Followers

02/03/12

Gli artigli del dolore


Trovare
scavare
quella bestia
che mi lacera
l'anima
mentre il ricordo
ripercorre la memoria
spolverando vecchi dolori
con il nuovo pianto
profondo
viscerale
cupo
avvilito e arreso
Non si ferma l'anima
non trova ristoro
né tra i nuovi germogli
né tra gli affermati affetti
ma rapida continua
la discesa tra gli artigli del dolore
senza sosta
senza pace
senza resa...
(Xavier)




5 commenti:

Antares ha detto...

Commovente, emotiva, bella. Bravo piccolo poeta!

Mago di Oz ha detto...

Grazie!

G ha detto...

Complimenti Mago!!! :)

Nando ha detto...

tragigamente e meravigliosamente introspettiva! bravo, tu che con il profondo dolore ne fai un arte. Complienti

Mago di Oz ha detto...

Vi ringrazio davvero di cuore!