Followers

16/05/12

A mio fratello


E’ passato un anno dal giorno della tua morte, eppure a volte mi sembra ancora impossibile credere che te ne sia andato per sempre. Mi tremano le mani mentre scrivo queste parole; la ferita che mi hai lasciato dentro è aperta e brucia ancora. Parlare di te mi fa male, fatico a lasciarmi andare, ma ho tenuto questo peso dentro per troppo tempo e ora sento il bisogno di liberarmene.
Mentre dormivo sei entrato come un fulmine nei miei sogni, ho pensato che volevo dormire, che dovevi andartene.
Sono arrabbiato per le cose che non ti ho detto, per quelle che avrei voluto dirti e per quelle che non potrò più dirti; con chi governa l'universo, perchè non capisco il bisogno di metterci accanto delle persone se poi deve portarcele via senza ragione.
Il mondo a cui sei abituato, che ti è familiare e che hai amato d'improvviso crolla, e ti restano solo i se. Tutte le domande, tutti i dubbi… Mi sono chiesto un sacco di volte se potevo, potevamo fare di più. Ma ragionare con i se è inutile. L’unica cosa che posso fare è tenere duro e non lasciarmi andare alla disperazione e al dolore.
Avevi tanti amici… Hai tanti  amici che non ti hanno dimenticato. Ogni tanto ne incontro qualcuno e nei loro occhi leggo il mio stesso smarrimento.
Sei morto eppure sei così vivo, a volte quando sono in camera a studiare  avverto la tua presenza allora alzo lo sguardo dai libri e mi guardo attorno cercandoti ma tu non ci sei a sorridermi come facevi un tempo, e allora il dolore diventa più acuto e per trovare sollievo prendo il tuo maglione e vi affondo il viso respirando l’odore del profumo che mettevi ogni mattina e torno a far pace con il mondo.
Ma ora qualcosa è cambiato; il buio che mi ha accompagnato da quando sei morto fino a oggi se ne sta andando. Un nuovo raggio di sole è entrato nella mia vita e io finalmente sono pronto a ricominciare a vivere.
Certo ci sono ancora giorni no, difficili da superare ma sono in qualche modo più leggeri.
Adesso non ho più paura: potranno esserci  giorni in cui mi scorderò di te, ma poi ci sarà qualcosa che mi riporterà indietro ed ogni volta scoprirò che tu non te ne sei mai andato, che in fondo posso sempre trovarti lì, al centro del mio cuore.
Ora sono pronto a lasciarti andare, vola in alto e sii felice.
Ti voglio bene!


4 commenti:

Antares ha detto...

Lasciar andare qualcuno non è facile perchè significa accettare che chi è stato con noi non rimarrà più al nostro fianco nello stesso modo, perchè bisogna scendere a patti col dolore e le cose non dette, perchè bisogna accettare i ricordi e cominciare un nuovo capitolo della vita.
Tuo fratello rimarrà sempre una pietra miliare della tua vita, quindi non sentirti in colpa ma accetta con un sorriso il raggio di sole che è entrato nella tua vita: vai avanti e vola come lui avrebbe voluto, sono certa che lui sarà sempre accanto a te.

Mario ha detto...

perdere chi si ama non è facile, l'accettazione del lutto è un percorso irto di ostacoli fatto di momenti bui e lente risalite che alla fine ci trasformano lasciando in noi qualcosa del passato e preparandoci al futuro. Tu hai percorso questa strada e ora sei pronto a vivere la tua vita: non smettere di andare avanti adesso.

Nando ha detto...

Anche se lo hai lasciato volare via in pace, i suoi ricordi ti apparterranno sempre mastro xav, non lo dimenticherai mai te lo garantisco!!!

Sam ha detto...

che dire, c'è poco da dire quando si perde qualcuno di caro. Questa tua lettera è di una tenerezza infinita, ti abbraccio