Followers

02/03/13

Italia-Germania 4-3 bis


"Noi rispettiamo profondamente la Germania per i suoi successi, ha saputo risorgere dalle rovine e costruire una nuova Europa insieme all'Italia. Noi la rispettiamo, ma esigiamo rispetto per il nostro Paese". Giorgio Napolitano pronuncia queste parole incontrando la comunità italiana in Germania a Monaco di Baviera. "Il nostro Paese ha problemi seri - aggiunge il capo dello Stato -, nella sua vita quotidiana ha dei punti oscuri, delle ombre, penso ad esempio alla criminalità organizzata. Ma ha tante luci e dovete essere orgogliosi dell'Italia che produce, lavora, crea e dà il suo contributo all'Europa unita".
Il richiamo all'orgoglio e alla dignità giunge qualche ora dopo la richiesta del Quirinale di annullare l'incontro, programmato per stasera a Berlino, tra il presidente Napolitano e il candidato socialdemocratico alla cancelleria, Peer Steinbrueck. Il motivo l'ha spiegato lo stesso capo dello Stato: "Mi pare che non ci fossero più le condizioni dopo le dichiarazioni del tutto fuori luogo, o peggio, che aveva fatto". Ieri il leader della Spd aveva commentato il risultato delle elezioni italiane dicendosi "inorridito dalla vittoria di due clown". E per non lasciare dubbi aveva spiegato che si riferiva al "comico di professione Beppe Grillo, mentre l'altro è uno che agisce sotto l'impulso del testosterone", cioè Silvio Berlusconi.

Schaeuble, 24 ore dopo, è decisamente più diretto: "Lo abbiamo già visto l'anno scorso quando le elezioni in Grecia hanno portato a una fase di incertezza politica: altri paesi sono stati infettati", dichiara il ministro delle Finanze tedesco alla Reuters, invitando i politici italiani a formare "rapidamente un governo stabile" perché il risultato "inconcludente" delle elezioni italiane rischia di far scoppiare una nuova tempesta sui mercati.
(Repubblica)

E complimenti a Napolitano che per una volta ha fatto davvero il Presidente degli Italiani!
Alè, ha parlato il paese del WKS ovvero Wurstel, Krauti e Svastiche ovvero la Germania, un paese di grande dirittura morale i cui membri politici si sono comprati le lauree ancora prima che il Trota andasse in Albania (almeno lui questo sforzo l’ha fatto), una nazione che è in crisi tanto quanto noi ma si permette di spaccare i marroni al resto d’Europa.
L’uomo di panza e di poca sostanza Steinbrueck (dal nome potrebbe essere il fratello di Frau Blucher) ha perso un’ottima occasione per stare zitto, ma si sa più sono alti e meno ossigeno arriva al cervello, così si sparano più cazzate.

D’altra parte solo “der Kasper” (come lo chiamavano i suoi compagni di scuola, ovvero il pagliaccio) poteva intendersi di clown.

Ma volete sapere chi è questo illuminato?
È il candidato del partito socialdemocratico (Spd), ma prima e dopo la sua designazione  ne sono venute fuori talmente tante su di lui che molti suoi sostenitori farebbero volentieri marcia indietro.
Il suo pesante sarcasmo amburghese risente probabilmente di quando faceva il posteggiatore nel quartiere a luci rosse di Reeperbahn dove, a suo dire, «le ragazze erano le più generose con le mance». In politica a fatto carriera fino a diventare ministro delle Finanze nel governo di «Grosse Koalition» sotto la Merkel.
Nel marzo 2009 ha guerreggiato a parole contro il segreto bancario in Svizzera agitando la  minaccia di «usare la frusta» e poi paragonando gli svizzeri ai pellerossa che si spaventavano solo “davanti al Settimo Cavalleria”. Un gran fracasso mediatico, ma senza effetti concreti. Due mesi dopo, sempre nel suo impetuoso quanto sterile assalto ai paradisi fiscali, Steinbrück se la prendeva col Lussemburgo.
E accostava malignamente la capitale del Granducato a Ouagadougou, capitale di Burkina Faso. Il ministro degli Esteri lussemburghese, Jean Asselborn, gli rispose velenosamente che anche l’invasione nazista del suo paese era cominciata con i discorsi.
La campagna elettorale del «Kasper» è stata compromessa in partenza da recenti  rivelazioni sulle sue finanze private. Tornato semplice deputato,  l’ex ministro, anziché tuffarsi nei lavori del Bundestag, è entrato nel giro del club Bilderberg e si è specializzato a fare conferenze in ambienti industriali e finanziari, incassando nella legislatura corrente circa 2 milioni di euro in aggiunta alla cospicua indennità parlamentare. (fonte: Libero Quotidiano)
Davvero un illuminato...


Va bene, l’Italia è un paese che non naviga in buona acque, lo sappiamo tutti, abbiamo dei rappresentati politici che sono ottimi comici ma questo possiamo dirlo noi che ci viviamo, che paghiamo le tasse e che sudiamo tutti i giorni per migliorare il paese, non certo uno i cui nonni hanno contribuito a mandare ai forni crematoi o nei “sanatori” dell’Aktion T4 oltre 6 milioni di persone tra cui ebrei, omosessuali, handicappati, rom, neri, prostitute, dissidenti politici e chi più ne ha più ne metta, la Storia la conosciamo tutti.

E che dire di Schaeuble?
Facile usare le elezioni degli altri paesi come scusa per le incertezze mondiali: ormai sono convinto che se anche uno scoiattolo cagasse fuori dal ramo questi tizi navigherebbero nella più completa incertezza.

Ma se fosse la Germania il vero problema della crisi europea?
Un paese che pretende tasse elevate dagli altri paesi, aumenta a suo piacere lo spread, lascia a casa ogni giorno decine di lavoratori, ha un PIL in calo costante ed è entrato in piena recessione tecnica come si permette di fare le pulci agli altri paesi e mancare loro di rispetto?
E soprattutto, come si permette di mancarci di rispetto e giudicarci?
Ma lo scandalo Siemens se lo sono dimenticati? E i neonazisti che militano nel loro paese? E lo scambio di favori poco legale di Wullf? (ma che nome è? Sembra un lupo dei cartoni animati)
Ma non parliamo delle uova biologiche false e della carne di cavallo non controllata nei tortellini (loro i tortellini, i francesi le lasagne... ma mangiare sano no?!) oppure di Amazon dove oltre 5 mila lavoratori temporanei stranieri reclutati per impacchettare i prodotti dell’azienda erano vessati, sorvegliati e intimoriti da addetti alla sicurezza che non nascondevano le loro simpatie filo-naziste, o meglio ancora degli ospedali dove i medici si facevano pagare fior di euro per decidere a chi destinare gli organi da trapiantare (ora non per dire, qui in Italia avremo tanti difetti anche sulla sanità ma i nostri medici cercano di salvare tutti e fare sempre del loro meglio).
E la Merkel è meglio che guardi le rogne di casa sua, ogni tanto dovrebbe ricordarsi che cosa faceva suo padre: cattiva, cattiva Merkel.

Come scrive sempre Libero Quotidiano: la verità è che ogni critica rivolta alla linea aurea di dipendenza dalla Merkel viene subito tacciata per populista, forse perchè agli italiani e non, non piacciono i poteri sovranazionali che non hanno ricevuto la legittimazione elettorale proprio come la Commissione di Bruxelles, la Bce, il Fmi e i loro tecnocrati: forse forse la Merkel ha paura di un impoverimento e di un declassamento?

Eh no Merkel, non si fanno queste cose...
Cicci belli crucchini, noi italiani avremo un sacco di difetti ma il culo per risollevarci ce lo stiamo facendo e ce lo siamo sempre fatto, non ci ammazziamo di seghe come fate voi.
Vi piace l’Italia, vi piace fare i turisti cafoni (sì, perché quando venite in Italia a fare turismo siete maleducati e sporchi e il prossimo mangia kartoffeln di voi che si presenta in Val d’Aosta lo prenderò personalmente a calci in culo), vi piacciono i nostri euro pagati col sangue, vi piace a ogni fottuto Giorno della Memoria darci la colpa dei vostri “errori” (eh sì, perché mettiamo le cose nero su bianco, le mani ancora sporche di sangue le avete voi. Non mi sembra che Hitler fosse nato a Roma), vi piace fare i padroni in una casa che non è la vostra...
Noi vi veniamo a dire come dovete mandare avanti quello schifo di paese che vi ritrovate dove fate pagare persino i depliant turistici (morti di fame!) ?
No, dunque rispettate l’undicesimo comandamento: fatevi i cazzi vostri e ricordatevi che noi Italiani non accettiamo lezioni morali da voi.
Diamo rispetto (per i miei gusti un po’ troppo) e pretendiamo rispetto, imparate a essere più umili che la razza superiore ariana non è mai esistita e mai esisterà.
L’unica cosa che avete di superiore...
Niente, perché ve le abbiamo date anche sul campo da calcio: Italia-Germania 4-3 vi dice qualcosa o ancora vi brucia troppo?
Per citare a modo mio i versi di una canzone famosa di Bertoli mi viene da scrivere tra i tedeschi che si incazzano, che le balle ancora gli girano, e tu mi dici “dobbiamo andare al cine”... Ma vai al cine, vacci tu!

E un ultimo pensiero più generale lo rivolgo anche a Spagna, America, Francia e Inghilterra che dicono sempre di noi peste e corna: tralasciando i peccati sanguinosi della loro Storia, gli spagnoli dovrebbero ricordarsi la loro spacconeria, i disastri combinati da Zapatero che paghiamo noi mentre la Francia (sì, benchè io ami Parigi non sono cieco, i difetti di questa nazione sono tanti, li vedo e li conosco) con la sua arroganza da superiorità superba deve sorvegliare meglio la fuga di capitali dal suo paese, si ricordi di Sarkozy, il sexgate che ha visto coinvolto Dominic Strauss-Khan e il ministro Traun, lo scandalo dei pedofili, quello della Findus che a quanto pare sta coinvolgendo l'intero globo...
Arriviamo così alla gelida Albione. Cari inglesi che con la vostra falsa educazione ci state frullando le palle, Murdock e Cameron vi dicono niente?
Uno scandalo peggio del Watergate, che fate finta che non sia mai successo, così come fingete che la Libor non abbia fatto sparire 22 miliardi di euro e vi dimenticate che anche da voi il vizio di allungare le mani sui bambini prospera.
E l'America paladina del mondo?
Gli americani sono proprio tonti, perchè non si rendono conto che Obama sta facendo carta straccia della Costituzione mascherando il tutto come "grandi riforme".

Perciò prima di criticare l'Italia e gli italiani, assicuratevi di esservi tolti le vostre rogne, di avere la coscienza non dico linda ma almeno bianco sporco e ricordatevi che non prendiamo lezioni da nessuno: siamo bravi a sbagliare, ma altrettanto bravi a rimetterci in piedi.



15 commenti:

  1. Facile sputare nel piatto dove tutti mangiano, gli andiamo bene finchè c'è da pagare, da assegnarci qualche multa, finchè vengono a fare i turisti zozzoni e finchè devono insultarci...
    Che se ne stiano a casa loro!

    Un abbraccio zamposo e bentornato

    RispondiElimina
  2. Ciao Xavier,
    bravo!!! mi sei piaciuto, questi non sanno fare altro che criticare e buttare fango imponendoci cose assurde, ma si dimenticano una frase troppo giusta "prima di vedere la pagliuzza nell'occhio degli altri sarebbe meglio vedere la trave nel proprio occhio"
    un abbraccio che bello sapere che sei a casa

    RispondiElimina
  3. Bravo, bravissimo come sempre!
    Questo post denuncia mi piace molto, specie perchè scritto da un ragazzo giovane come te che si interessa tra le tante cose che segue con passione di argomenti importanti come la politica.
    Condivido tutto il tuo pensiero, anche qui in Svizzera non parlano spesso bene di noi Italiani e non ti dico come mi incazzo!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Mi piace...."siamo bravi a sbagliare,ma altrettanto bravi a rimetterci in piedi" e mi piacciono le parole del simpatico Marchese del Grillo.
    Ciao e serena domenica!:)
    Luci@

    RispondiElimina
  5. Ricordando il famoso proverbio "tutto il mondo è paese".
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  6. Bravo Xavier, sottoscrivo tutto quello che dici nel tuo bel post, tanto per rincarare la dose ma avete visto cosa hanno combinato questi maleducati di tedeschi a Roma la scorsa settimana in occasione della partita? Ne volevo quasi fare un post poi erano giorno che av evo poco tempo ed ho lasciato perdere...una vergogna.

    Non ho mai amato e non amerò mai il Presidente Napolitano però questa volta l'ho ammirato tantissimo. Per una volta è stato davvero il Presidente degli italiani, di tutti, e con autorità ha fatto sentire la voce.
    Bravo Presidente!

    Ciao Xavier, buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
  7. Quando ero giovane e giravo per il mondo, anche allora sentivo le critiche verso noi italiani e notavo comportamenti criticabili da parte di tedeschi, inglesi, americani, francesi e tante altre persone.
    Solo che ora sono certa che la misura sia colma: l'Italia non può fare comodo solo quando ci sono da risolvere i problemi degli altri e poi la si può trattare come uno straccio per pavimenti.
    Bravo piccolo Falco, tvb

    RispondiElimina
  8. Innanzitutto bravissimo per l'immagine del Marchese, dice una grande verità che spesso noi Italiani dimentichiamo.
    Insomma, fuori l'orgoglio e basta chinare sempre il capo: per una volta persino Napolitano ha fatto davvero il Presidente, cosa incredibile, e ha fatto tacere i tedeschi.
    Non amo l'ingerenza degli altri paesi nella nostra politica, nè tanto meno le prese in giro, come ad esempio le copertine dei giornali in cui ci prendono sempre per il culo.
    Vediamo se anche noi cominciamo a fare la stessa cosa che succede...
    Un baciotto

    RispondiElimina
  9. Scusate se stavolta preferisco scrivere un commento generale, ma mi sento ancora un pò stanco dopo il ritorno dall'ospedale e spero mi capirete.
    Vi ringrazio per i vostri commenti e condivido appieno tutto quello che avete scritto, sono contento di sapere che ci sono ancora italiani fieri di essere italiani e che non si vergognano di esserlo.
    Un abbraccio a tutti
    Xavier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo delle tue condizioni di salute e ti auguro uno in bocca al lupo.
      Saluti a presto.

      Elimina
  10. Carissimo buona domenica almeno spero x te sia tale e che stia un poco meglio. anche io sono orgogliosa del fatto che il Presidente della Repubblica abbia preso le ns difese, insomma , va bene che ci ridano dietro ma umiliarci cosi proprio no ecco...un po' di diplomazia che diamine.....e poi si guardino loro ecco.....
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ciao Xavier, spero vada meglio!
    Volevo dirti di passare da me domani perchè pubblicherò un piccolo ringraziamento per il tuo bellissimo regalo.
    Un bacio.
    Antonella

    RispondiElimina
  12. E qua esce fuori tutta la mia anima di bischero fiorentino; già non sopporto come ci trattano all'estero, nemmeno fossimo i clown del mondo, ma ora lo dico spassionatamente: straniero, tte tu che vieni a Firenze a star fra i hoglioni, te le lèo io le zecche di dòsso!
    La prossima volta che vi vedo fumare sotto la Loggia di piazza della Signoria, la sigaretta ve la spengo nel hulo!

    Basta, d'ora in poi dobbiamo essere più stronzi di loro: se non ci rispettano, non avranno rispetto.

    RispondiElimina
  13. Il resto del mondo deve stare solo zitto, ma i tedeschi in particolare devono mordersi la lingua: io mi reco spesso in Germania e di merda ne hanno tantissima che possono anche esportarla, solo che cercano di nasconderla dimenticandosi che alla lunga puzza.
    Ma tnat'è, si credono ancora la razza superiore, lasciamoli marcire nella loro imbecillità e intanto cominciamo a trattarli come meritano insieme a tutti quelli che ci prendono a pesci in faccia.
    Un abbraccio, Sam

    RispondiElimina
  14. Ciao Xavier. Leggo ora che sei tornato dall'ospedale. Spero tutto bene e ti faccio i miei auguri. Le tue parole non denotano però debolezza ! Potenti, giuste e condivise da tutti gli Italiani. Bravo !

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut