Followers

03/06/12

Istantanea


Rincorro i pensieri
perdendomi nella solitudine,
dove i confini del sogno
tracciano un filo invisibile
nella memoria.
Conosco il male che corrode,
catrame nero
che soffoca la vita.
Non parlo perché le parole
oggi fanno moda,
non parlo perché
le parole sono come veleno.
Nei tuoi sguardi
incontro quello che
nessuno ha mai capito.
L’illusione di te
confonde la profondità dell'anima,
che piano si perde nell'oscurità.
Una stella cadente
è scesa sul mio cuscino.
Sogno di un attimo
dissolto in polvere di vento.
C'erano giorni 
in cui il profumo intenso delle rose
stordiva i nostri sensi.
C'erano notti
fatte per guardare
la luna e le stelle luminose
nell'oscurità del cielo.
C'erano giorni 
in cui gli sguardi parlavano
lingue sconosciute.
C'erano tramonti
e albe che tingevano
l'azzurro di caldi colori.
C'erano giorni
in cui la tristezza
e la paura non lasciavano
spazio ai sorrisi e ai sogni.
C’erano giorni
in cui ci sentivamo
guerrieri invincibili.
C’erano giorni
in cui il mondo
era pieno di noi.
E ora immobile
posso solo contemplare
squarci di universi lontani
e vite parallele.
(Xavier)



2 commenti:

  1. Mi piace tantissimo, complimenti anche per la Wall, stupendo..............

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia di poesia, profonda, intensa, piena di te.

    RispondiElimina

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut