Followers

27/09/12

Perchè ai cretini è concesso parlare?



Cosa si può rispondere quando una persona che si reputa intelligente non collega il cervello alla bocca?
In merito ai disordini che stanno avvenendo in questi giorni a causa della reazione fondamentalista islamica alle vignette e al film su Maometto, un idiota di un forum che frequento (Moro; un cretino che dovrebbe ritornare a scuola e studiare seriamente) ha risposto:

Maometto era un pedofilo.

Da un ragazzo che ha 19 anni, che dovrebbe essere culturalmente avanzato, questa è la risposta più offensiva che poteva dare su un argomento così serio: non tutti gli islamici sono fondamentalisti e scrivendo che Maometto era un pedofilo hai insultato il loro credo. Un bell’esempio di tolleranza e mi stupisco che qualcuno nel topic di risposta abbia scritto che serviva per sdrammatizzare.
Sdrammatizzare cosa, l’ignoranza dilagante di questa persona? Vergogna!

Su questa questione non c’è, com’è stato fatto notare da altri, il punto di vista del cristiano credente e quello dell’ateo, perchè l’intolleranza riguarda tutti credenti e non credenti dal momento che anche noi atei siamo intolleranti nei confronti di chi crede e spesso si fanno battute che potrebbero essere evitate.
La reazione esagerata dei fondamentalisti è frutto di una mentalità ancora molto arretrata e di un’errata interpretazione delle Sure scritte da Maometto nel Corano che portano ad un atteggiamento di totale intransigenza e intolleranza non solo verso i non fedeli ma anche verso chi non interpreta il credo islamico come fanno loro.

Riguardo la religione cristiana, se si parla di inquisizione non si può negare che non sia avvenuto, ma è più comprensibile osservando il contesto storico in cui si è presentata: era un’epoca i cui dilagava l’ignoranza, c’era una guerra al giorno, non si conosceva ancora la medicina e la scienza e la Chiesa era diventata il baluardo del popolo che credeva ad ogni cosa che diceva.
Ma i tempi si sono evoluti: certo è vero che ancora adesso la chiesa fa i suoi errori (si vedano i preti pedofili), è vero che a livello politico ha troppa ingerenza (ma si dovrebbe ricordare che dove c’è religione c’è potere politico, lo dice la storia) tuttavia la chiesa, cristiana, protestante o ortodossa, non tortura e uccide donne e omosessuali in nome di Dio; non insegna ai bambini odio e violenza; non compie atti di terrorismo incitando i credenti ad uccidere i “senza fede”.
Facendo un paragone non si possono mettere cristianesimo e islam sullo stesso livello.

Le reazioni fondamentaliste sono esagerate e pericolose perché a differenza del mondo cristiano in cui si può parlare di ingerenza religiosa ma sulla carta i poteri sono distinti, nel mondo islamico religione e potere sono la stessa cosa: sono gli ayatollah che dettano legge; chi scrive cazzate come Moro dovrebbe ricordarsi dell’autore dei Versetti Satanici (di cui ho parlato in questo post) sulla cui testa pende ancora la pena di morte, dovrebbe leggere il fumetto di Persepolis di Marjane Satrapi dove l'autrice (tuttora costretta a vivere a Parigi perché se torna in Iran l’ammazzano) spiega bene cos’è successo durante la rivoluzione che ha portato i fondamentalisti al potere cancellando la libertà di un popolo che aveva una cultura invidiata da tutto il mondo, famose erano le sue università.
Gente come Moro dovrebbe ricordare cos’è accaduto l’11 settembre 2001, e leggere libri come La rabbia e l’orgoglio di Oriana Fallaci.
Sta ai paesi che ospitano comunità islamiche prendere una posizione decisa e fa bene la Francia a non impedire la divulgazione del film e delle vignette dal momento che gli islamici sono ospiti in terra cattolica e non possono imporre la loro legge a scapito della libertà di espressione, pensiero e stampa che è sancita dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo.

Moro, questa vignetta è tutta per te, come sempre hai perso una buona occasione per stare zitto (a riprova che la mamma dei cretini è sempre incinta):





5 commenti:

  1. Un altro post molto crudo. Bravo:)

    RispondiElimina
  2. Perchè ai cretini è concesso parlare, gran bella domanda? Ma perchè Moro non va a dire questa "bella frase" alla comunità islamica della sua città. Anche il suo è un comportamento fondamentalista, stupido e da ignorante.
    La storia delle vignette e del film riguarda la politica, non la religione: viene messa in dubbio la libertà di espressione, stampa, pensiero: è qui che la democrazia si scontra con la dittatura.
    Se siamo paesi civili dobbiamo dimostrare di essere democratici e non appoggiare i fondamentalisti.
    E mandare a fanculo i vari Moro.

    RispondiElimina
  3. Che domande, se i cretini non potessero parlare come farebbero le persone intelligenti come te a bastonarle?
    Ok, tornando serie, noi Jene dissentiamo totalmente dalla frase offensiva di Moro: la questione con i fondamentalisti è delicata e coglioni simili non servono.

    RispondiElimina
  4. Maometto un pedofilo?! Ma questo ragazzo è consapevole delle sue parole o pensava di fare una battuta spiritosa? E' questa la cultura della tolleranza dei giovani?
    Hai fatto bene a mettere nero su bianco quello che è accaduto!

    RispondiElimina
  5. La questione film/vignette è delicata, uno scontro sul filo dei diritti dell'uomo; la questione Moro è una questione del cazzo nel senso che questa perla di saggezza di imbecille dovevano prenderlo a sberle appena nato e farlo rinsavire subito.
    L'è un merdaiolo, fidati del vecchio Ray!

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut