Followers

30/09/12

La temps passe vite


Il tempo è passato in fretta, senza che me ne rendessi conto è trascorso quasi un mese dall’inizio della scuola.  
L’impatto positivo che ho avuto all’inizio è stato piacevolmente confermato: la scuola francese è bella, ben organizzata e soprattutto (scusate se è poco) è un ambiente in cui posso esprimermi liberamente e vengo compreso senza che ci siano persone che fingono di non capirmi.
Le materie sono tante, più che in Italia, sono molto diverse e i professori sono rigorosi, esigono un impegno molto alto da parte di noi ragazzi.
Così la mia giornata si divide fra lezioni, laboratori, ricerche e studio a casa.
La prima cosa che mi viene da scrivere è un bel ringraziamento per la mia famiglia, è solo grazie a loro se ho potuto cogliere quest’occasione al volo; è molto triste ma se fossi rimasto in Italia non avrei mai potuto realizzarmi come sto facendo adesso.
Il nostro paese va a male anche per questo motivo, la classe politica è accentrata su se stessa e non offre possibilità nè ai ragazzi “normali”, figuriamoci a chi come me è svantaggiato.
Questo è un bilancio che non posso chiudere, la scuola è appena iniziata e anche il mio cammino, quindi alla prossima!




4 commenti:

  1. certo che dovrai tenerci aggiornati, ricorda che ti seguiamo dalla savana!

    RispondiElimina
  2. Piccolo falco, vola sempre più in alto: sono fiera di te e ti voglio bene.

    RispondiElimina
  3. Da te mi aspettavo solo progressi e passi avanti: se intelligente, tenace, studioso e maturo.
    Vai avanti così!

    RispondiElimina
  4. Hai detto bene, se fossi rimasto in Italia non avresti avuto tutte queste possibilità!
    Bravo Mago!

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut