Followers

08/04/13

Lentamente muore


"Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marca o colore dei vestiti,
chi non rischia,
chi non parla a chi non conosce.

Lentamente muore chi evita una passione,
chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle i
piuttosto che un insieme di emozioni;
emozioni che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti agli errori ed ai sentimenti,
chi non capovolge il tavolo quando è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza,
chi rinuncia ad inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia e pace in sé stesso.
Lentamente muore chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare,
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di
gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di
una splendida felicità.
(Martha Medeiros)


20 commenti:

  1. Ciao Xavier, bellissima poesia...ogni giorno, ogni volta che rinunciamo a un piccolo sogno, a un'idea si muore un po'.
    Ciao, un bacione.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella :)
      un abbraccio grande

      Elimina
  2. Solo la pazienza trasforma i desideri in realtà, mai lasciarsi andare.
    TVB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai e poi mai, siamo dei guerrieri...
      TVB

      Elimina
  3. Ciao Xav, questa poesia l'adoro, meno male che hai trovato l'autore giusto!
    Un baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è stato facile anche perchè di solito viene attribuita a Neruda.
      un abbraccio

      Elimina
  4. I versi di questa poesia fanno riflettere molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le riflessioni sono sempre utili.
      Grazie per essere passato!

      Elimina
  5. Molti attribuivano falsamente questa poesia della brasiliana Medeiros a Pablo Neruda...

    Insomma chiunque l'abbia scritta, la trovo ugualmente significativa.

    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  6. bellissima poesia.Oggi io e Antonella abbiamo proprio sfiorato questi argomenti.

    Bravo sempre un piacere passare da te. Buona serata.

    Gloria

    RispondiElimina
  7. Ciao Xavier,
    questa è una delle mie poesie preferite,
    la rileggo tutte le volte che qualcosa non va e cerco un espirazione.
    Ottima scelta ;)
    Un bacione amico bello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo faccio spesso anch'io.
      un abbraccio :)

      Elimina
  8. Bella la poesia,non la conoscevo,grazie.Notteeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata :)
      un abbraccio

      Elimina
  9. mi piace tantissimo questa poesia...che è stata sempre attribuita a Neruda e che poco temo fa ho coperto non essere sua.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha importanza? Quello che conta e che noi possiamo leggerla e apprezzarla.
      un abbraccio :)

      Elimina
  10. rimane sempre un pezzo di straordinaria poesia!
    Un abbraccio, caro Xavier!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d'accordo con te.
      un abbraccio :)

      Elimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut