17, divento grande anche io!
Scherzi a parte, penso che determinate situazioni facciano maturare chiunque, volente o nolente.
Noi disabili dobbiamo fare tanti sforzi perchè ci confrontiamo con una realtà che ancora non è pronta ad accettare il diverso, di qualsiasi diversità si tratti: io poi ne ho due perchè sono gay e sordomuto :)
Un abbraccio!

Chat Noir ha detto...

Nellina mettiamo i puntini sulle i: non ti ho mai mancato di rispetto nè ho mai scritto questo a nessuno. Magari la nostra poteva una discussione, ma non un litigio così come il mio post è uno sfogo e non un'accusa tant'è che negli altri commenti non si è mai parlato di te ma piuttosto della mia sordità.
Punto per punto rispondo a quanto hai scritto.
Informarmi? Io mi informo sempre, ma non tutte le volte ho il tempo quindi perchè non riesci a fare un piccolo sforzo e ogni tanto mi vieni incontro? Non è così difficile spiegare chi è la tal persone, perchè ti piace, dire cosa provi quando ascolti le sue canzoni e anche mettere i testi con le spiegazioni.
Puoi anche avere scritto 300 post su questa persona ma io ho solo 16 anni, permetti che non sono ferrato e preparato ogni volta? Non sono un'enciclopedia umana!
Come mi sforzo di essere chiaro e spiegare nei miei post (vedi quelli sull'informatica) mi piacerebbe se anche gli altri lo facessero.
E sì, mi ha dato un pò fastidio la tua risposta "vai a leggere di Peter Gabriel": mi sono sentito in difficoltà e tagliato fuori esattamente come quando vengono pubblicati i post composti da soli video.
E io che non sento cosa faccio?

Ho scritto a Melinda e lei mi ha inviato la copia della mail: ti ha semplicemente chiesto se avevamo litigato aggiungendo che se per caso era accaduto le dispiaceva.
Vedi che è un pò diverso dallo scrivere "mi ha detto che abbiamo litigato".

Cosa vorrei? Che ogni tanto, non sempre, quando lo ritieni necessario e opportuno, fossi un pò più esaustiva e mi venissi incontro.
Un abbraccio

Nella Crosiglia ha detto...

Ma tesoro mio , credimi altro che venirti incontro...magari non riesco in quello che vorrei fare e quello che vorrei dire, o lo scrivo in malo modo, ma se c'è una persona che apprezzo e ammiro , e per ultimo ma non ultimo , alla quale tengo molto e voglio bene, senza falso pietismo, quella sei tu.
Conosco la tua situazione, ma ti ho sempre considerato superiore a molti altri, con una spiccata intelligenza e soprattutto bontà d'animo.
Guardo pochissimo l'età di una persona Xavier mio, questo sarà anche un difetto, ma credimi, cerco sempre di essere esaustiva nelle mie risposte.
Ti sembra che con il periodo che sto vivendo , sia in grado anche di farti uno sgarbo?
Ma via Xavier, cerca di essere obiettivo.
Ripeto e sono andata a rileggermi domande e risposte dei due post che avevo fatto,non ho mai detto" informati sul figuro!!!", ma cerca su google Gabriel , ed era chiaro che intendevo , una volta conosciuta la vita di un tal personaggio, se ne capiscono meglio le caratteristiche delle canzoni stesse o sbaglio?.
Avendo fatto io molti post su Gabriel, ti consiglio veramente di leggere qualcosa sulla sua vita, passioni, lacerazioni e svolte , infine quando troverai una canzone e vorrai saperne realmente il significato, sarò strafelice di venirti incontro e di spiegartela.
Sbaglio in tutto questo? A me non sembra.Ma la cosa concreta è quella di non perdere mai,l'amicizia tra di noi, di non lacerare mai un rapporto tanto diretto e amorevole, per disguidi spiacevoli, che mi rendono infinitamente triste.
Che tu ci creda o meno!
Come sempre , ti voglio bene!

Chat Noir ha detto...

Nellina sono molto obiettivo, ora ti riporto quelo che hai scritto:
Nella Crosiglia ha detto...
XAVIER per il bene che ti voglio e se un pochino lo vuoi a me, informati su questo" figuro "....
Ma il punto non è questo, io ho letto la vita di questo personaggio, so che si dedica ad aiutare i poveri del mondo ma al di la di questo la biografia non mi trasmette niente.
Smettiamola con questa discussione che come hai detto tu ci rende solo tristi.
Un mega abbraccio :)

Nella Crosiglia ha detto...

Smettiamola con questa spiacevole discussione , quanto inutile a mio avviso se esiste la buona fede, tesoro mio...
Una curiosità, ma dove ho scritto questo"figuro" e questa risposta che non trovo, perchè le ho rilette proprio tutte..
Saranno i neuroni che incominciano a cedere?++++++

Nella Crosiglia ha detto...

Scusami è vero ho trovato la parola "figuro"...mah non ho parole...
Starò per dividere la mia personalità...e non ricordo più quello che scrivo..
Per consolarmi , butto dentro altre mille cose...ma il dispiacere è veramente molto, credimi!
Ti stringo forte!

Chat Noir ha detto...

Nella tranquilla, ho capito che per te questo è un periodo incasinato, fa come se non ti avessi chiesto nulla, io mi arrangerò da solo come ho sempre fatto.
Un saluto

Grazia ha detto...

Allora non hai incontrato gli stupidi ma I CATTIVI. Ce ne sono molti ovunque purtroppo e si rivelano spesso in ritardo. Loro sanno di esserlo e lo nascondono fino a che non si tradiscono. Ignorali. Ciao.

Nella Crosiglia ha detto...

Il mio peridodo incasinato e le operazioni da subire esulano dalla nostra amiciza Xavier caro, quindi sarei felice se in un angolino della tua esistenza ci fosse ancora un posto per me, perchè fare tutto da solo , credimi , non è divertente!
Ti stringo forte!+++

Guerisoli Paola ha detto...

Come, troppo spesso diamo per scontato le cose che facciamo!! Come : camminare, mangiare,dormire, ascoltare, vedere ecc...ecc....e non ci mettiamo mai a pensare a come dev'essere vivere senza le cose piu' semplici che abbiamo.
Ho letto e riletto il tuo post, e ne sono rimasta sconvolta, per la semplicita' delle parole che hai usato e la forza che hanno avuto.Hai spiegato con la semplicita' che solo un saggio puo' avere,come vivi la tua quotidianita'.
Hai la forza che a molti manca anche per superare le sciocchezze di tutti i giorni....c'e' gente che si perde in un bicchier d'acqua!!
Ho imparato una cosa semplicissima a cui pero' non avevo mai pensato prima descrivere la musica!!!
Io questo lo faccio gia' con Marco; gli descrivo i cambiamenti del suo paese, le stagioni, e i colori della natura che cambia.......non puo' uscire di casa e spesso cio' che vede dalla finestra non basta a soddisfare la sua voglia di vita.
Mi hai dato un grandissimo insegnamento !!
Grazie mio dolce amico
Paola

Chat Noir ha detto...

Ciao Paola, con Marco hai imparato ad essere la sua vista sul mondo ecco perchè riesci a capire bene ciò che ho scritto... Io nel frattempo attendo chi sarà la mia voce e il mio sentire nel mondo (e forse l'ho trovato) e solo allora sarò completo.
Un abbraccio grande a voi due :)
TVB

Guerisoli Paola ha detto...

se e' gia' successo che hai trovato chi ti completa, la gioia che provo nel saperlo e' davvero grande!! Ma se cosi' non fosse...... non disperare mio giovane e stupendo amico, la' fuori, esiste sempre chi sa' riempirci il cuore e renderci completi!!
Un grande abbraccio!! Smuack!!

Chat Noir ha detto...

C'è Paola, ma presto ti scriverò una mail così ti racconterò tutto!
TVB

Antonio C. ha detto...

Caro Xavier, di tanto in tanto vado a leggere vecchi post, io uso la rete un po' come si fa con i libri, si vanno a vedere anche vecchi testi. Nella rete di solito quello che è scritto l'altro ieri è già scaduto e questo è uno, solo uno, dei miei conflitti con la rete, il suo appiattimento sul presente. Metterò sempre il testo se dovessi citare una canzone o cercherò video sottotitolati, già avevo deciso che doveva essere così da quando ho letto della tua sordità. A presto.

Xavier Queer ha detto...

Ciao Antonio, i blog sono come dei "libri", e più un libro ti piace più lo rileggi volentieri. Per me non c'è appiattimento sul presente, per me il presente può anche essere un articolo magari vecchio di anni, che mi trasmette qualcosa e sui cui valga la pena discutere... allora l'articolo è attuale.
Grazie per i testi, un grande abbraccio!

Antonio C. ha detto...

A proposito del tuo silenzio Xavier, permettimi di dedicarti le parole di un autore che amo molto: "forse solo il silenzio esiste davvero". Sono le parole di Saramago nel Memoriale del convento. Ne ho trovato alcuni estratti qui. Alla morte di Saramago un suo amico scrisse un bell'articolo per spiegare quelle parole, lo riportai nel mio blog. Un saluto.

Xavier Queer ha detto...

Andrò a leggere il tuo post.
Abbraccio