Followers

26/10/12

Non sempre l'erba del vicino è sempre più verde... a volte è solo erba secca!


In Francia c’è una parte della popolazione ostile al progetto di legge del Governo Hollande per consentire le adozioni alle coppie gay. Il progetto di legge sarà presentato il prossimo 7 novembre.
Centinaia di persone sono scese in piazza per dire “no” alle adozioni gay. Le manifestazioni anti gay sono state organizzate dall’associazione Alliance Vita, che si professa sia apolitica che non confessionale,  e si sono svolte simultaneamente in 75 città di Francia – tra cui Parigi, Lione e Lilla – sotto forma di “flash mob”. L’obiettivo della protesta, secondo gli organizzatori, è quello di difendere i bambini, “minati” dalla presentazione del progetto di legge sulle nozze e l’adozione per persone dello stesso sesso.
Ha fatto rapidamente il giro del web, diventando popolarissima ed emblema di eguaglianza dei diritti, la fotografia che mostra due ragazze baciarsi dinanzi ad una folla a dir poco inferocita. Siamo a Marsiglia e la foto è stata scattata dinanzi a migliaia di persone che manifestavano contro l’imminente adozione, da parte del governo socialista, del progetto di legge sull’adozione e il matrimonio per le coppie omosessuali. In sole 24 ore, lo scatto- opera di Gerard Julien, fotografo all’agenzia France Presse – è stato ritwittato per ben 3mila volte sul celebre social network.
Intervistate dal giornale Tetu, le due ragazze, Julia, 17 anni, e Auriane, 19 anni, hanno precisato di non essere lesbiche ma di essersi baciate per esprimere il loro dissenso nei confronti dei manifestanti che vogliono negare i diritti di adozione e matrimonio a favore dei gay. Le due giovanissime hanno anche raccontato di non aver premeditato il loro gesto. Il bacio, infatti, sembra nato spontaneamente nell’ambito della manifestazione.
Julia ha raccontato: “Sulla foto si vedono tutte quelle donne a bocca aperta, come se stessimo facendo una cosa orribile. Mentre ci baciavamo ci gridavano ‘Fate schifo! Non siete belle!’”

Come vedete, la Francia è gay friendly ma fino a un certo punto esattamente come l’America o il Regno Unito quindi non lamentatevi dell’Italia.
Credere che l’erba del vicino sia sempre più verde è spesso un errore: se alla Bastille le coppie gay non vengono criticate, guai a mostrarsi mano nella mano vicino all’Eliseo con la conclusione che tutto il mondo è paese, un grosso paese di provincia pieno di bigotti, guardoni, perbenisti.
In quanto all’associazione Alliance Vita penso che i diritti dei bambini non siano minati dalle coppie omosessuali che vogliono adottarli, piuttosto da quelle persone che pensano che i bambini siano oggetti da poter usare e abusare: la prossima volta potreste ricordarvi che un bel tacer non fu mai scritto e che il silenzio vale più di mille cazzate.


Brave Julia e Auriane!

3 commenti:

  1. Piccolo Falco, a parole sono tutti bravi, è quando si tratta dei fatti che si vedono le persone: i francesi non si discostano dal resto del mondo perchè alla fine le teste sono tutte uguali.
    Vedrai che quando arriverà qualcosa di più "spaventoso e diverso" delle persone omosessuali, improvvisamente queste saranno accettate.
    Vedi quanto è stupido il mondo.
    TVB

    RispondiElimina
  2. Gratta gratta alla fine il marcio viene sempre fuori: spero con tutto il cuore che passi la legge di Hollande, avere una famiglia è diritto di tutti!

    RispondiElimina
  3. Spero solo che lo 'scatto fotografico' non sia stato premeditato visto che c'è di mezzo un'agenzia da quello che leggo qui...bella l idea del flash mob!

    ciao ciao

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut