Followers

30/11/12

Tutti vanno bene basta che respirino: il trasformismo dei bisessuali...


Prima non ne se ne parlava, ma dal 2000 a questa parte è diventato uno degli argomenti più discussi in campo sessuale. Di cosa si sta parlando?
Della bisessualità ovviamente, ovvero del va dove soffia il vento.
Cercherò di dare a scanso di equivoci una spiegazione super partes su cosa sia la bisessualità.

Il termine bisessuale è stato creato nel 1809 da alcuni botanici, per descrivere le piante provviste di organi riproduttivi sia maschili sia femminili. Non è noto quando il termine sia stato applicato al contesto del comportamento sessuale.
Esistono anche alcuni termini alternativi per descrivere le varie forme di bisessualità, ma molti di essi sono considerati neologismi non universalmente accettati.
Pansessuale, omnisessuale e pomosessuale sono termini che si riferiscono all'attrazione verso ogni genere, compreso il transessualismo e il transgenderismo.

-"Bi-permissivo" indica qualcuno che non cerca attivamente relazioni sessuali con persone di un sesso specifico, ma che è "aperto", ossia disponibile a fare nuove esperienze. In questa categoria può essere fatta rientrare l'omosessualità (o se è per questo eterosessualità) opportunistica, che descrive l'eccezionale disponibilità a rapporti omosessuali (o eterosessuali) legata alla mancanza contingente di partner disponibili del sesso preferito

-"Ambisessuale" indica un'indiscriminata attrazione che si rivolge verso persone di ambo i sessi. Chi si identifica come ambisessuale può provare attrazione verso qualcuno da un punto di vista fisico, emotivo, intellettuale o spirituale perché non è in grado di usare i naturali criteri selettivi dell’orientamento sessuale.

-Bi-curioso è un termine che può avere diversi e contraddittori significati. Comunemente è usato da persone che si identificano come eterosessuali ma che sono occasionalmente interessati a esperienze omosessuali o attirati da esse. Alcuni soggetti sono omosessuali che però non accettano la loro omosessualità (in questo caso si parla di omosessualità latente).

-"Tri-sessuale" è sia una variante di "bisessuale" che un gioco di parole sempre collegato alla parola "bisessuale". Nel suo significato più tecnico, indica persone attratte da uomini, donne e transgender. In termini più generici, può indicare persone interessate a "tutte" le possibili e variegate esperienze sessuali.

-Bi-passivo descrive una persona eterosessuale o "bi-curiosa" che è "aperta" a contatti sia "casuali" che intenzionali, contatti che spesso si realizzano durante il sesso di gruppo con persone dello stesso sesso, solitamente in modo passivo, ovvero dal lato che riceve la stimolazione o la penetrazione da parte del soggetto attivo.

-Bi-attivo descrive una persona "bi-curiosa" o bisessuale che inizia a stabilire un contatto diretto con persone dello stesso sesso, e svolge un ruolo attivo nel rapporto, praticando la stimolazione o la penetrazione del partner.

Come avete notato ho sottolineato in rosso il termine comportamento sessuale, perché è una cosa completamente diversa dall’orientamento sessuale.
Il comportamento sessuale umano è in molti individui influenzato, o pesantemente compromesso, dalle regole della cultura in cui l'individuo vive ed è un insieme di atteggiamenti a sé stati dall’orientamento sessuale.
Nella maggior parte dei casi, questi comportamenti indotti o non indotti culturalmente, non riflettono le naturali inclinazioni sessuali dell'individuo. 
(enciclopedia medica Treccani)

Cosa si può capire da questo excursus? Che per quanto adesso vada di moda dichiarare la bisessualità come orientamento sessuale, non lo è affatto.
Secondo me la bisessualità è un atteggiamento, un insieme di pratiche sessuali a volte criticabili, che hanno dei fattori in comune:

-essere bisessuali è per molti sempre meglio che essere omosessuali, è socialmente più accettato in quanto c’è sempre la “scappatoia” dell’eterosessualità: tanto è vero che 99 bisessuali su 100 alla fine scelgono una relazione etero stabile nel tempo;

-giustifica ogni tipo di comportamento sessuale, dal tradimento al sesso di gruppo...

E’ un fenomeno sempre più crescente, un numero sempre maggiore di uomini e donne con famiglie a carico che arrivati all’età degli anta si scoprono improvvisamente bisessuali e tradiscono il rispettivo coniuge con una persona dello stesso sesso che viene a sua volta presa in giro.
Sì, questa volta sono molto categorico ma per certe cose una decisione nella vita bisogna prenderla: sei nato omosessuale, sei nato etero?
Allora accontentati di essere quello che sei, accettati e sii felice; anche perché non dimentichiamo che i signori e le signore bisessuali usano questo loro atteggiamento per non assumersi nessun tipo di responsabilità, ma è giusto prendere in giro altre persone per il proprio benessere?
Altrimenti non offendetevi quando qualcuno come Dana Carvey vi dirà:
un bisessuale è una persona che tira giù le mutande di un'altra persona ed è soddisfatto di qualunque cosa trova!



15 commenti:

Audrey ha detto...

Xavier, concordo con te...
Io penso che uno nasca o etero o omo, poi ovviamente crescendo capisce quali sono i suoi gusti, perchè la società,la chiesa,ecc... in un qual senso impongono come modello quello uomo-donna, quindi quando uno non è etero penso che comunque abbia bisogno di tempo per capire il suo orientamento sessuale( e ci stà). Però la bisessualità per me non è un orientamento sessuale, ma segno di perversione e di un voler trasgredire, come se fosse una moda.
Nel senso che io rispetto tutti, perchè tutti sono liberi di amare chi meglio credono. Quello che non amo è l'esibizionismo, anche tra eterosessuali, mi irrita, la trovo una questione di rispetto e di pudore. Ed io associo questo esibizionismo, magari errando, alla bisessualità.Quindi,questa moda (perchè io penso che sia solo moda e non altro) che porta le gente ad essere indecisa e passare da una parte all'altra. Ti giuro che non riesco a capirla, perchè secondo me, non è frutto di ciò che uno sente a differenza dell'etero o omosessualità, ma è frutto del nulla. Poi magari mi sbaglio, ma io la vedo cosi.
P.S. sono celiaca anch'io, abbiamo una cosa in comune noi due ;)
buona serata

Beatrice Portinari ha detto...

Sai com'è, piccolo Falco, molte persone devono sempre cercare giustificazioni per i loro comportamenti.
Il sesso è una questione troppo delicata che viene affrontata con superficialità e in malo modo, la bisessualità è un esempio.

Jene ha detto...

I bisex sono le banderuole del nuovo millennio.
A parte molti comportamenti al limite della perversione, queste persone hanno trovato il modo perfetto per fare ciò che vogliono: avere famiglia, figli, amanti gay, scopate di gruppo, uscite con trans e poi dire "ma è normale, io sono bisex!".
No, tu sei solo stronzo, fidati!

N4ND0 ha detto...

Deve essere strano vivere sulla linea di demarcazione del dentro e fuori, del su e giù dell'etero e gay............
è una sorta di limbo dove la coscienza si rifugia secondo me.

Mago di Oz ha detto...

No Audrey non sbagli hai fatto centro:)
Buona serata

Mago di Oz ha detto...

Ad un certo punto della loro vita queste persone dovranno pure diventare ADULTI in tutti i sensi.

Mago di Oz ha detto...

I bisex sono solo degli opportunisti preferiscono vivere nell'ambiguità piuttosto che prendersi le loro responsabilità.

Mago di Oz ha detto...

Per questi comportamenti non ci sono giustificazioni che tengano, più che superficiali sono proprio str....

silvia16 ha detto...

l'ultima frase è decisamente pungente ! !!

Antares ha detto...

Io sono una lesbica convinta, così sono nata e non mi sono mai sentita attratta dagli uomini e dicasi lo stesso per la mia compagna.
La bisessualità è secondo me un modo per giustificarsi se si commettono tradimenti o trasgressioni oppure, e di questo sono convinta, un modo per negare la propria omosessualità.
In questo modo non si assumono nessuna responsabilità, è inaccettabile!

Melinda Santilli ha detto...

Bi, tri, curiosi...
Esibizionisti, irresponsabili e soprattutto molto vigliacchi, ecco come definisco i bisessuali.
Io ho conosciuto tante ragazze che si professavano lesbiche, salvo che al dunque facevano marcia indietro dicendo "ah no scusa, io sono bisex e preferisco al momento un ragazzo".
O si è omo o si etero, non ci sono vie di mezzo.
Bellissimo post!

Franz ha detto...

Questa volta non sono affatto d'accordo con te. Trovo certe affermazioni esclusivamente frutto del pregiudizio e sinceramente pensavo di non dover mai leggere cose del genere in questo blog.
Non parliamo poi dei commenti: basterebbe sostituire alla parola "bisessuale" il termine "omosessuale", per dare l'impressione di trovarsi nel bel mezzo di una discussione tra clericali bigotti.
Chi credete di essere per poter esprimere giudizi morali tanto pesanti su un'intera categoria di persone? Omosessuali che trattano i bisessuali nello stesso modo in cui vengono trattati loro stessi da chi li ritiene un male per la società: vorrei vedere come reagireste se qualcuno scrivesse su di voi le stesse cose che voi scrivete riguardo i bisessuali.
Scuserete la durezza dei miei toni, ma quando leggo certe cose divento un diavolo...

Mago di Oz ha detto...

Mi dispiace che tu abbia trovato offensivo e bigotto questo post, ma pregiudizio e religione non c’entrano affatto.
“vorrei vedere come reagireste se qualcuno scrivesse su di voi le stesse cose che voi scrivete riguardo i bisessuali”: di noi omosessuali si dice anche peggio, benché il nostro orientamento sessuale esista davvero e non è un atteggiamento.
Giovanardi ad esempio non ha detto “l’Ikea pubblicizza i bisessuali pervertiti” ma ha detto “l’Ikea pubblicizza gli omosessuali pervertiti” e non ha detto “vedere due bisessuali che si baciano per strada è come vedere un uomo pisciare” ha detto infatti “ vedere due lesbiche che si baciano per strada è come vedere un uomo pisciare”.
E poi non lo dico mica io che la bisessualità è un atteggiamento, lo dicono fior di medici, psichiatri, psicologi e sociologi.

Io non credo di essere nessuno e le persone che commentano sul mio blog non si trovano certo su un piedistallo, sono liberi di esprimere la loro opinione come tutti.
Se ti sei sentito offeso ti chiedo scusa!

Anonimo ha detto...

Ho letto quasi per caso questo post e devo ammettere che purtroppo mi ritrovo nella descrizione che è stata fatta dei bisessuali.
Ho 50 anni, sono un uomo sposato ma mi sono sempre piaciuti gli uomini: purtroppo la società, le convenzioni, l'educazione ricevuta e il mio carattere non mi hanno aiutato così ho preferito dire a me stesso che sono un bisessuale.
Pur amando profondamente mia moglie qualche volta mi concedo delle relazioni omosessuali, dicendo sempre ai miei amanti che sono bisessuale ma questa favola serve più a me che a loro.
Cordialmente, S.

Anonimo ha detto...

Si una problema per futuro. Moralita se ne va via. E persone non riescono convivere. Oggi respetiamo Bi e Homo....ma quando la crescita di popolazione cala, penso che putropo a loro si tocca per prima.