Followers

14/09/12

Quando lo Stato è in decadenza...


Quando lo Stato è in decadenza, il gran numero di crimini ne assicura l’impunità.

Quando Rousseau scrisse questa frase pensava alla sua Francia corrotta e decadente, ma io penso sia adatta anche alla nostra Italia dell’anno 2012.
Lo Stato italiano è in decadenza, fuori di dubbio, ma come mai i politici non fanno nulla per migliorare la crisi?
Le riforme attuate finora non possono certo definirsi “pro popolo” o “pro Stato”, piuttosto sembrano le stesse azioni che compiva lo sceriffo di Nottingham in Robin Hood.
I veri criminali responsabili della crisi non sono stati puniti e mai lo saranno, perché fanno parte della casta degli intoccabili, sono le stesse persone che siedono a Roma e continuano a dire “risolveremo la crisi”.
Ma non è questo un controsenso?
Loro sono i primi ad aver corrotto e rovinato il paese e ora addossano al popolo la colpa e promettono di risolvere il problema.
Come scrisse Dante tanti secoli fa:

Ahi serva Italia, di dolore ostello,
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di province, ma bordello!


5 commenti:

  1. secondo noi Jene, il caro Rousseau non pensava solo alla sua Francia ma anche a tutti i paesi che in quel momento erano sotto il giogo dei tiranni, esattamente come lo è l'Italia oggi.
    Peccato che la classe politica non cambi.

    RispondiElimina
  2. Mago, ci siamo dimenticati di dirti che il tuo nuovo blog è absolutely great

    RispondiElimina
  3. la cosa orribile è che il nostro stato ha superato da un pezzo la decadenza, ormai è in fondo al cesso con rispetto parlando

    RispondiElimina
  4. ciao Xavier....un abbraccio e un saluto sempre:) dadalory

    RispondiElimina
  5. ciao xavier un abbraccio grandeeeeee:))))))

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut