Followers

16/09/12

Intervista a Claude Monet


Nome
Claude Oscar Monet.

Quando è nato?
Il 14 Novembre 1840 a Parigi.

Ci parli della sua giovinezza.
Di mia madre non posso dire molto, morì quando ero piccolo, ma mio padre si adoperò in ogni modo per farmi studiare l’arte che tanto amavo. Mi ricordo che trovò persino un ragazzo che mi somigliava e lo pagò perché facesse il servizio militare al posto mio!

E poi?
E poi dopo gli studi cominciai a dipingere, ma io non piacevo ai maestri dell’epoca e loro non piacevano a me. Non sopportavo nemmeno il Louvre e sono grato che dopo la mia morte sia stato aperto un museo in mio nome, il famoso Marmottin-Monet.

Conosciamo già la storia del movimento impressionista, ma vorremmo sapere com’è che le è venuto in mente di dipingere in quel modo.
E’ mai stato male guardando qualcosa? Quando in quel lontano giorno vidi l’alba, io mi sentii male, male dentro. Era un male così bello e grandioso che dovevo metterlo lì, sulla tela, senza riflettere: è questa l’impressione.

Le dispiace non essere stato compreso?
No, anzi: guai agli artisti che vengono compresi subito, non avranno un futuro. Le pare che Leonardo da Vinci sia stato compreso? Non lo è ancora, è questo che lo rende grande ed eterno.

Ha scritto di essere stato dispiaciuto dall’aver dipinto le ninfee, è vero?
Pensavo di non averci messo il cuore, ma ora che vedo gli sguardi dei giovani di fronte a quei quadri capisco di essermi sbagliato.

Il suo quadro preferito?
Posso dire tutti? Immagino di no! Ho amato la cattedrale di Rouen, l’Argenteuil e il ritratto della mia prima moglie Camille. So che molti pensano che sia stato blasfemo nel dipingerla sul letto di morte, ma era il mio modo per averla accanto a me per sempre, per ricordarla in eterno bella e dolce come lo era stata in vita.

Una frase per farsi ricordare.
Seguo la natura senza poterla afferrare.





6 commenti:

  1. mi pare una intervista molto vicina al suo sentire

    RispondiElimina
  2. Un altro personaggio brillante!!!

    RispondiElimina
  3. un'intervista ancora più insolita, ma come fai a cogliere l'anima delle persone così bene?

    RispondiElimina
  4. Bella questa intervista, originale l'idea! Complimenti.
    Antonella

    RispondiElimina
  5. io sono stata al Marmottin Monet, bellissimo museo! Grazie Mago, le tue interviste sono sempre un bel momento di riflessione e relax

    RispondiElimina
  6. originale post, ma lo sai che Monet è uno dei miei pittori preferiti? (adoro cmq gli impressionisti e quando ho visitato Paris il mio museo preferito è stato , ovviamente , le Musée d'Orsay !!!!)

    p.s.: grazie x aver risolto il mio dilemma pianta in a.e. ma sei proprio bravo!!!

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut