Followers

19/08/13

Le Chat from USA


Rieccomi qui, con armi, blog e bagagli pronto a ricominciare il nuovo anno scolastico che, vi avviso subito, sarà molto intenso perché mi aspettano i tanto temuti esami di stato: eh sì, in Francia sono crudelissimi e ti fanno diplomare un anno prima rispetto che in Italia, dunque vi prego tenete le dita incrociate per me!

Ma non pensiamo ora allo studio, vorrei invece raccontarvi delle mie vacanze.
Mia sorella che è in attesa di un bambino che nascerà tra Dicembre e Gennaio mi aveva invitato a raggiungerla negli Stati Uniti, dove si è finalmente sposata, ma io voglio parlarvi dell’altra parte del viaggio.

Cominciamo da Miami dove non ho incontrato Horatio Caine e la sua squadra (peccato, perché ha elementi davvero interessanti!) ma ho visitato una delle città più solari degli Usa: se infatti non lo sapete, Miami è la città più a sud degli States e il caldo in estate è soffocante, quindi armato di cappellino, crema solare protezione 200 (che non è servita a niente) e tanta pazienza mi sono incamminato guardando i corpi scultorei dei bei ragazzi che frequentano le spiagge; credetemi, sono davvero belli!
Mia sorella giustamente, preoccupata per il mio ormone impazzito, ha giustamente pensato di smorzarmi e condurmi nelle Everglades dove il boy più bello si chiama Cocco Drillo e oltre a una pelle verdissima vanta dentini di notevoli dimensioni.



L’Evergaldes National Park è nato nel 1947 (anche se la proposta ufficiale venne fatta nel 1934) per preservare la flora e la fauna della palude che si estende per tutto il territorio a sud della Florida sconfinando anche negli stati limitrofi fino alla Louisiana, dove però si chiama Bayou.
Il parco misura 6000 km quadri di estensione ed è stato dichiarato nel 1979 patrimonio Unesco prima di ricevere anche il titolo, nel 1987, di Palude Nazionale.
E’ un luogo spettacolare, unico per la sua natura, ricco di mangrovie, piante acquatiche, cipressi (non chiedetemi perché, ma nella parte a nord del parco crescono benissimo) e arbusti di ogni genere.
Per entrare nel parco in genere si segue una guida che conosce i sentieri sicuri, i ponti su cui attraversare le zone più pericolose e sa anche cosa fare in caso di pericolo perché in estate i coccodrilli possono diventare aggressivi a causa dei cuccioli da difendere e perché ci sono moltissime api e zanzare (fortunatamente le prime mi hanno risparmiato, le seconde no!).
Gli animali più belli, a parte il coccodrillo, sono i fenicotteri dei Caraibi, il nibbio americano, le cicogne, gli ibis, gli alligatori del Mississippi, le lontre e anche i pellicani.
A volte, con un po’ di fortuna, si possono anche vedere le pantere che però si nascondo bene dopo tanti anni di caccia di frodo, una piaga che colpisce anche coccodrilli e alligatori.


Così, dopo una visita avventurosa nel magico mondo di Cocco Drillo e dei suoi amici, mia sorella mi ha condotto verso la seconda meta del nostro viaggio.
Pensavo si trattasse di una città, di un museo famoso e invece siccome anche lei ama fare le cose in grande ha scelto il parco di Yellowstone.


Yellowstone si trova quasi interamente nello stato del Wyoming (una minima parte è distribuita fra Idaho e Montana), un tempo dimora degli indiani Cheyenne e con i suoi 800.000 ettari di terreno è il parco più grande del mondo: se ti perdi sono davvero cavoli tuoi.
Se dovessi parlarvi della fauna di questo stupendo territorio penso che dovrei trasformarmi in un nuovo Piero Angela del blog in quanto il parco ospita 67 specie di mammiferi, 300 specie di volatili e più di 1000 specie di pesci diversi: mamma mia, c’è da perderci la testa!


Ma alcuni amici animali vanno però menzionati: ci sono i grizzly, purtroppo in via d’estinzione, i lupi, gli alci, l’aquila americana, il grande bisonte, gufi, civette, il caro vecchio salmone...
Konrad Lorenz sarebbe galvanizzato da questo posto!
Un monumentale grazie da parte mia va alle guide del parco che con pazienza ci hanno condotto lungo strade e sentieri facendoci osservare una natura selvaggia e ancora incontaminata (una delle guide parlava pure il linguaggio dei segni!).


Forse non tutti sanno (io non lo sapevo) che il parco fu scoperto nel 1807 da un certo John Colter che scoprì la regione delle Rocky Mountains (a noi note come Montagne Rocciose) e iniziò a fare la mappatura del territorio: grazie a lui nel 1872 il Congresso degli Stati Uniti dichiarò Yellowstone il primo parco americano.
Purtroppo nel 1988 un enorme incendio devastò le foreste (non ci crederete, ma in certe zone del parco le guide ci hanno mostrato i segni lasciati da questa catastrofe) e l’anno successivo l’Unesco pose il territorio sotto la sua tutela.
Yellowstone è diviso in cinque grandi aree con caratteristiche completamente diverse:
-Mammoth Country nella parte nord occidentale del parco, si estende dalle Mammoth Hot Springs. È un’area termale ricca di sorgenti calde che formano terrazze di pietra. Questa regione ospita soprattutto cervi e bisonti.


-Geyser Country nel sud-ovest, è la sede del famoso Old Faithful, il più grande geyser del parco che ogni giorno stupisce visitatori che vengono da ogni parte del mondo per ammirare le sue eruzioni che avvengono con ogni 92 minuti circa, una precisione davvero pazzesca!



-Lake Country nel sud-est, è la terra della trota purpurea, del falco pescatore, dell’aquila calva ma anche di alci, bisonti e orsi che amano poltrire tutto il giorno lungo le sponde del Yellowstone Lake.

-Roosevelt Country si trova nella parte centro-orientale del parco, dove si può rivivere l’Old West grazie alla presenza di carrozze che guadano torrenti come ai tempi dei pionieri, si possono ammirare cervi e bisonti ma soprattutto i lupi nella Lamar Valley.


-Canyon Country è situato nell’angolo nord-orientale, ospita lo spettacolare Grand Canyon e l’Hayden Valley, le Lower Falls, che sono cascate alte quasi il doppio rispetto a quelle di Niagara.
Il Grand Canyon è profondo 400 m e lungo 24 m, e le rocce gialle che lo caratterizzano danno il nome al parco oltre che al lago e al fiume.


Il tempo, come al solito, è passato troppo in fretta e ora sono tornato ai cari vecchi libri di scuola; ma mai dire mai, c’è ancora tanto da vedere...







23 commenti:

  1. *Ma che belle vacanze!Auguri per tua sorella e per il nuovo anno scolastico.Bacioni dal Friuli,Olga*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Olga, un abbraccio e buone vacanze!

      Elimina
  2. Miami,Florida USA....è sempre stata una tappa che voglio fare (e un giorno lo farò) io ho conosciuto questo posto tramite appunto da CSI Miami con le avventure del mitico Horatio Cainie come hai citato tu ma .....quanto hai parlato dei bei fusti sulla spiaggia.....uhm...sarà forse l'Eden dei gay :) :). Comunque ha fatto bene tue sorella a farti distrarre dal tuo ormone sottosopra...però il coccodrillo non è che mi piaccia tanto....mi ricorda tanto i dinosauri e a me non piace tanto. I posti che hai visitato invece sono magnifici e lo stesso vale per gli amici animali del posto, sono contento che tu hai avuto una esperienza cosi bella. Complimenti per la nuova grafica, come sempre è impeccabile e straordinaria. :) TVB:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nando e sì, Miami è proprio un paradiso per i gay!
      Ti auguro di fare anche tu questo viaggio, sarebbe un sogno che si realizza.
      Un abbraccio, tvb :)

      Elimina
  3. Bellissima la tua vacanza e meraviglioso questo tuo post, ricco di tante notizie e foto stupende.
    Quant’è bella la natura!
    Peccato che non hai incontrato Horatio Caine… io adoro lui e il telefilm, non ne perdo una puntata ormai da tantissimi anni.
    Un abbraccio Xavier, ora lo studio ti attende, ma almeno hai fatto il pieno di cose belle che ti accompagneranno per tutto l’anno, o fino alla prossima vacanza ;-) ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Betty, su Horatio Caine non ci faccio affidamento, ma sui suoi ragazzi della squadra insomma sai com'è, sono anche più giovani :)
      Eh sì quest'anno è tosto, oggi abbiamo ricominciato con un compito in classe e domani ho un'interrogazione :)
      C'est la vie!
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Ma che bel viaggio mi hai fatto fare questa sera caro Xavier..finalmente ho rivisto il parco di Yellowstone ... una visione magica!!!!!
    Tanti complimenti per la tua sorellina, il bimbo e il matrimonio..che estate movimentata amico mio caro....
    Ora non preoccuparti ..passerai gli esami benissimo , come sai sempre fare!!!!
    Un abbraccio stretto stretto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella, sono contento di averti fatto rivivere tante emozioni!
      Sono felicissimo e ancora stordito, per gli esami non dico nulla ma sono sereno :)
      Un grande grande abbraccio!

      Elimina
  5. Ciao , ho letto con interesse questo post che mi ha fatto viaggiare un po' pur restando qui comodamente seduta! allora diventerao zio!!! :-) bella la nuova grafica blog e le immagini che variano sei bravissimo come sempre. scusa la mia latitanza dovuta ad un periodo di forzata lontananza.....un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiore, ho letto cosa ti è accaduto e mi dispiace, anzi ti sono vicino e sono molto felice di essere riuscito a farti distrarre un pò.
      Grazie e un abbraccio

      Elimina
  6. Che bella e interessante vacanza...!

    In bocca al lupo per tutto, mio caro amico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianna, un abbraccio grande

      Elimina
  7. Woe che bel viaggio: natura a volontà con tua sorella, ne conserverai un ricordo dolcissimo.
    Un saluto e bentornato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non vedo l'ora di tornare a trovarla!
      Un abbraccio

      Elimina
  8. Ciao Xavier, che viaggio stupendo hai fatto!
    Grazie per le foto e le descrizioni, sembrava di essere lì con te.
    Auguri per tua sorella, mi raccomando facci sapere quando nascerà :-)
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro, vi terrò aggiornati!
      Un abbraccio

      Elimina
  9. Bentornato.
    Sicuramente hai fatto una bella vacanza e tra l'altro hai visitato posti stupendi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  10. Wahoooo che vacanza! Viaggio fantastico in luoghi leggendari. E quante novità! Un nipote in arrivo e un blog interamente rinnovato. Mi piace. In bocca al lupo per tutto, anche per un altro viaggio così, presto...chissà ! Bentornato tra noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio di tornare presto negli States, al di là di tutti i difetti che gli americani hanno è un bellissimo paese e i luoghi da visitare sono favolosi!
      Un abbraccio

      Elimina
  11. Ho provato 2 volte a commentare il post ma non ci sono riuscita mannaggia...
    Ritento...
    Che meraviglia la tua vacanza! anche a me piacerebbe tanto andare in America! Magari un giorno mi farò una bella vacanza di 3-4 settimane! Se il mio capo me le lascia haha
    Un saluto
    Giuls

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dì al tuo capo che la schiavitù è stata abolita da un bel pezzo! C'era ancora Lincoln quando è accaduto, che si aggiorni.
      Un abbraccio

      Elimina
  12. Ciao Xavier,
    per prima cosa doppi auguri a tua sorella, che bello!!! quindi molto probabilmente sarà un capricornino come noi ;)
    Mamma mia quante cose fantastiche hai visto, anch'io vorrei visitare tanto l'America, mi affascina, però servono tanti soldi e un po' meno paura dell'aereo (mi terrorizza,infatti andare in Inghilterra è stato un supplizio per colpa del volo).
    Buona giornata kiss kiss

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut