Followers

30/07/12

Ciao Roberto


Avrebbe compiuto sedici anni oggi, ma qualche mese fa Roberto ha preso una decisione da cui difficilmente si può tornare indietro. So che per voi Roberto non è nessuno, ma era un mio compagno di scuola, un ragazzo come tanti: se aveva dei problemi nessuno di noi potrà mai saperlo; ma sicuramente qualcosa che non andava c’era, visto che un giorno ha deciso di suicidarsi.
E’ rimasto in coma irreversibile fino a stamattina, poi il suo corpo ha deciso di arrendersi.
Che si dice in questi casi? Addio, arrivederci, perché l’hai fatto... Se c’è un luogo oltre la morte io non lo so, però non voglio dirti addio ma solo ciao.
In qualche modo un giorno ci rivedremo.




Ci sono pensieri che sono preghiere. Ci sono momenti in cui, qualunque sia l'atteggiamento del corpo, l'anima è in ginocchio.
(Victor Hugo)








3 commenti:

Melinda Santilli ha detto...

non ci sono parole giuste per spiegare o accettare un suicidio, e ragionare al passato farebbe solo più male.
Adesso bisogna andare avanti e cercare di ricordare il meglio di questo ragazzo: è dura, ma è il modo migliore per onorare la sua memoria

Sam ha detto...

ciao Roberto, è difficile capire il motivo della tua scelta, spero che ora tu abbia trovato la pace che cercavi

Antares ha detto...

Roberto, non sapremo mai cosa ti ha spinto a rinunciare alla tua vita: riposa in pace e sii felice almeno ora