Followers

04/03/12

Consigli inutili

Gioca il giusto.
Bevi responsabilmente.
Il fumo nuoce gravemente alla salute.


Lo Stato dispensa consigli utili per la salute e la vita dei suoi cittadini.
Questi consigli sono scritti sui pacchetti di sigarette, sulle bottiglie degli alcolici e sulle schedine che ogni settimana milioni di italiani giocano.
Analizziamo i consigli punto per punto:

Gioca il giusto: ma quanto è il giusto? Uno, due dieci, cinquanta, cento, mille euro? Dove sta il giusto? Perchè uno Stato in crisi deve incitare i suoi cittadini a giocare quei pochi soldi che si trovano in tasca? E' in questo modo che pensa di risolvere la crisi, di dare lavoro ai disoccupati, di aiutare i pensionati?
Le slot machine e le ricevitorie Sisal si trovano ovunque, ogni giorno spunta una nuova schedina. Persino il gioco d'azzardo è stato legalizzato, anche on line.
Ma tutto questo è pazzesco! Quando mai uno stato legalizza l'illegale?!

Bevi responsabilmente: lo slogan continua con "è vietato vendere alcolici ai minori di diciotto anni". Ma chi controlla? Gli alcolici sono venduti nei supermercati, in ogni casa ci sono alcolici, la birra è diventata la protagonista di una festa e la televisione insegna che se bevi sei figo.
Ma chi beve responsabilmente? Non certo quelli che finiscono al pronto soccorso il sabato sera e nemmeno quelli che non ci arrivano perchè si fermano direttamente all'obitorio. L'alcolismo in Italia è in continuo aumento e sono sempre più i ragazzi giovani a rimanerne vittima. Bevono perchè si sentono grandi, socializzano, sono più sicuri, sono accettati dal branco; bevono perchè della loro vita non sanno che fare, sono annoiati, hanno già sperimentato lo sperimentabile e si bruciano in una bottiglia di liquore.

Il fumo nuoce gravemente alla salute: questo lo sanno anche i sassi, catrame e nicotina non fanno bene. Lo dicono i medici, è persino scritto sui pacchetti di sigarette. Il fumo uccide, ma porta anche tanti soldi e dove vanno questi soldi?
Nelle casse dello Stato e non importa se le sigarette hanno costi spropositati, la gente continua a fumare, ad ammorbare l'aria di chi gli sta intorno, ad ammalarsi: ma si può essere così cretini?
Il fumo provoca enfisema polmonare, cancro ai polmoni e alla laringe, alla lingua, alla trachea, rovina i denti, la pelle, l'alito diventa pestilenziale, le cellule invecchiano più rapidamente. Perchè fumare?
Perchè è un altro status symbol, perchè chi fuma pensa "a me non capiterà mai, posso smettere quando voglio" ma questo non è vero: la nicotina è una droga e come tutte le droghe crea dipendenza.
Lo Stato lo sa ma non si cura di questo, pensa che mettere un avviso sul pacchetto delle sigarette lo sollevi dalle sue responsabilità.
Ora fatevi un paio di conti. Un pacchetto di sigarette costa in media 4,50 euro, moltiplicate il costo per 13 milioni di italiani che fumano e avete un'idea del guadagno minimo che lo stato intasca (considerando che ogni persona compri un solo pacchetto, il che è impossibile quindi i guadagni salgono).

Perchè ho scritto tutto questo? Perchè sono stanco di vedere gente che si butta via: già la vita è difficile e non risparmia nessuno, non c'è bisogno di scavarsi la fossa da soli.

Nessun commento:

Posta un commento

Un commento fa sempre piacere.
A comment is always nice.
Un commentaire est toujours agréable.
Un comentario es siempre agradable.
Ein Kommentar tut immer gut