Followers

18/01/13

Wikipedia parte 2: là dove osano gli struzzi


Non potevo scrivere un post eccessivamente lungo sull’argomento Wikipedia, dunque di necessità virtù ho deciso di postare in seconda battuta il pensiero di P., l’autore del post in cui sostiene che Wikipedia è la massima fonte del sapere e di commentarla punto per punto perché, mi spiace tanto, certe cazzate vanno bacchettate.

-Certo, è vero, esistono anche gli incompetenti! Per questo seve un mezzo di controllo, questo controllo e correzione su wikipedia avvengono in maniera rapida, spesso nel giro di poche ore. Invece una enciclopedia come la Treccani, un errore resta stampato sulla carta per decine di anni!
Semmai serve un mezzo di controllo, ma ormai siccome P. studia anche la grammatica su Wikipedia non mi stupisco più di tanto.
Ma com’è che se le correzioni avvengono in maniera rapida, si trovano delle immense cazzate su Wikipedia?
E com’è che invece sulle altre enciclopedie, dalla Treccani alla Rizzoli alla Larousse... non ci sono errori?

-Anche per questo ritengo che sia più affidabile della Treccani, soprattutto sulle materie scientifiche. (tradotto, pur possedendo l'intera raccolta della Treccani quando devo cercare qualcosa per lo studio preferisco consultare Wikipedia, la versione inglese).
Credo che il problema sia questo: quando studi non devi aspettarti che un’enciclopedia ti dica tutto e ti guidi anche passo passo nello svolgimento del compito. I libri sono la base, devi essere tu ad approfondire e mettere in pratica altrimenti torniamo al discorso dello studente medio che vuole tutto pronto e tutto fatto.

-Penso che qualunque argomento scegliate potete voi stessi notare l'enorme differenza tra le due voci, su quella di Wikipedia ci può tranquillamente studiare sopra uno studente universitario di informatica, su quella della Treccani non ci fa una ricerca manco un ragazzino delle elementari. (non per sminuire la grandissima enciclopedia Treccani, che è stata storicamente, un grandissimo strumento per la diffusione della cultura, ma non può reggere il confronto con una realtà immensa come quella di Wikipedia)
Devo dedurre che i nostri politici e imprenditori hanno tutti studiato su Wikipedia, altrimenti non si spiegano le cattive acque in cui naviga il paese.
Secondo me quello che non può reggere il confronto con la realtà immensa di Wikipedia sono le persone davvero intelligenti che non hanno mai studiato su Wikipedia.
Parlando appunto di informatica potrei citare Steve Jobs, Bill Gates, i ragazzi che hanno creato Google e persino il creatore di Facebook: non mi sembra abbiano studiato su Wikipedia (capito Franz?).

Il vero errore che commettono tutti i wikipedisti è quello di pretendere di trovare in un sito la verità assoluta, senza bisogno di fare altre ricerche e riflettere con la propria testa ignorando i dubbi che portano a una coscienza critica.
Io preferisco le persone che usano le fonti d’informazione in maniera equilibrata: rete, libri, tv, giornali... Tutto può essere utile, a patto di saper filtrare le informazioni e approfondire senza rimanere in superficie.
P., un consiglio: non studiare Fisica su Wikipedia, altrimenti le persone come Einstein, Margherita Hack, Rita Levi Montalcini, Enrico Fermi potrebbero comparire di notte nei tuoi sogni e strapparti il cuore dal petto.
E visto che studi anche Informatica sempre su Wikipedia, avvisami in anticipo così nel caso dovessi confonderti con tutti quei bottoncini che ci sono sulla tastiera mi disconnetto prima di prendermi tonnellate di virus dal web.

Postilla per i curiosi: siccome è stata tanto citata la Treccani, questi sono alcuni dei nomi delle persone che hanno contribuito alla stesura di quest’enciclopedia.
Rita Levi Montalcini
Norberto Bobbio
Roman Jakobson
Pericle Ducati
Nicola Abbagnano
...
Insomma, persone che si incontrano tutti i giorni, di un’ignoranza abissale.

Queste invece sono le menti eccelse che ogni giorno ci illuminano col faro del sapere di Wikipedia:
P., studente romano di Fisica che studia solo su Wikipedia (speriamo che la sua mente eccelsa la esporti all’estero, l’Italia ha già fin troppi guai)
Gina la portinaia
Ugo il lattaio
Massimo il cazzaro
Ubaldo il meccanico
...
Gente di un certo livello, non c’è che dire...

Va beh, scriverò agli autori della Treccani e gli consiglierò che d’ora in poi la loro conoscenza dovranno approfondirla su Wikipedia.



20 commenti:

Audrey ha detto...

Ciao Xavier,
mi sei piaciuto ;)
il problema è che non si può studiare da Wikipedia, finchè la gente non capirà questo fioccherà ignoranza a destra e a manca, si studia dai libri, dal web facendo diverse ricerche, in breve si deve unire tutto per arrivare ad avere un quadro completo. Poi dipende anche da cosa stiamo cercando ecc..., ogni materia può essere integrata in modo differente, ovviamente, anche con ausilio della letteratura, dei film, dell'arte ecc...
non bisogna mai fermarsi alla prima cosa. Wiki va bene per dare una prima occhiata, magari per capire di cosa stiamo parlando, molte voci sono corrette e fatte abbastanza bene, però bisogna stare attenti agli errori ecc...(come hai ben detto tu e le cause degli errori le hai elencate benissimo), ma dopo wiki si deve continuare la ricerca (per forza di cose)e per farlo bisogna usare altre fonti, secondo me, sia per arricchire il sapere, ma anche per vedere se quello che abbiamo trovato è giusto.
Un abbraccio

Mago di Oz ha detto...

Wikipedia può giusto essere consigliato, sotto la supervisione dell'insegnante, ai bambini delle elementari ma anche qui bisogna prenderlo con le pinze visti i frequenti errori che ci sono.
Come hai detto anche tu, da un adulto mi aspetto che sappia fare un quadro completo della situazione senza usare Wikipedia che secondo me è una "nonciclopedia".
Un abbraccio

keiko ha detto...

Mi è piaciuto il prof. di fisica di mio figlio che ha preteso almeno 2 fonti circa le ricerche che ha dato, nelle fonti non deve esserci wikipedia.
Vorrà dire qualcosa?

Ciao, un abbraccio:))

Melinda Santilli ha detto...

Scusa il mio sarcasmo ma che P. sia un lover di Wikipedia è chiaro: infatti ha coniato il verbo "sevire" che si declina in "io sevo, tu sevi, egli seve"...
Bravo P. e poi Wikipedia viene corretta... Da chi, da quelli come te?
Please espatria perchè così porti un pò di ignoranza all'estero!

Ripeto: Wikipedia è il prodotto più riuscito della sottocultura, non esiste persona davvero intelligente che la prenda come strumento di riferimento.
Ci pensi quanta gente esiste che pensa che se una cosa è scritta su Wikipedia allora è vera e non c'è scritta allora non esiste?

Meglio usare sempre tante fonti, chiedere delucidazioni a veri esperti, confrontare le nozioni e poi farsi un quadro proprio di idee piuttosto che diventare lovers di Wikipedia.
Un abbraccio

RainMan ha detto...

Mago, ma tu vuoi paragonare Ugo il lattaio a Norberto Bobbio?
E' ovvio che Ugo il lattaio è dotato di un vasto sapere e di una conoscenza impareggiabili.
Chi è Norberto Bobbio? Un signor nessuno, un premio Nobel qualsiasi.
Ma pensaci in fondo Wikipedia è una realtà immensa: di cazzate, ma pur sempre una realtà immensa in cui sguazzano come tanti pesci studenti che non hanno voglia di fare niente.

Vedi, affidarsi a strumenti come Wikipedia genera menti pigre, è come andare dal maniscalco se ti fa male un ginocchio: non c'è da stupirsi dei risultati.
Mi permetto di dare un consiglio a P. che studia Fisica su Wikipedia: maremma 'tte tu sta alla larga dal Cern altrimenti altro che maledizione Maya, il mondo lo distruggi tu!

Un abbraccio da me e da Lago.

Antonella ha detto...

Io sono completamente d'accordo con te, la cultura e soprattutto saper studiare è tutta un'altra cosa. Per quanto mi riguarda non la considero nemmeno all'altezza della scuola elementare. Sono altri gli strumenti che una persona adulata deve saper usare.
Ciao, un abbraccio.
Antonella

Mago di Oz ha detto...

Meno male che anche tu sei d'accordo con quanto ho scritto!
Sembra che Wikipedia non si possa nemmeno nominare tra poco... (se vuoi sapere cos'è successo vai a leggere i commenti della prima parte).
Un abbraccio

Mago di Oz ha detto...

A questo punto Norberto Bobbio lo devo considerare "uno stupido" perchè gli illuminati di Wikipedia stanno gridando all'attentato.
Povero Norberto...

Mago di Oz ha detto...

Il professore di Fisica di tuo figlio è veramente un professore, ha la mia stima.
Un abbraccio

Mago di Oz ha detto...

Hai detto bene: sottocultura, a quanto pare è questa che adesso domina.
Tutti sanno tutto senza sapere niente.

Etienne Chirac ha detto...

I like your post, it's funny but also seriuos!
Well, the problem of Wikipedia is the nature of Wikipedia: it isn't an encycolpedia but also a "copy and paste" mix.
As student I can say that many students use Wikipedia in order to make less effort, but in my opinion I don't like it; I prefer study and deepen every argument with other resources.
Xo xo

Jene ha detto...

Mago, alla fine ognuno è libero di studiare e documentarsi dove vuole: basta che poi non si lamenti quando prende pessimi voti o si accorge di essere un grande ignorante.

Per quanto riguarda il commento di Franz, non abbiamo parole in merito alla sua maleducazione e lo ringraziamo per aver insultato anche noi, ha dimostrato di essere davvero educato e intelligente.
Ti mandiamo un abbraccio
Jene

Sam ha detto...

Per come la vedo io wikipedia può anche chiudere in questo momento e non ne sentirei la mancanza.
un abbraccio

Beatrice Portinari ha detto...

Mi sta bene esprimere le proprie opinioni, essere favorevoli o contrari all'uso di un determinato strumento ma arrivare agli insulti no.
Se il signor Franz sceglie la strada dell'insulto significa che è rimasto a corto di argomenti: poteva scegliere un silenzio più educato o replicare con moderazione.

gio ha detto...

Tu sei liberissimo di esprimere la tua opinione su Wikipedia, che ti possa piacere o no, ma non hai il diritto di dire che le persone che la usano sono degli ignoranti. Inoltre stai offendendo e dando dell'ignorante a P. e a tutti coloro che usano Wikipedia, dovresti un po' scendere dal tuo piedistallo...

Il calesse ha detto...

Caro Xavier,
mi piace molto il tuo modo di scrivere,mi fai sempre sorridere....un po' di satira fa sempre bene!
Ciao caro amico, ti auguro una felice domenica!:)
Luci@

Mago di Oz ha detto...

Grazie Luci@

Mago di Oz ha detto...

Evidentemente l'educazione non la conosce e devo rivedere molti concetti con lui.

Mago di Oz ha detto...

Adesso mi sono stancato di dover sottostare a quello che a te, Franz, p. e tanti altri vogliono sentirsi dire: ogni volta che scrivo su questo blog (o in altri posti) c'è sempre qualcuno (il solito qualcuno che non fa parte del discorso, che non viene nominato o con cui non sto parlando) che si sente parte in causa e attacca in quarta dicendomi. "stai zitto, piantala, sei arrogante, presuntuoso, aggressivo, scendi dal tuo piedistallo, vola basso...".
Mi avete rotto i c******i!
Io non vengo a cercarvi, non venite a cercare me: non siamo amici e neppure conoscenti e come voi potete avere una vostra opinione io posso avere la mia.

Per me chi fa uso di wikipedia senza usare altre fonti, senza approfondire, prendendo per oro colato tutto quello che viene scritto si dimostra ignorante e se ti senti fra questi il problema è tuo e non è mio.

Se tu avessi letto avresti notato che nessuno a parte Franz la pensa come te: vorrà pur dire qualcosa o ritieni che tutte queste persone non siano in grado di avere una propria opinione?

Torno a ripetere: questo è il mio blog e ci scrivo quello che mi pare; in casa tua non vengo a dirti quello che devi o non devi fare, gradirei che questo messaggio ti fosse chiaro.

p.s. scendi tu dal piedistallo

Mago di Oz ha detto...

Visto che la discussione sta degenerando da questo momento su questo post i commenti non sono più consentiti.