Followers

17/09/13

Un pò di sano orgoglio ITALIANO

Partendo da un post che ho letto sul blog …tutto il resto è vita ho deciso di riflettere un po’ su cosa significa essere italiani.
Una frase del post in questione, che parla di un’esperienza vissuta nella Repubblica Dominicana, mi ha colpito particolarmente: ho vissuto due anni in Repubblica Dominicana e vivendo con la mia famiglia abbiamo scoperto un imbroglio di un nostro connazionale ai danni degli italiani e ovviamente anche ai domenicani.

Ma da quando gli imbroglioni hanno una nazionalità?
Perché calcare la mano sulla parola connazionale, sottolineando proprio il fatto che fosse italiano.
Poteva essere di qualsiasi nazionalità, gli imbroglioni esistono in tutto il mondo, non solo in Italia.

Quanti stereotipi girano intorno agli italiani?
Facciamo un elenco:
-gli italiani sono tutti mafiosi: non è detto, la mafia esiste in Russia, in Albania, nella Repubblica Domenicana, in America, in Cina, in Giappone… La mafia esiste in tutto il mondo, non è un prodotto di nostra esportazione e questo non significa che tutte le persone del mondo siano mafiose.

-gli italiani sono tutti cantanti e appassionati di calcio: mica vero. Non siamo tutti intonati e non viviamo di solo pallone, c’è chi si spacca la schiena e non solo quella per portare a casa quattro soldi e mantenere la famiglia.

-gli italiani mangiano solo pasta: siamo onnivori anche noi, non pastivori.

-gli italiani vivono d’arte: più che altro adesso viviamo di precariato, se poi sia una forma d’arte non lo so.

-gli italiani sono tutti cattolici: no, nemmeno ai tempi del Regno Pontificio erano tutti cattolici. Ci sono musulmani, atei, buddhisti, agnostici, ebrei... Anche politeisti, volendo.

-gli italiani bevono il caffè: anche tè, coca cola, acqua, succhi di frutta, vino...

-gli italiani sono poveri: molti sì, non quelli che siedono sulle poltrone rosse però.

-gli italiani sono forse le persone peggiori e inaffidabili del pianeta. Disorganizzate, ipocrite, egoiste, arroganti, ignoranti, razziste e l'elenco non finisce qui... (informatico migratore.blogspot.it).

Mamma mia quanti difetti abbiamo, ma allora perché tutti vengono a vivere in Italia?
Perché l’Italia è il luogo turistico per eccellenza?
Perché ogni volta che il mondo ha bisogno di aiuto gli italiani devono essere sempre i primi a muoversi?
Qualche esempio: lo tsunami nelle filippine, i vari terremoti che hanno lacerato l’est asiatico l’anno scorso, il crollo delle Torri Gemelle, le missioni di pace in Medio Oriente, le varie associazioni mediche come Emergency...
Lì allora non siamo né sporchi, né brutti né cattivi.

E vogliamo parlare degli italiani che si lamentano dell’Italia e dicono di vergognarsi di essere italiani?
Vorrei ricordare a queste persone che la maggior parte di loro ha reso il paese com’è adesso, perché anziché lamentarsi non si rimboccano le maniche e si danno da fare per migliorare la situazione?
Piove governo ladro, ma intanto l’ombrello non lo aprite!
Certo, è lodevole aiutare i paesi del Terzo Mondo, anzi sarebbe vergognoso non farlo: ma non bisogna sputare nel piatto in cui si mangia.

Anche in Italia c’è tanta gente bisognosa che però essendo italiana viene palesemente ignorata: ci sono ragazzi invalidi senza insegnanti di sostegno, giovani senza lavoro, pensionati senza un tetto sopra la testa, genitori che non possono mantenere i figli...
Chi ha creato questo circolo vizioso?
Quelli che ora si lamentano.
Gli stessi che poi così facendo insultano anche tutte quelle persone che ogni giorno rischiano la propria vita per dare il diritto a loro di lamentarsi: parlo di poliziotti, pompieri, infermieri, medici, carabinieri, finanzieri...
Mio padre, ad esempio, combatte tutti i giorni contro la mafia per il suo paese e io tremo al pensiero che possa non ritornare a casa e mi da fastidio quando si insulta la polizia, quando si insultano gli italiani che si impegnano per il loro paese.

Ricordatevi che il bene bisogna cominciare a farlo dalla propria casa, per poi estenderlo anche al mondo intero.






Questi sono gli ITALIANI che hanno fatto e fanno la DIFFERENZA

15 commenti:

  1. Viva i veri Italiani!

    Grande post, Xavier.

    RispondiElimina
  2. Ho letto il post cui facevi riferimento e sono d'accordo con te: le persone che fanno del male non hanno nazionalità, esistono sempre e sono stronze allo stesso modo.

    E poi basta accidenti, ma perchè tutta questa gente che si lamenta dell'Italia e va a fare carità all'estero non si rimbocca le maniche e fa qualcosa qui, per il paese?

    Io sono italiana e anche se non riesco a trovare lavoro e ho un sacco di problemi non mi arrendo, le cose cerco di cambiarle qui perchè è questo il mio paese e sono fiera di essere italiana perchè sì, avremo tanti difetti, ma il nostro è un paese bellissimo fatto di persone vere, di grandi piccolo eroi.
    Viva l'Italia!

    RispondiElimina
  3. E che orgoglio sia accidenti!
    Perchè ricordare e ingigantire sempre e solo le cose negative del nostro Stato?
    Insomma, che questi lamentoni lascino definitivamente il paese consentendo a chi davvero vuole costruire qualcosa di poter agire attivamente.
    Non si sputa nel piatto dove si mangia, è da stronzi oltre che da cafoni approfittatori.

    E un'altra cosa, basta con lo stereotipo che l'italiano all'estero è imbroglione, maleducato e altre stronzate: noi all'estero siamo educatissimi e siamo sempre stati trattati come pezze da piedi (vedi Ellis Island o la "democratica" Germania).

    E che cazzo, un pò di orgoglio!
    Bravo Xavier, spero che siano in molti a risponderti perchè questo post merita davvero.
    Un abbraccio
    Malanova

    RispondiElimina
  4. No non stati in molti a commentare questo post e non lo faranno.
    Grazie a voi per averlo fatto, speravo in una discussione costrutiva.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Leggo ora e commento subito. Io non sono nata in Italia ma mio padre era italiano e vivo qui da anni. Vedo il paese credo obbiettivamente e trovo tutto questo che hai riportato ingiusto. L'Italia ha pregi e difetti come ogni nazione: è fatta di uomini non di dei ! A volte penso che chi denigra così lo faccia per INVIDIA. Che ne pensi ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che tu non abbia assolutamente capito il senso del post, perciò mi chiedo se l'hai letto davvero.
      Il post celebra l'Italia e gli italiani che si impegnano ogni giorno, ribattendo punto su punto tutti gli stupidi stereotipi e pregiudizi che ci sono sul nostro paese e su chi lo abita.
      Se ritieni ingiusto combattere questi stereotipi allora proprio non ci siamo, non hai l'orgoglio italiano.

      Elimina
    2. Scusa ma temo che tu mi abbia frainteso o io non mi sono spiegata bene. La sintesi necessaria per un commento a volte fa strani scherzi ! Trovo ingiusto NON quello che tu scrivi ma ciò che hai RIPORTATO di altri, cioè le critiche e l'elenco degli stereotipi che citi. Se no perché dopo accuso i denigratori di probabile invidia verso gli Italiani ? Vedi quindi che ero con te e partecipe del sano orgoglio. Un caro saluto.

      Elimina
    3. Grazia perdonami, scusa scusa scusa!!!!
      Ebbene sì, non avevo capito bene il tuo discorso, adesso ti spiego perchè.
      E' un periodaccio, ho mille compiti da fare, la tesi di maturità da preparare, la nonna in ospedale e sono un pò rincoglionito.
      Mi perdoni?
      Un abbraccio
      Xavier

      ps: in ogni caso hai ragione, approvo il tuo commento!

      Elimina
    4. Caro Xavier eri già perdonato anche senza le tue scuse. Può capitare ad ognuno di noi di interpretare male un breve scritto che condensa tanti pensieri. Mi dispiace per la tua nonna alla quale auguro lunga vita. Per il resto sono impegni dai quali sono passata anche io e so cosa vuol dire. Ma l'esame di maturità lascerà anche in te un grande ricordo. I miei complimenti per le tue capacità e l'impegno che metti in tutto, anche in questo bel blog. Sei capace anche di raddoppiare il tempo a tua disposizione !! Buon studio e grazie per quello che ci doni nonostante i grandi impegni. Un abbraccio.

      Elimina
  6. Ciao Xavier, ci hanno da sempre attribuito un etichetta e con questa andiamo avanti, ma l'Italia è un bellissimo paese, ha opere d'arte stupende, personaggi nella sua storia che molti ci invidiano da Dante per citarne uno ecc.e persone,d'ogni giorno come quelle che citi tu,che con semplicità e senza clamore fanno e danno molto. Hai ragione dobbiamo cercare di combattere questi stereotipi, che fanno di noi.."di tutta un erba un fascio", per citare un detto, ma non vedo grossi rimedi....se non provare a dare il meglio di noi ogni giorno.
    Buona giornata, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio che sia quello che ognuno dovrebbe fare: dare il meglio di sè ogni giorno e non guardare sempre all'estero come al paese delle meraviglie, anche noi abbiamo tante cose belle e siamo in grado di fare tanto.
      Un abbraccio

      Elimina
  7. L'italia quindi gli italiani, ha qualche lacuna o qualche crash di sistema ma non siamo il centro del mondo. Tutti gli esseri umano sono simili quindi tutti possono sia sbagliare e sia essere giusti. Per c'è un altra falla nel sistema, ci sono persone che non solo disprezzano l'orgoglio italiano ma ci facciamo guerra in casa nostra...come ad esempio l'infantile lotta fra il sud e il nord. Per esempio per quanto riguarda la nave concordia, visto che schettino era del sud (Campania) tutti ora pensando che siamo come lui..assurdo...

    RispondiElimina
  8. Forse perchè ho parecchi anni + di te non è che io sia poi cosi fiera di come è l'Italia, poteva anche andare meglio, forse sono luoghi comuni qulli che hai citato ma un fondo di verità ahimè purtroppo c'è....nonostante tutto penso che cmq ogni Paese abbia i suoi pregi e i suoi difetti . forse dovremmo + accettarci , pero' migliorare partendo dall ALTO sarebbe buona cosa!!!!

    p.s.: in merito alla mia ironica battuta x 'googlare' non intendevo certo dire che bari tu o altri, ci mancherebbe...anzi, io sono ammirata dalla tua bravura e te l ho espresso in + occasioni. cmq come tu dici è un gioco e come tale va preso. ciao ciao

    RispondiElimina
  9. Grandioso post!
    Condivido pienamente il tuo pensiero e il tuo scritto!
    Molto vera l'ultima frase " Ricordiamoci tutti che il bene bisogna cominciare a farlo dentro le nostre case per poi estenderlo al mondo intero"
    Un forte abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  10. * Ti ho scoperto solo adesso e condivido pienamente quanto hai scritto perché sono orgogliosa di essere italiana e vorrei che tutti lo fossero e... non solo in alcuni momenti particolari
    * Sono ammirata e felice che tutto ciò lo pensi realmente una persona giovane (mi è sembrato di capire leggendo nei commenti) mi sono unita al tuo blog e verrò con calma a leggermi gli altri tuoi post... se ti va passa a trovarmi
    Auguri per gli studi e per la nonna
    Tante serene e gioiose giornate
    nonnAnna

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut